Collina di Natrin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Collina di Natrin (Natrin's Barrow in originale ) è una località dell'Arad Doman, presente nell'immaginario mondo della Randland, nel ciclo di quattordici romanzi de La Ruota del Tempo creato dallo scrittore Robert Jordan. A Natrin's Barrow, nei pressi di un lago montano ed un importante passo, venne costruita una imponente fortezza da parte di una casata nobile domanese, che in seguito i sovrani del paese acquisirono e trasformarono in una magnifica residenza, visto che la località si trovava anche in una posizione amena, con una vista panoramica spettacolare.

A Natrin's Barrow, secondo i suoi gusti estetici particolari, sceglie di risiedere Graendal, facendone il suo rifugio segreto, da cui disseminare il caos nel regno. Laggiù la Reietta raccoglie, oltre a numerosi servitori, anche tutti quelli che con la sua pesante compulsione ha trasformato in suoi giocattoli erotici. Tra gli altri si sa che tiene con sé un fratello di re Alsalam, una sua cognata, la sua sorella più giovane e la figlia più vecchia, ma viene anche detto che il re non è abbastanza bello per essere mantenuto tra i suoi giocattolini.

Nel Libro XII Nynaeve riesce a svelare alcuni degli intrighi della Reietta e rimuovendo la compulsione da un povero ragazzo, scopre il nascondiglio di Graendal. Perciò con uno stratagemma Rand al'Thor prima si assicura che la Reietta sia presente nel luogo e poi con il Fuoco Malefico, cancella l'intero palazzo di Natrin's Barrow dal disegno, senza pietà, assieme a tutti i suoi numerosi abitanti (il che induce Nynaeve e Min a rivedere il loro appoggio incondizionato nei confronti di Rand).

Nel Prologo del Libro XIII si scopre che Graendal, all'ultimo istante, riesce a sfuggire all'attacco, riuscendo nel frattempo ad eliminare Aran'gar e Delana Mosalaine, che erano sue ospiti.

Fonti principali al di fuori della saga[modifica | modifica wikitesto]