Cappuccio Rosso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il personaggio delle fiabe, vedi Cappuccetto Rosso.
Cappuccio Rosso
Universo Universo DC
Nome orig. Red Hood
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Joker
  • Jason Todd
Editore DC Comics
Sesso Maschio
Joker
Universo Universo DC
Alter ego Cappuccio Rosso I
Autori
Editore DC Comics
1ª app. febbraio 1951
1ª app. in Detective Comics Vol. 1[1], n. 168
Sesso Maschio
Jason Todd
Cappuccio Rosso nel film d'animazione Batman: Under the Red Hood
Cappuccio Rosso nel film d'animazione Batman: Under the Red Hood
Universo Universo DC
Alter ego Cappuccio Rosso II
Autori
Editore DC Comics
1ª app. febbraio 2005
1ª app. in Batman Vol. 1, n. 635
Sesso Maschio

Cappuccio Rosso (Red Hood), è un personaggio dei fumetti creato nel 1951 da Bill Finger (testi), Lew Sayre Schwartz e Win Mortimer (disegni), e pubblicato da DC Comics. Cappuccio Rosso è un supercriminale antagonista di Batman, sotto la cui maschera si sono celate differenti identità.

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Cappuccio Rosso è nato nel 1951, quando sull'albo 168 di Detective Comics viene raccontato di come sotto la maschera si celasse Joker[2].

Nel 2005 il personaggio viene ripreso da Judd Winick in Batman: Under The Hood, dove il criminale mette in scacco la criminalità di Gotham City per guidarla, e sotto la cui identità si cela il redivivo Jason Todd[3].

Biografia dei personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Joker[modifica | modifica wikitesto]

La prima persona ad impersonare il cappuccio rosso fu il futuro Joker, un comico fallito caduto in povertà che si allea con due criminali. Egli indossa una sorta di vestito da gentiluomo con tanto di mantello e una sorta di cappuccio rosso. Durante un inseguimento in una fabbrica di prodotti chimici, il criminale finisce nella vasca contenente materiali di scarto, riemergendone come un essere folle con un trucco da pagliaccio indelebile, il cui scopo è uccidere colui che ritiene responsabile della sua trasformazione: Batman.

Jason Todd[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo Robin, un ladruncolo di strada, ucciso dal Joker durante Batman: Una morte in famiglia mentre stava cercando le tracce della madre, creduta fino ad allora morta. Si scoprirà in futuro che è stato resuscitato da Ra's al Ghul; dopo la resurrezione però Jason impazzisce, divenendo il crudele criminale Cappuccio Rosso. Crede che Batman debba uccidere il Joker perché questi lo ha privato del suo amico e compagno.

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Nell'elseworld Kingdom Come (1996), Cappuccio Rosso è in realtà Lian Harper, figlia di Roy Harper e Chesire.

Nel 2004 il personaggio appare nell'ottavo albo di Batman Adventures[4].

Nel videogioco Batman: Arkham Knight del 2015, Jason Todd diventa Cappuccio Rosso dopo aver smesso i panni del Cavaliere di Arkham. A differenza del fumetto non diventa un criminale ma un sanguinario vigilante.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cappuccio Rosso è presente nell'episodio Il mondo parallelo (Deep Cover for Batman!, 2009) della serie animata Batman: The Brave and the Bold: in un universo parallelo dove gli eroi sono cattivi ed i supercriminali buoni, il personaggio (una versione "sana" del Joker) viene catturato dalla Lega dell'ingiustizia e poi aiutato da Batman[5].

Nell'estate 2010 viene distribuito in direct-to-video il film d'animazione Batman: Under the Red Hood, versione animata della saga a fumetti Batman: Cappuccio Rosso (Batman: Under the Hood) sceneggiata dallo stesso autore dei testi del fumetto, Judd Winick[6].

Nella serie Gotham la diciassettesima puntata della prima stagione si intitola Cappuccio Rosso e si concentra su una banda di criminali il quale capo indossa un cappuccio rosso, in contrasto con gli altri neri. Per ottenerlo i membri finiscono per uccidersi l'un l'altro; alla fine, dopo uno scontro con la polizia, i criminali rimasti finiscono uccisi ma, un ragazzo che passa da quelle parti, raccoglie il cappuccio rosso e, indossandolo, mima l'atto di sparare un colpo di pistola, segno che la dinsatia del "cappuccio rosso" continua. Un'altra banda del cappuccio rosso compare nel quinto episodio della terza stagione, Anythng for you: questa volta sono una gang di criminali che indossano tutti un cappuccio rosso, ingaggiati da Butch Gilzean per creare scompiglio in città e, successivamente, fermarli lui stesso per tornare a poter essere il braccio destro del neosindaco Oswald Cobblepot; la banda verrà, successivamente, sterminata dallo stesso Gilzean, il quale sarà poi obbligato da Edward Nygma a travestirsi lui stesso come un membo della banda.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ (EN) Bill Finger (testi), Lew Sayre Schwartz e Win Mortimer (disegni), George Roussos (chine), The Man Behind the Red Hood, in Detective Comics n. 168, DC Comics, febbraio 1951
  3. ^ (EN) Judd Winick (testi), Doug Mahnke (disegni), Batman: Under The Hood, in Batman nn. 635-641, DC Comics, 2005 (tradotto in Batman: Cappuccio Rosso nn. 1-3, Planeta DeAgostini, 2007)
  4. ^ (EN) Ty Templeton (testi), Rick Burchett (disegni), Terry Beatty (chine), Lee Loughridge (colori), Masquerade in Red, in Batman Adventures (vol. 2) n. 8, DC Comics, gennaio 2004
  5. ^ Il mondo parallelo (Deep Cover for Batman!), Batman: The Brave and the Bold, trasmesso originariamente da Cartoon Network il 27-02-2009
  6. ^ Carlo Alberto Montori, "Batman: Sotto il cappuccio" animato, in ComicUS.it, 14 gennaio 2010. URL consultato il 22-04-2010.
DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics