Cell (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Cell (Dragon Ball))
Cell
Cell nella sua forma perfetta
Cell nella sua forma perfetta
Universo Dragon Ball
Nome orig. セル (Seru)
Lingua orig. Giapponese
Alter ego
  • Genzai Seru
    (controparte del presente uccisa da Crilin e da Trunks del futuro)[1]
  • Mirai Cell
    (controparte del futuro uccisa da Trunks del futuro)[2]
Autore Akira Toriyama
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: capitolo 361
  • Anime: episodio 141
    (Dragon Ball Z)
Voce orig. Norio Wakamoto
Voce italiana Enrico Bertorelli
Specie Ibrido genetico
Sesso Asessuato
(assimilabile a maschile)
Luogo di nascita Pianeta Terra, nei sotterranei del laboratorio del Dr. Gelo
Abilità vedi sotto
Parenti

Cell (セル Seru?) è uno dei maggiori antagonisti dei manga e degli anime dell'universo fantastico di Dragon Ball, nato dal mangaka Akira Toriyama. Negli anime fa la sua comparsa a partire da Dragon Ball Z.

È l'ultima nonché la più potente creazione del Dottor Gelo, concepito con l'obiettivo di uccidere Son Goku e diventare l'essere più potente in assoluto nell'universo. Per diventare questo "essere perfetto" Cell ha bisogno dell'energia dei cyborg C-17 e C-18, i componenti a lui mancanti creati dallo stesso Dottor Gelo. Nella sua epoca questi due cyborg erano però già stati eliminati e, per questa ragione, Cell è tornato indietro nel passato con la macchina del tempo di Trunks per completare la sua trasformazione. Nonostante riesca a raggiungere il suo scopo e ad acquisire una forza superiore persino a quella di Goku, Cell verrà infine sconfitto dal giovane Son Gohan nel corso del Cell Game.

Creazione e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Durante lo sviluppo iniziale della Saga degli Androidi il creatore della serie Akira Toriyama non aveva in mente di creare il personaggio di Cell, ma desiderava invece puntare sui cyborg C-17 e C-18. Dopo aver parlato con il suo ex editore, Kazuhiko Torishima, sul futuro della serie, gli fu consigliato di creare un nuovo antagonista per Goku.[3][4] Toriyama completò moltissime bozze di Cell prima di riuscire a creare l'aspetto definitivo del personaggio e dichiarò che per lui fu molto frustrante disegnare le macchie nere del corpo di Cell.[4] Quando Toriyama completò l'aspetto di Cell il suo editore, Yu Kondo, gli consigliò di dare al personaggio la capacità di trasformarsi.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dragon Ball Z[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Dragon Ball Z.

Cell è un organismo artificiale progettato dal Dottor Gelo e poi realizzato dal suo computer utilizzando le cellule dei migliori guerrieri mai apparsi sulla Terra, ovvero Goku, Piccolo, Vegeta, Freezer e Re Cold a cui, solo nell'adattamento animato, si aggiungono Crilin e Tenshinhan.[5] Per raggiungere la sua forma "perfetta" deve assorbire i cyborg C-17 e C-18, creati del Dottor Gelo proprio a tal scopo. Tuttavia, dato che nel suo tempo essi erano stati uccisi da Trunks del futuro, Cell decise di recarsi nel passato grazie alla macchina del tempo costruita da Bulma.[6]

Una volta arrivato nel passato inizia ad assorbire un gran numero di esseri umani, in modo tale da raggiungere una forza superiore ai cyborg 17 e 18.[6] Durante l'attacco a una città si scontra con Piccolo, il quale si era appena unito con il Dio della Terra, venendo sconfitto, per poi scappare grazie al Taiyoken.[7] Piccolo, in seguito, rivela l'identità del mostro ai guerrieri, i quali inviano Trunks e Crilin a uccidere il Cell del loro presente, che si trova ancora nella forma embrionale.[1]

Dopo aver assorbito molte persone Cell localizza C-17 e C-18 e si precipita da loro per assorbirli.[8][9] Viene ostacolato nuovamente da Piccolo (che questa volta sconfigge con estrema facilità)[10] e poi da C-16, che si dimostra pari a lui in potenza. Alla fine però riesce a ingannarli e ad assorbire C-17 aumentando incredibilmente la sua forza.[11] In questo modo Cell sconfigge facilmente anche C-16, ma poco prima di poter assorbire C-18 viene ostacolato dal Cannone Speciale dell'anima di Tenshinhan, che riesce a trattenerlo temporaneamente, dando ai cyborg il tempo di fuggire.[12] In seguito Cell si accinge a uccidere Tenshinhan (stremato per l'esecuzione della tecnica), ma quest'ultimo viene portato in salvo da Goku, che giunge appena in tempo anche per salvare Piccolo. In questa occasione Goku rivela a Cell che nel giro di un giorno avrà il piacere di combattere anche con lui.[13]

Mentre sta distruggendo le isole vicine per fare uscire C-18 allo scoperto, Cell viene ostacolato da Vegeta e Trunks, i quali, grazie all'allenamento nella Stanza dello spirito del tempo, hanno raggiunto un potere ancora più grande del cyborg.[14] Dopo un breve scontro Vegeta si dimostra superiore all'avversario grazie alla trasformazione in Super Saiyan Dai Ni-Dankai,[15] ma alla fine decide di concedere a Cell la possibilità di trovare C-18 e assorbirla.[16] Trunks cerca inutilmente di fermare la decisione del padre e Cell trova e assorbe C-18, ottenendo la sua "forma perfetta".[17] Una volta sconfitto Vegeta,[18] Cell affronta Trunks allo stadio di Super Saiyan Dai San-Dankai e decide di risparmiarlo perché non soddisfatto dallo scontro con il ragazzo (infatti lo stadio utilizzato da Trunks aumentava enormemente la forza tanto da risultare superiore a quella di Cell, ma a causa dell'ingrossamento dei muscoli si perdevano velocità e agilità) e organizza un torneo chiamato Cell Game a cui invita tutti i guerrieri, dando loro dieci giorni di tempo per allenarsi.[19]

Giunto il giorno del torneo Cell affronta e sconfigge prima Mr. Satan[20] (nell'anime affronta anche i discepoli di Satan, Piroshki e Caroni)[21] e, subito dopo, Goku trasformato in Super Saiyan Full Power: i due inizialmente sembrano combattere alla pari finché non decidono di sfoderare la loro reale potenza. Goku dopo un breve scontro si rende conto della superiorità dell'avversario e tenta il tutto per tutto, usando una raffica di colpi energetici che si rivelano inefficaci e poi una Super Kamehameha che distrugge la parte superiore del corpo di Cell, ma che egli riesce a rigenerare senza fatica. Vedendo fallire tutte le sue tecniche migliori Goku decide di arrendersi, conscio di non poter battere il cyborg, e lascia il posto a suo figlio Gohan.[22][23] Inizialmente in vantaggio, Cell decide di provocare Gohan volendo constatare la sua forza nascosta: distrugge C-16 e crea sette piccole copie di sé stesso (i Cell Jr) per sconfiggere e uccidere gli altri combattenti.[24] Gohan, dopo aver assistito alla morte di C-16, si trasforma in Super Saiyan 2 e riesce a sconfiggere sia i Cell Jr,[25] sia lo stesso Cell. Dopo i danni subiti da Gohan, Cell rigurgita C-18, regredendo al secondo stadio, e decide così di autodistruggersi pur di eliminare l'avversario. A questo punto Goku si sacrifica per il pianeta e si teletrasporta con l'avversario sul pianeta di Re Kaioh del Nord, dove Cell esplode,[26] uccidendo lo stesso Re Kaioh e Goku.

In seguito, grazie alle cellule namecciane inserite dal Dottor Gelo, Cell riesce a sopravvivere in quanto il suo nucleo non era stato scalfito dall'esplosione e riacquista il suo corpo perfetto anche senza aver assorbito C-18. Inoltre grazie allo Zenkai Power, abilità tipica dei Saiyan, diventa molto più potente rispetto a prima. Uccide inizialmente Trunks,[27] poi sconfigge Vegeta,[28] che lo aveva attaccato accecato dalla collera per la morte del figlio, ma alla fine viene sopraffatto dalla Kamehameha di Gohan e dello spirito di Goku, con la quale viene definitivamente disintegrato il suo nucleo, impedendogli di rigenerarsi.[29]

Da questo momento in poi Cell fa altre apparizioni, ma solo nella serie animata. Subito dopo essere stato ucciso Cell riappare nell'anime nel Regno degli Inferi, in compagnia di Freezer, Re Cold e della Squadra Ginew, dove organizza una rivolta. Prima di uccidere uno degli orchi posti a protezione del luogo, Cell viene ostacolato da Goku e poi da Paikuhan, il quale lo sconfigge con grandissima facilità con un semplice calcio. In seguito ricompare in prigione insieme ai suoi compagni.[30] Successivamente, sempre nell'anime, viene visto quando assiste allo scontro tra Goku e Majin Bu attraverso una grande sfera posta nel Regno degli Inferi.[31]

Dragon Ball GT[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Dragon Ball GT.

Cell appare anche in Dragon Ball GT, dove lui e Freezer si accordarono col Dottor Gelo e il Dottor Myuu per attirare e intrappolare Goku nel Regno degli Inferi, per poi affrontarlo.[32] In questa occasione, sicuri di ottenere una facile vittoria, sia per via dell'incremento dei loro poteri combattivi, sia perché essendo già morti non potevano essere uccisi, affrontano subito Goku, che però si prende apertamente gioco di loro, affrontandoli senza nemmeno trasformarsi in Super Saiyan. Alla fine Cell e Freezer utilizzano la prigione degli inferi per imprigionare Goku,[33] che però si rivela inefficace, in quanto funziona solo sui defunti. Lo stesso Goku infatti riesce a liberarsi e a usare la medesima tecnica sui suoi avversari, imprigionandoli.[34]

Personalità[modifica | modifica wikitesto]

Cell ha una personalità molto differente da quella degli altri antagonisti apparsi nel manga e nell'anime. All'inizio della storia ha solo due obiettivi: il primo è quello di assorbire l'energia dei cyborg C-17 e C-18, mentre per secondo deve uccidere Goku per vendicare la sconfitta dell'esercito del Red Ribbon. Tuttavia, dopo aver completato il suo primo obiettivo, Cell rivela di avere altri piani. Infatti durante una discussione con Trunks del futuro rivela:

« Un'azione come la conquista non mi attira neanche un po'. Ormai non ha più importanza obbedire all'ordine di uccidere Son Goku com'era previsto dalla mia programmazione! Forse il mio obiettivo è quello di divertirmi, ma quello che mi piace di più è vedere le facce degli esseri umani contratte dalla paura![19] »

Principalmente il personaggio dimostra di essere un tipo attento, cauto, sofisticato e piuttosto intelligente. Cell, avendo le cellule dei Saiyan, dimostra come loro una grande passione per i combattimenti, soprattutto con avversari molto forti, che gli permettano in tal modo di scoprire i suoi limiti e superarli. Tuttavia Cell è comunque una persona malvagia, che si diverte a scherzare con le vite degli innocenti e con i propri nemici, spesso innervosendoli, indicandogli in maniera sagace le loro debolezze e mettendoli di fronte alle loro paure più nascoste.[19] Dopo aver ottenuto la sua forma perfetta inizia a sottovalutare i propri avversari e, inoltre, dopo che Gohan gli dimostra la sua superiorità, Cell inizia a perdere il controllo, perdendo così quell'atteggiamento calmo e cauto che lo aveva contraddistinto.[27]

Durante alcuni episodi filler, Cell fa spesso coppia con Freezer, con il quale condivide molte caratteristiche. I due, oltre a essere uniti dal risentimento di odio nei confronti di Goku, sono anche un'ottima squadra sul campo di battaglia.[33] Sempre durante questi episodi assume un ruolo comico e goffo, del tutto diverso da quello che aveva in vita.[33]

Abilità[modifica | modifica wikitesto]

Capacità principali[modifica | modifica wikitesto]

Cell è stato formato a partire dalle cellule dei più forti guerrieri apparsi sulla Terra (Goku, Crilin, Tenshinan,Piccolo,Vegeta, Freezer e Re Cold)[6] che gli hanno conferito una forza superiore persino a quella di un Super Saiyan. Dispone di moltissime capacità quali la sopravvivenza nello spazio aperto come Freezer e suo padre,[35] la capacità di rigenerare parti del proprio corpo grazie alle cellule namecciane, lo Zenkai Power dei Saiyan (quando riporta gravi ferite in battaglia, ma riesce a sopravvivere; in seguito alla guarigione aumenta forza, velocità, prontezza di riflessi ed "energia spirituale")[27] e anche quello di poter imitare le voci dei due cyborg assorbiti.[12]

Nel suo corpo, precisamente nella testa, è presente un nucleo che lo mantiene in vita costantemente e che gli permette di rigenerarsi da qualunque ferita.[27]

Assimilazione tramite la coda[modifica | modifica wikitesto]

Per aumentare la propria potenza usa la sua coda, con cui infilza le sue vittime per liquefarle e poi assorbirle, lasciando di esse solo i vestiti.[36] Diversamente, C-17 e C-18 vengono fagocitati dalla coda (grazie a un'immensa dilatazione del suo pungiglione), rimanendo vivi all'interno del corpo dell'androide: l'assorbimento dei cyborg causa in Cell un'immediata trasformazione, a differenza della normale assimilazione che effettua con altri individui.[11] Questa assimilazione viene utilizzata anche su Goku in Dragon Ball GT, ma egli riesce a fuggire prima di essere assorbito completamente. Non può assorbire esseri non organici, come ad esempio l'androide C-16.[37]

Tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: tecniche di Dragon Ball.
Rappresentazione grafica dell'esecuzione della Kamehameha

Avendo le cellule di molti dei guerrieri più forti dell'universo, Cell è in grado di utilizzare tutte le loro tecniche e abilità. Ad esempio, durante lo scontro con Piccolo, dimostra di poter utilizzare una Kamehameha,[38] il Taiyoken[7] e rivela di essere in grado di creare la Sfera Genkidama.[7] Nella forma "semi-perfetta" Cell è in grado di utilizzare il Cannone Galick e la Barriera Energetica di C-17, mentre negli stadi successivi, ovvero quelli dl Cell perfetto, è in grado di utilizzare Teletrasporto (semplicemente dopo averlo subito)[27] e il Cannone Speciale dell'anima di Piccolo. In Dragon Ball GT è in grado, nella forma perfetta, di utilizzare una tecnica appresa nel Regno degli Inferi in combinazione con Freezer: la Prigione degli Inferi, che consiste nell'imprigionare l'avversario in una sorta di gabbia energetica, per poi inviarla nell'area più profonda degli inferi imprigionandolo per sempre.[33]

Già dalla sua prima forma Cell si dimostra un abile combattente che, oltre a possedere la conoscenza delle tecniche dei più forti guerrieri della Terra, dispone anche di un arsenale di tecniche invidiabile: tra di questi ci sono il Raggio Letale, la Barriera Energetica, l'Imperdonabile, il Succhia Energia, l'Eye Beam, l'Onda Esplosiva, l'Immagine residua e la Telecinesi. La sua tecnica più potente rimane senza dubbio la Kamehameha Solare, così chiamata nel videogioco Dragon Ball Z: Budokai Tenkaichi 3, con la quale a sua detta è in grado di distruggere non solo un pianeta, ma anche l'intero sistema solare.[39]

Trasformazioni[modifica | modifica wikitesto]

Prima di raggiungere la prima forma Cell ha subito diverse evoluzioni:

Stadio embrionale
si tratta della prima forma dello sviluppo di Cell, che avviene in vitro sotto il controllo del computer del Dottor Gelo. L'aspetto è simile a quello di un girino.[1]
Uovo
Cell si riduce in questa forma per poter utilizzare la macchina del tempo. L'aspetto è quello di un guscio violaceo con vari spuntoni, dotato di una linea di divisione, che fa sì che al momento della schiusa il guscio si divida in due metà uguali.[40]
Insetto
uscito dal guscio Cell assume questa forma, in cui rimane per quattro anni sottoterra per poter crescere rilasciando infine una crisalide.[41]

Primo stadio[modifica | modifica wikitesto]

Cell 1ª forma (セル第一形態 Seru Dai ichi Keitai?) è il primo stadio in cui Cell viene mostrato.

In essa egli assume la posizione eretta. Il suo colore è verde chiaro con macchie verdi scure, il corpo è magro con braccia e gambe sottili, i piedi sono dotati di tre dita, similmente a quelli di Freezer, è dotato di due lunghe ali, delle corna disposte a V e di una coda terminante in un pungiglione, con la quale assorbe le sue vittime. In questo stadio ha ben poco di umano: gli occhi rosa hanno le pupille verticali come i rettili, la bocca non presenta labbra ed è situata su una sorta di muso striato.[42]

Già in questo stadio ha una forza superiore a quella dei Super Saiyan] apparsi, tuttavia necessita di assorbire l'energia vitale degli esseri viventi per innalzare ulteriormente il suo livello di combattimento.[6]

Volendo, in questo stadio può regredire fino a trasformarsi in un uovo.[6] In questo stadio riesce a sconfiggere Piccolo e C-16, gli unici che riuscivano a tenergli testa.

Secondo stadio[modifica | modifica wikitesto]

Cell 2ª forma (セル第二形態 Seru Dai ni Keitai?), assume questa forma una volta che ha assorbito C-17.

Il suo aspetto diventa molto più umano: la corporatura si irrobustisce notevolmente e ha un incremento anche nell'altezza; i piedi tridattili spariscono così come pure le ali, la coda si allunga a dismisura e le braccia, le gambe, la placca sternale e il costato assumono una colorazione violastra.[12] L'unico che riesce a tenergli testa in questo stadio è Vegeta che, dopo l'allenamento speciale, ha raggiunto una forza superiore a quella del nemico.

Forma autodistruggente[modifica | modifica wikitesto]

Cell 2ª forma - Stadio autodistruggente (第二形態・自爆形態 Dai ni keitai - Jibaku keitai?) non è una vera e propria trasformazione, ma è il suo secondo stadio in combinazione con la tecnica dell'autodistruzione, utilizzata come "ultima carta" dopo i danni subiti da Gohan, trasformatosi in Super Saiyan 2. Cell rigurgita C-18 e regredisce al secondo stadio, quindi decide di giocare la sua ultima possibilità: diventare una bomba. La potenza dell'esplosione è sufficiente a spazzare via un pianeta delle dimensioni della Terra in un istante e, una volta iniziato il processo autodistruggente (della durata di un minuto), Cell non può più fermarsi, esplodendo anticipatamente se colpito.[26] La tecnica viene chiamata Imperdonabile.

L'aspetto è quello del Cell semi-perfetto, ma incredibilmente gonfio, come un pallone che sta per esplodere.[26]

Cell forma perfetta[modifica | modifica wikitesto]

Cell forma perfetta (完全体セル Kanzentai Seru?) è la forma completa di Cell, raggiunta dopo aver assorbito anche C-18.

L'aspetto di Cell cambia ancora: le ali ricrescono e la coda si ritira, fino a lasciare solo un pungiglione sulla schiena. La statura diminuisce leggermente e il fisico diventa più snello, mentre il numero e le dimensioni delle macchie sul corpo si riducono drasticamente. Il volto assume una forma più umana, ma il colore del viso per alcuni tratti e per il colore bianco e viola ricorda quello di Freezer, così come pure gli occhi. Gli unici che riescono a tenergli testa in questo stadio sono Goku e Gohan, che dopo la trasformazione in Super Saiyan 2 ha raggiunto una potenza superiore a quella di Cell.[17]

Stadio massima potenza[modifica | modifica wikitesto]

Corpo perfetto - Stadio massima potenza (完全体・パワー重視形態 Kanzentai - Pawā Jūshi keitai?) è un'ulteriore forma di Cell mostrata a Trunks del futuro trasformato in Super Saiyan Dai San Dankai una volta sconfitto, per spiegargli il suo errore: proprio come la trasformazione del ragazzo, anche questa ingrossa la muscolatura, generando una potenza immensa a discapito di velocità, riflessi e consumo di energia. L'aspetto di Cell rimane sostanzialmente lo stesso, salvo il fatto che i suoi muscoli assumono dimensioni enormi.[19] Questo stadio viene poi riutilizzato da Cell quando si trova in difficoltà contro Gohan trasformato in Super Saiyan 2, senza tuttavia risultare efficace.[27]

Super corpo perfetto[modifica | modifica wikitesto]

Super corpo perfetto (超完全体 Chō Kanzentai?), anche chiamato in tutti i videogiochi della serie Cell Perfetto (パーフェクトセル Pāfekuto Seru?), è l'ultima forma di Cell, ottenuta dopo la sua rigenerazione dovuta alla sua stessa autodistruzione. Seppur privo di C-18, Cell si rigenera nella sua forma perfetta grazie allo Zenkai Power, ottenendo un livello di combattimento molto superiore al precedente. L'aspetto è identico a quello di Cell corpo perfetto, salvo la comparsa di alcune scariche elettriche nell'aura.[27]

Trasformazioni esterne al manga[modifica | modifica wikitesto]

Nell'anime e nei videogiochi sono comparsi degli stadi e delle evoluzioni originali non presenti nel manga.

  • Perfect Cell + Goku è una forma di Cell comparsa solo in Dragon Ball GT per pochi secondi, quando l'androide biomeccanico cerca di assorbire Goku.[33] Cell regredisce allo stadio normale in quanto Goku riesce a sfuggire dalla sua coda.[33]
  • Cellin è una trasformazione comparsa nel videogioco Dragon Ball Z: Budokai, dovuto all'involontario assorbimento di Crilin da parte del Cell semi-perfetto.
  • Majin Cell è una trasformazione avvenuta nel videogioco Dragon Ball Z: Budokai 2 in cui il mago Babidy resuscita Cell e Freezer, per poi renderli suoi servitori con i suoi poteri.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Norio Wakamoto, doppiatore di Cell nell'edizione originale giapponese dell'anime

Nella versione originale giapponese Cell è doppiato in tutti i media da Norio Wakamoto.[43] Wakamoto ha dichiarato di aver doppiato Cell nel suo primo stadio con una voce roca, in accordo con il suo aspetto mostruoso. Nello stadio di Cell perfetto Wakamoto ha invece doppiato il personaggio in maniera più semplice.[44]

Negli Stati Uniti Cell è doppiato da Dameon Clarke nel doppiaggio della Funimation Entertainment[45] e da Dale Wilson nel doppiaggio della Ocean Productions.[46] In Francia è invece doppiato da Georges Lycan, in Germania da Stefan Gossler e in Spagna da Alejo de la Fuente.[47]

In Italia il personaggio è sempre stato doppiato da Enrico Bertorelli,[48] che ha seguito lo stesso stile di doppiaggio di Wakamoto, dando a Cell una voce roca nel primo stadio e una più semplice nello stadio finale.

Cell Jr[modifica | modifica wikitesto]

I Cell Jr (セルJr Seru Junia?) sono degli androidi generati da Cell a sua immagine e somiglianza, solo in formato ridotto e di colore azzurro invece che verde. Vengono creati da Cell per combattere i guerrieri Z durante il suo scontro con Gohan e, nonostante il loro aspetto, si rivelano molto forti, tanto che solo Vegeta e Trunks riescono a tenergli testa, in quanto Goku è esausto per via del suo scontro con Cell. Vengono tutti uccisi da Gohan.

Accoglienza e altre apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

Cell ha avuto moltissime recensioni positive da parte di riviste di manga e anime, tant'è che ha raggiunto la prima posizione in diversi sondaggi di popolarità. Per molti critici e appassionati Cell è stato definito uno dei personaggi più forti dell'intera serie,[49] oltre che uno degli antagonisti migliori.[50] La scelta di concludere la saga di Cell con un torneo di arti marziali ha diviso gran parte della critica e degli appassionati. David Smith di IGN ha classificato la trama del Cell Game al 4º posto tra le storie meno originali dell'intera serie, accusando Akira Toriyama di aver esaurito le sue idee per il manga.[51]

Cell non ha ricevuto critiche positive in Dragon Ball GT, terza serie animata prodotta dalla Toei Animation. In questa serie, come per molti altri personaggi, il suo ruolo è mutato completamente, diventando più comico e goffo. Il suo ritorno nella serie, come per molti altri personaggi, è stato interpretato come un segnale negativo e i fan hanno più volte criticato gli sceneggiatori dell'anime, ritenendoli senza più idee e costretti così a ripescare i vecchi personaggi delle storie precedenti.[52]

Sono state messe in commercio numerose linee di action figure, peluche e portachiavi dedicate al personaggio. Il personaggio compare inoltre in quasi tutti i videogiochi dedicati alla serie. Cell, nonostante rimanga uno degli antagonisti più famosi della serie, non compare in nessuno dei film di Dragon Ball, eccezione fatta per uno spot televisivo trasmesso per promuovere il film Dragon Ball Z: La battaglia degli dei, uscito nel 2013.[53]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Dragon Ball, volume 31, capitolo 365
  2. ^ Dragon Ball, volume 35, capitolo 420
  3. ^ a b Daizenshuu 2: Story GuideShenlong Times, pagina 6
  4. ^ a b DRAGON BALL 大全集 1 COMPLETE ILLUSTRATION. Shueisha. 1995. pp. 206–207. ISBN 4-08-782754-2.
  5. ^ Dragon Ball Z, episodio 143
  6. ^ a b c d e Dragon Ball, volume 31, capitolo 363
  7. ^ a b c Dragon Ball, volume 31, capitolo 364
  8. ^ Dragon Ball, volume 31, capitolo 367
  9. ^ Dragon Ball, volume 31, capitolo 369
  10. ^ Dragon Ball, volume 31, capitolo 370
  11. ^ a b Dragon Ball, volume 31, capitolo 372
  12. ^ a b c Dragon Ball, volume 31, capitolo 373
  13. ^ Dragon Ball, volume 31, capitolo 374
  14. ^ Dragon Ball, volume 32, capitolo 374-376
  15. ^ Dragon Ball, volume 32, capitolo 377
  16. ^ Dragon Ball, volume 32, capitoli 380-382
  17. ^ a b Dragon Ball, volume 32, capitoli 382-383
  18. ^ Dragon Ball, volume 32, capitolo 385
  19. ^ a b c d Dragon Ball, volume 33, capitolo 388
  20. ^ Dragon Ball, volume 33, capitolo 396
  21. ^ Dragon Ball Z, episodio 176
  22. ^ Dragon Ball, volume 34, capitolo 402
  23. ^ Dragon Ball, volume 34, capitolo 403
  24. ^ Dragon Ball, volume 34, capitolo 406
  25. ^ Dragon Ball, volume 34, capitoli 407-408
  26. ^ a b c Dragon Ball, volume 35, capitoli 411-412
  27. ^ a b c d e f g Dragon Ball, volume 35, capitolo 411
  28. ^ Dragon Ball, volume 35, capitolo 412
  29. ^ Dragon Ball, volume 35, capitolo 416
  30. ^ Dragon Ball Z, episodio 195
  31. ^ Dragon Ball Z, episodio 280
  32. ^ Dragon Ball GT, episodio 42
  33. ^ a b c d e f Dragon Ball GT, episodio 43
  34. ^ Dragon Ball GT, episodio 44
  35. ^ Dragon Ball Z, episodio 169
  36. ^ Dragon Ball, volume 30, capitolo 360
  37. ^ Dragon Ball, volume 31, capitolo 371
  38. ^ Dragon Ball, volume 31, capitolo 362
  39. ^ Dragon Ball, volume 35, capitolo 415
  40. ^ Dragon Ball, volume 30, capitolo 358
  41. ^ Dragon Ball, volume 30, capitolo 359
  42. ^ Dragon Ball, volume 30, capitolo 361
  43. ^ Norio Wakamoto Behind The Voice Actors
  44. ^ Cell ... as voiced by ... Norio Wakamoto
  45. ^ Dameon Clarke Behind The Voice Actors
  46. ^ Dale Wilson Behind The Voice Actors
  47. ^ (ES) Doblaje de Dragon Ball y Z para España, eldoblaje.com.
  48. ^ La pagina di Enrico Bertorelli, AntonioGenna.net.
  49. ^ Anime and philosophy - Cell's Game and the Darwinian Model ISBN 978-0-8126-9713-1
  50. ^ Amith, D. Dragon Ball Z - Season Five DVD Review
  51. ^ Smith, D. F. Dragon Ball Z - Season Six DVD Review
  52. ^ Reviews & Ratings for "Dragon Ball GT"
  53. ^ (EN) 2013 Dragon Ball Film's TV Ad Has Voice Cameo by Cell, Anime News Network, 21 marzo 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Akira Toriyama, Dragon Ball, Tokyo, Shūeisha, 1984-1995, ISBN non esistente.
  • (JA) Akira Toriyama, Dragon Ball Daizenshū 2 - Story Guide (Dragon Ball 大全集 2 - Story Guide?), Shueisha, 9 agosto 1995, ISBN 4-08-782752-6.
anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga