Batman: Arkham Knight

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Batman: Arkham Knight
videogioco
Batman Arkham Knight.jpg
Logo del videogioco
PiattaformaMicrosoft Windows, PlayStation 4, Xbox One
Data di pubblicazioneXbox One:
Flags of Canada and the United States.svg 23 giugno 2015
Flag of Europe.svg 23 giugno 2015
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 24 giugno 2015

PlayStation 4:
Giappone 2 luglio 2015
Flags of Canada and the United States.svg 23 giugno 2015
Flag of Europe.svg 23 giugno 2015
Australia 24 giugno 2015

Microsoft Windows:
Flags of Canada and the United States.svg 23 giugno 2015[1]
Flag of Europe.svg 23 giugno 2015[1]
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 24 giugno 2015[1]
Mondo/non specificato 28 ottobre 2015(ripubblicazione)[2]
Generestealth, Avventura dinamica
TemaFumetto DC Comics
OrigineRegno Unito
SviluppoRocksteady Studios
PubblicazioneWarner Bros. Interactive Entertainment
DesignMartin Lancaster, Sefton Hill, Ian Ball
SerieBatman: Arkham
Periferiche di inputDualShock 4, Gamepad, Tastiera, Mouse
Motore graficoUnreal Engine 3[3]
SupportoBlu-ray Disc, DVD-ROM, Download
Fascia di etàESRBM · PEGI: 18
Preceduto daBatman: Arkham Origins

Batman: Arkham Knight è un videogioco action-adventure del 2015, sviluppato da Rocksteady Studios e pubblicato da Warner Bros. Interactive Entertainment per PlayStation 4, Xbox One e Microsoft Windows.

Si tratta del terzo capitolo della trilogia principale della saga di Batman: Arkham. È stato pubblicato il 23 giugno 2015 in tutto il mondo per le piattaforme PlayStation 4, Xbox One e Microsoft Windows, mentre il 2 luglio dello stesso anno in Giappone, dove è un'esclusiva della console di casa Sony; le versioni per macOS e Linux sono state cancellate.[4]

Il titolo è ambientato in una ridisegnata Gotham City. La mappa è quattro volte più grande di quella di Batman: Arkham City (2011).[5] La grafica dei personaggi e delle ambientazioni è ancora più dettagliata e realistica, di fatto vengono evidenziate anche le reazioni degli abiti o delle parti del corpo (come i capelli) ai movimenti, al vento e alle condizioni climatiche. È stata introdotta la possibilità di guidare la Batmobile, che ha anche un ruolo fondamentale durante la storia del gioco. I nemici per strada sono molto più numerosi e interagiscono con l'ambiente circostante (ad esempio disegnano graffiti sui muri, oppure distruggono automobili e oggetti circostanti). È assente la modalità multiplayer, in quanto l'intenzione di Rocksteady è sempre stata quella di concentrarsi sul single player, mentre fanno il loro ritorno le sfide dell'Enigmista.

A causa di gravi problemi tecnici riscontrati da molti utenti nella versione PC del gioco, la Warner Bros. Interactive Entertainment ne sospende la vendita il 25 giugno 2015, due giorni dopo l'uscita,[6] ripubblicandolo il 28 ottobre 2015.

Indice

Trama[modifica | modifica wikitesto]

[modifica | modifica wikitesto]

È passato poco più di un anno dagli eventi di Batman: Arkham City: il quartiere-prigione è stato sgomberato e ora ospita un imponente sito di costruzione. Un consorzio di uomini facoltosi, alla testa dei quali si trovavano Bruce Wayne e le Wayne Enterprises, avevano avviato un ambizioso progetto di riqualificazione urbana per trasformare quella zona disastrata nel più nuovo dei quartieri di Gotham City; purtroppo, le efferatezze compiute da Hugo Strange e dal suo maestro, Ra's al Ghul, spinsero molti giuristi ad interrogarsi sulla legittimità delle condanne dei detenuti della struttura: molti processi vennero quindi riaperti e tantissimi fra i più efferati criminali di Gotham vennero liberati a causa dell'ingiustizia delle loro precedenti sentenze (persino Quincy Sharp, nonostante il suo legame con Strange, ne uscì pulito). Dopo l'inaspettata morte di Joker, Batman sembrò sparire, incupito da oscure preoccupazioni, e il commissario James Gordon decise infine di cremare il corpo del folle criminale in gran segreto affinché nulla di lui restasse a tormentare la città. La polizia di Gotham e Batman si aspettavano un tumulto come risultato della sparizione di Joker, fra lotte di potere, bande di seguaci in preda alla follia o atti criminali commessi dall'inconsolabile Harley Quinn, ma non accadde nulla: tutti i criminali della città, anche i più feroci, tennero un basso profilo e per molti fu un segno che Batman, essendosi finalmente deciso a uccidere la sua storica nemesi, era riuscito a spaventare i criminali di Gotham abbastanza da farli nascondere. Tanto Gordon quanto lo stesso Cavaliere Oscuro, tuttavia, sapevano benissimo che sarebbe stata solo una questione di tempo prima che qualcosa di terribile accadesse e difatti, nel sottobosco criminale della città, cominciano a spargersi delle voci riguardanti un patto segreto fra i criminali in costume di Gotham e un nuovo "giocatore" apparso sullo scenario della città, qualcuno di potente e terribile di cui tutti hanno paura.

Terrore[modifica | modifica wikitesto]

«Gotham, questo è un ultimatum: abbandonate la città o scatenerò le vostre peggiori paure.»

(Frase introduttiva di Spaventapasseri nel primo trailer)

Durante la notte di Halloween, in un bar di Gotham, qualcosa di terribile accade: una sacca di gas della paura di Spaventapasseri viene introdotta nel locale. Non si tratta, tuttavia, del solito gas allucinogeno: è una miscela nuova e più potente, che lascia effetti permanenti. I presenti vengono subito colti da terribili allucinazioni, impazziscono ed iniziano a massacrarsi a vicenda; in pochi minuti, sono tutti morti. Subito dopo, tutti i maxi-schermi della città iniziano a trasmettere il messaggio di terrore di Jonathan Crane: quello era stato l'effetto di soltanto qualche oncia del suo nuovo composto. Gotham avrà solo 24 ore, poi Spaventapasseri scatenerà l'inferno rilasciando il gas in tutta la città. In pochissime ore, il caos esplode e dei mezzi vengono approntati per far evacuare la popolazione. La notte successiva, la città è semi-deserta: solo alcuni cittadini, la polizia ed i criminali sono rimasti e per le strade esplode la guerra. I criminali come Pinguino, Due Facce e i loro simili iniziano ad uscire dalle tenebre nelle quali si erano nascosti e gettano il panico nelle strade. Gotham è in mano ai pazzi e la polizia non ha neanche abbastanza uomini per farcela: Batman deve entrare in azione.

Nessuno sa dove si trovi Spaventapasseri, né quali siano i suoi uomini; girano, inoltre, voci strane su di lui: alcuni dicono che, sotto la maschera, il suo volto sia completamente sfregiato a causa di Killer Croc (l'ultima volta che Batman vide Crane, infatti, questi veniva trascinato in acqua dall'uomo-coccodrillo durante gli eventi di Batman: Arkham Asylum), secondo altri si sarebbe sfregiato da solo. Quel che è certo è che la sua determinazione ha qualcosa di diverso e soprattutto non è solo: in giro si parla, infatti, di un complice misterioso. La polizia è troppo impegnata a sedare le rivolte, arginare la guerriglia urbana e prepararsi per una possibile diffusione del nuovo gas per investigare; Gordon fa del suo meglio, sollevato dal pensiero che sua figlia Barbara sia stata evacuata e che quindi sia al sicuro. Ma non è così: Barbara è in realtà Oracle ed è rinchiusa nel suo quartier generale segreto con i suoi computer, per dare supporto tattico a Batman in una situazione tanto estrema e pericolosa. Oltre che su di lei, Bruce può contare sull'aiuto di tutti i suoi alleati: Lucius Fox e Alfred sono sempre in contatto con lui, mentre Robin (Tim Drake) sta pattugliando la città, aiutando chi ne ha bisogno.

Batman ha un doppio compito: scoprire l'ubicazione di Crane e trovare il più in fretta possibile un antidoto per il suo nuovo potentissimo gas. L'unico indizio che si ha è la presenza di un veicolo militare in città di origine sconosciuta: si tratta di un carro armato estremamente avanzato, qualcosa di ben al di là del solito arsenale dei criminali di Gotham. Sul veicolo sono state dipinte delle insegne, come dei marchi, che ricordano molto il logo dell'ormai distrutto manicomio di Arkham. Batman rintraccia il tank a Chinatown e riesce a metterlo fuori gioco con la sua nuova Batmobile, un nuovissimo modello messo da poco a punto da Fox, equipaggiato con armi non letali di soppressione della guerriglia urbana e con veri propri cannoni bellici. Batman interroga il guidatore del veicolo militare, il quale gli parla di un rifugio dello Spaventapasseri a Chinatown; il Cavaliere Oscuro lo stordisce e gli sottrae una siringa contenente il nuovo composto di Crane, mandandolo immediatamente ad Oracle per farlo analizzare nella speranza di trovare un antidoto e si dirige al rifugio indicatogli; sfortunatamente, quando vi irrompe, non trova affatto lo Spaventapasseri, ma degli uomini che stanno tenendo in ostaggio Poison Ivy. Batman la libera e le chiede cosa voglia da lei Crane: Ivy non sa molto; era in prigione a Blüdhaven, quando Harley Quinn ha fatto irruzione per liberarla e proporle un accordo. La vedova di Joker voleva che si unisse a lei e al consorzio di super-criminali messo in piedi da Crane e da un suo misterioso complice, ma rifiutò e venne fatta prigioniera. Crane ha un piano per Gotham, qualcosa di grosso, e non sono ammessi dissidenti. Batman scorta Ivy al commissariato, sotto al quale sono state allestite un'infermeria e una prigione di emergenza. Ivy viene rinchiusa in una cella speciale e mentre ogni poliziotto della città fa del suo meglio per gestire il caos dilagante, Batman continua la sua caccia. Ora è diretto alla Torre dell'orologio di Gotham, dove Oracle ha il suo quartier generale.

Cavaliere di Arkham[modifica | modifica wikitesto]

Le indagini di Oracle hanno prodotto meno risultati di quanti Bruce sperava: Barbara è infatti ancora lontana dal capire come agisca il composto o come neutralizzarlo. L'unica cosa certa è che la sintetizzazione di una simile sostanza richiede un processo che produce uno specifico picco di radiazioni. Batman e Oracle scansionano la città alla ricerca di quella marca energetica, individuando il sito di produzione della tossina di Crane: i nuovi laboratori della ACE Chemicals. È lì che Batman deve dirigersi immediatamente se vuole impedire che in città venga rilasciato il gas. Gordon ne viene informato e si dirige agli stabilimenti con tutti gli uomini di cui dispone; Batman invece frena i tentativi di Robin di raggiungerlo per aiutarlo. Bruce sa, tuttavia, che dovrà affrontare tutte le forze di Crane in massa, per cui si fa inviare da Fox la nuova corazza da lui concepita: un'armatura più resistente, leggera e flessibile.

Quando Batman arriva agli stabilimenti e si ricongiunge con la polizia riceve una brutta sorpresa: gli stabilimenti ACE ospitano centinaia di uomini armati, decine di carri armati e armi di ultima generazione; degli aerei da cargo stanno atterrando, facendo scendere truppe armate sufficienti ad occupare l'intera città in un vero e proprio assedio. Alla testa di questo esercito c'è un uomo misterioso, una faccia nuova, il complice di Spaventapasseri: nessuno sa nulla di lui, tranne che si fa chiamare "il Cavaliere di Arkham". Oracle non riesce a trovare informazioni su di lui, tranne qualche voce che lo collocherebbe a capo di una struttura di addestramento militare in Venezuela e le informazioni riguardanti un enorme esborso di denaro per il pagamento di centinaia di mercenari, di tutte le loro attrezzature e di svariate basi a Gotham. Bruce riesce a salvare i superstiti fra gli impiegati della ACE Chemicals tenuti in ostaggio e scopre che Crane è all'impianto di depurazione: questi, infatti, ha sintetizzato galloni della sua tossina ed ora li vaporizzerà e farà esplodere l'intero stabilimento, creando una nube di gas allucinogeno che ricoprirà l'intera Costa Est degli Stati Uniti.

Batman deve correre a fermarli, ma viene intercettato e bloccato dal Cavaliere di Arkham: la corazza che il misterioso criminale indossa ricorda molto quella dello stesso Batman, salvo il fatto che cela completamente il suo viso e ne camuffa la voce. Il Cavaliere di Arkham dimostra subito di non essere affatto un mercenario qualsiasi: quali che siano i suoi legami con Crane e l'origine della loro alleanza, questo nuovo nemico è un combattente fenomenale, quasi quanto lo stesso Batman, e, cosa ancora più importante, conosce il Cavaliere Oscuro alla perfezione e non ne fa un mistero, vantandosene e dimostrando tutte le sue conoscenze. Potrebbe addirittura uccidere Batman, ma non lo fa: Crane ha dei grandi piani per lui e deve arrivarci vivo. Ciononostante, Batman deve anche essere fermato prima che metta i bastoni fra le ruote a Spaventapasseri e quindi il Cavaliere di Arkham gli manda contro tutti i suoi uomini e decine di carri armati. Batman riesce a sconfiggerli usando la Batmobile e, nonostante tutti i loro sforzi, riesce a raggiungere la stanza in cui si trova Crane. Spaventapasseri è nella sala di controllo e sta finendo di sintetizzare gli ultimi galloni di sostanza, pronto a farla esplodere, quando Batman vi irrompe: dinanzi a lui, Crane inaspettatamente si arrende, asserendo "Ho il pieno controllo di tutto"; Batman lo torchia per farsi dire come fermare la reazione, ma lui gli risponde che se non lo lascerà andare Barbara Gordon morirà. Bruce, incredulo, cerca di chiamare Oracle, ma le comunicazioni con la torre sono interrotte: il Cavaliere di Arkham l'ha presa. Approfittando della sua distrazione, Crane fugge e sigilla Batman nella sala di controllo: mancano pochissimi secondi all'esplosione e Batman deve scegliere se usarli per tentare di fuggire o per disinnescare l'esplosione. Batman inizia ad immettere l'agente neutralizzante nelle cisterne di tossina di Spaventapasseri: ciò non fermerà l'esplosione, ma ridurrà enormemente la gittata della nube di gas, circoscrivendola al solo stabilimento. Tutto si fa confuso mentre Bruce completa la complessa procedura inalando sempre di più il gas della paura che sta eruttando da ogni condotto; le voci di Alfred e Robin che lo supplicano di uscire si confondono, ma Bruce è pronto a morire. Il Cavaliere Oscuro riesce ad ultimare il compito, ma alla fine è stremato dalle allucinazioni: si volta e si trova davanti Joker, vivo e ancora malato, che ride e gli spara in testa.

L'ombra del passato[modifica | modifica wikitesto]

In un flashback si ripercorrono degli eventi accaduti alcuni mesi prima: Batman fece venire Gordon in un suo rifugio segreto situato negli ormai abbandonati Panessa Studios, dove ha messo in piedi un vero e proprio centro di ricerca per risolvere una crisi gravissima. Quando, durante gli eventi dell'anno precedente, Joker inviò decine di sacche del suo sangue infetto a tutti i centri trasfusionali di Gotham, Batman e i suoi alleati riuscirono a prevenire il dilagare della sua infezione e a ritirare tutte le sacche trasfusionali; nel caos di quei giorni, tuttavia, qualcuna sfuggì e quattro persone (un preside, una direttrice esecutiva delle Queen Industries, un cantante ed un pugile) furono contaminate dal sangue infetto a causa di trasfusioni non registrate; mesi dopo, tre di quelle quattro persone iniziarono a manifestare sintomi di un inspiegabile alterazione della personalità e pian piano anche alcuni loro tratti fisici iniziarono a mutare: la pelle stava impallidendo e i capelli stavano divenendo verdi. Quelle persone erano state infettate da una forma aggressiva e incredibilmente evoluta della malattia di Creutzfeldt-Jakob: stavano diventando Joker. Solo tre di loro, tuttavia, stavano manifestando questi sintomi: il quarto, il prof. Henry Adams, era inspiegabilmente immune. Batman, una volta scoperta questa orribile verità, fece qualcosa di terribile: rapì queste quattro persone e le rinchiuse per studiarle; monitorando il paziente immune avrebbe potuto sintetizzare una cura. Nonostante le sue buone intenzioni, Batman aveva commesso un reato gravissimo: data l'amicizia con Gordon, Bruce voleva essere sincero con lui e dirgli tutto, ma Jim notò che in quel laboratorio segreto c'erano quattro prigionieri per cinque celle. Anche Batman era stato infettato col sangue di Joker durante gli eventi di Arkham City, e, benché avesse assunto una cura, voleva essere pronto a un possibile riaffiorare di una mutazione. Nulla terrorizzava Batman più dell'idea di perdere la propria mente e diventare Joker. A questo punto, si scatenò la crisi provocata da Spaventapasseri e Batman fu costretto ad abbandonare il laboratorio, lasciando le ricerche in mano a Robin.

Legami spezzati[modifica | modifica wikitesto]

Batman si riprende lentamente: si trova ancora all'interno della sala comandi della ACE Chemicals e, sebbene sia riuscito a ridurre drasticamente l'efficacia della tossina, l'impianto sta per esplodere. Joker è ancora in piedi davanti a lui, lo chiama per nome e parla di cose che non può conoscere: è un'allucinazione causata dal gas di Spaventapasseri, un gas con cui è stato profondamente intossicato e che lo tormenterà per chissà quanto tempo. Batman usa la Batmobile per distruggere la porta blindata del centro di comando e con essa fugge verso l'esterno; la ACE Chemicals salta in aria, eruttando una piccola nube tossica prima di crollare in frantumi nell'acqua della baia. Gotham è salva per ora, ma quella non era la fine del piano dello Spaventapasseri e il Cavaliere di Arkham, nel frattempo, oltre ad aver rapito Barbara ha dispiegato i suoi uomini per tutta la città rendendola, di fatto, una zona di guerra.

Bruce sfreccia verso il commissariato, tormentato ancora dalle visioni di Joker; deve raccontare tutto a Jim e dirgli di sua figlia. Gordon aspettava Batman preoccupatissimo dopo aver visto l'esplosione; il Cavaliere Oscuro gli racconta tutto e gli dice che sua figlia è stata rapita. Gordon è atterrito ed incredulo, avendo creduto che la figlia fosse al sicuro fuori da Gotham City. Bruce scorta il suo vecchio amico alla Torre dell'orologio per indagare insieme sulla sparizione e lì gli racconta tutto: di come Barbara fosse stata Batgirl prima che Joker la paralizzasse e di come da quel giorno avesse continuato a lavorare per lui come Oracle. Gordon va su tutte le furie e gli urla in faccia che è un pazzo e che non avrebbe mai dovuto fidarsi di lui, ma nonostante il pericolo è determinato ad andare alla ricerca di sua figlia, stavolta da solo. Batman capisce che ha appena perso il suo più grande alleato; dovrà rimediare a quanto accaduto e per ritrovare Barbara analizza le telecamere a circuito chiuso della Torre dell'orologio, per capire dove e in che modo è stata portata via. Le telecamere riprendono chiaramente il Cavaliere di Arkham che porta via Oracle caricandola su un furgone. Tramite lo scanner della Batmobile, il Cavaliere Oscuro segue le particolari orme degli pneumatici che potrebbero permettere di scoprire al detective dove effettivamente Barbara è stata portata, ma tutto ciò che trova è la carcassa della macchina andata in frantumi a causa di un incidente. Tramite le sue doti investigative e il suo arsenale di gadget, Batman ricostruisce l'intera scena dell'incidente, trovando un indizio lasciato da Barbara: uno scrambler criptato contenente i dati necessari a impostare l'attrezzatura del suo costume e della Batmobile per captare le comunicazione del Cavaliere di Arkham e rintracciarlo. Giunto alla sua base, Batman affronta nuovamente il Cavaliere di Arkham e viene sconfitto; l'avversario lo ferisce sparandogli e poi gli manda contro i suoi uomini ed altri carri armati. Batman riesce a sconfiggere i nemici ed infine insegue il Cavaliere di Arkham per le strade (quest'ultimo era salito su un blindato) ed infine disabilita il mezzo, solo per scoprire che dentro al blindato vi è un uomo del Cavaliere e non lui. Il Cavaliere lo schernisce su un canale criptato affermando di essere sempre un passo avanti a lui; Batman va dunque su tutte le furie e torchia lo scagnozzo del Cavaliere per ottenere informazioni, il quale gli dice di dirigersi dal Pinguino, visto che è stato lui ad armare il Cavaliere. Con l'aiuto di Nightwing, ossia Dick Grayson (il primo Robin), Batman riesce a distruggere un deposito d'armi del Pinguino e, dopo averlo interrogato, scopre un nome: Simon Stagg, il proprietario di un'azienda farmaceutica. Batman raggiunge i dirigibili della compagnia di Stagg e scopre che lo Spaventapasseri vuole usare uno strumento chiamato Nubifragio per diffondere il gas della paura. Spaventapasseri riesce a fuggire, ma Batman scopre l'ubicazione di Barbara Gordon a Chinatown, dov'era rinchiusa Poison Ivy, e nonostante Bruce tenti di salvarla la ragazza muore dopo che Spaventapasseri riempie la stanza con il suo gas e Barbara si suicida in preda alle allucinazioni.

Batman, distrutto, si allea con Poison Ivy per contrastare la tossina visto che lei ne era immune; Ivy accetta, ma per sconfiggere la tossina Batman deve equipaggiare la sua auto con un nuovo sonar: la donna lo ha infatti incaricato di cercare delle enormi piante mutanti capaci di assorbire la tossina, che si trovano nei più profondi abissi di Gotham. Il Cavaliere Oscuro ne trova una e la fa sorgere da sotto terra per mezzo del sonar. Nel frattempo, Alfred è stato incaricato di trovare il dispositivo Nubifragio tramite una scansione con il Batwing; la ricerca però è compromessa da due torri da combattimento della milizia, che schermano le radiazioni emesse dal dispositivo. Batman le distrugge con la Batmobile e, dopo che il Batwing individua il Nubifragio, il Crociato Incappucciato si reca alla Torre dell'orologio per esaminarne i dati: il Nubifragio è un apparecchio in grado di diffondere la tossina della paura su larga scala e si trova all'interno di un carro armato della milizia.

La nuova vendetta di Harley Quinn[modifica | modifica wikitesto]

Alla Torre arriva una richiesta di aiuto da parte di Henry Adams: Harley Quinn è tornata e vuole vendicarsi di Batman. La psicopatica fidanzata di Joker vuole prendere con sé gli individui infettati dal sangue del suo amato perché crede che in loro sia ancora vivo lo spirito del clown principe del crimine. Il Cavaliere Oscuro, arrivato agli studi cinematografici, neutralizza gli scagnozzi messi di guardia e, con l'ausilio di uno speciale sintetizzatore vocale, apre le porte dei Panessa Studios (Harley aveva precedentemente impostato l'apertura delle porte in modo tale che i comandi vocali riconoscessero solo la sua voce). A questo punto, Batman e Robin devono recuperare i tre infettati da Joker e ci riescono dopo alcuni combattimenti contro i tirapiedi di Harley e contro gli stessi infettati. Durante il tragitto, Batman ha delle allucinazioni riguardanti Jason Todd, il secondo Robin, che Joker ha ucciso in modo brutale dopo averlo torturato per un anno intero all'interno del manicomio di Arkham e averlo spinto ad odiare Batman stesso.

Dopo aver sconfitto anche Quinn, il Dinamico Duo si reca nella sala delle celle dove li sorprende un evento inatteso: i tre "Joker" sono stati uccisi da Henry, il quale è anche responsabile dell'abbassamento delle difese degli studi e, quindi, dell'irruzione di Harley. L'uomo si rivela come quarto "Joker", è in delirio e punta una pistola contro Batman. Improvvisamente, gli occhi del Cavaliere Oscuro diventano verdi perché l'allucinazione di Joker lo tormenta dicendogli di uccidere Henry, ma quest'ultimo si suicida. Anche Tim si accorge del cambiamento di Bruce e, dopo aver rinchiuso Harley in una cella, ordina anche a Batman di farsi rinchiudere. Dopo aver avuto un'allucinazione di Jason Todd, Bruce rinchiude Robin al suo posto; a questo punto, si potrà decidere se informare Tim riguardo alla morte di Barbara e, se si deciderà di farlo, egli lo insulterà e andrà su tutte le furie.

La riconquista della città[modifica | modifica wikitesto]

Il Cavaliere Oscuro lascia Robin rinchiuso nella cella, esce dagli studi e va ad aiutare Poison Ivy distruggendo i droni della milizia che attaccano la pianta gigante. Dopo aver distrutto i droni, Batman ordina a Poison Ivy di andarsene; i miliziani hanno compreso la funzione della pianta e conoscono la posizione di Ivy, perciò restando lì sarebbe in pericolo. Improvvisamente, il Nubifragio viene attivato: la tossina di Spaventapasseri si diffonde in tutta la città, facendo impazzire tutti i criminali e i delinquenti rimasti nelle strade. Poison Ivy si salva restando nella pianta gigante e Batman può solamente planare col suo mantello rimanendo al di sopra dell'enorme nube tossica. Il Nubifragio deve essere distrutto, ma per farlo si deve necessariamente riparare la Batmobile, danneggiata a causa del gas della paura. L'unico che può fare qualcosa è sicuramente Stagg, il creatore del Nubifragio. Il Cavaliere Oscuro si reca nuovamente ai dirigibili e trova il magnate farmaceutico nascosto in una botola tramite l'analisi delle impronte digitali sparse lì intorno. Acquisito un nuovo nucleo per la Batmobile, che le permette di resistere al potere distruttivo della tossina, e rinchiuso Stagg in una cella per aver aiutato Spaventapasseri, Batman decide di riparare il suo veicolo, ma così facendo si espone al gas.

Il nostro eroe riesce a entrare nella Batmobile, visibilmente spossato a causa della tossina, e, dopo aver trovato un'altra pianta gigante, distrugge i blindati di supporto al carro armato contenente il Nubifragio, guidato dal Cavaliere di Arkham in persona. Dopo aver individuato i punti deboli del veicolo corazzato, Batman distrugge il Nubifragio e lotta contro il Cavaliere, che riesce comunque a tagliare la corda a causa di un'altra allucinazione che Batman ha di Joker. Improvvisamente, Ivy chiede aiuto a Batman e questi, recandosi da lei, si accorge che non riesce a neutralizzare la tossina e che potrebbe morire per quanto sta soffrendo. Ivy è troppo preoccupata per il destino delle sue piante e, con un immane sforzo, riesce a eliminare una volta per tutte il gas di Crane. L'enorme fatica adoperata le costerà la vita e morirà tra le braccia di Batman, affermando con voce flebile "La natura vince sempre".

In quel momento, Alfred informa il Cavaliere Oscuro di una trasmissione S.W.A.T ricevuta al commissariato e ciò è strano, in quanto nessun agente S.W.A.T. è operativo. Batman decripta il messaggio scoprendo che si tratta del commissario Gordon e decide di andare a salvarlo rintracciandolo col numero identificativo della radio di questi. Il segnale lo conduce ad un vecchio centro commerciale abbandonato costruito sotto terra: lì scenderà con la Batmobile, dove affronterà nuovamente il Cavaliere di Arkham che si troverà a bordo di un'imponente scavatrice. Batman riesce a vincere lo scontro intrappolando il Cavaliere in alcuni tunnel contenenti esplosivi e si salva in extremis dopo che il suo nuovo nemico ha distrutto la Batmobile. Il nostro eroe risale attraverso il tunnel e trova finalmente Gordon, ma alle sue spalle il Cavaliere di Arkham gli punta una pistola e rivela la sua identità: è Jason Todd, che ha voluto allearsi con i criminali di Gotham al fine di vendicarsi di Batman per non averlo salvato da Joker e per averlo rimpiazzato poco dopo con Tim. Batman affronta Jason, cogliendolo di sorpresa nelle varie posizioni di vedetta; alla fine, lo disarma e gli dice che gli dispiace e che lui rimarrà sempre Robin. Jason scompare e il Cavaliere Oscuro libera Gordon; insieme salgono sul tetto dell'edificio con l'ascensore e, durante la salita, il commissario rivela a Batman di essere a conoscenza della sua identità segreta. Sul tetto i due vedono Crane che, sicuro di sé, continua a ripetere che sconfiggerà per sempre Batman. A questo punto, Gordon punta la pistola contro Batman: il rapimento del commissario era tutto un trucco per incastrare l'eroe di Gotham. Jim ha un valido motivo per commettere il tradimento: ha stretto un accordo con Spaventapasseri affinché rilasci sua figlia, che è ancora viva. Barbara viene portata dai miliziani al cospetto di Crane e sotto gli occhi increduli di Batman, che l'ha vista morire. Gordon allora spara contro Batman, che cade giù dall'edificio. Spaventapasseri allora inganna il commissario: non voleva la morte dell'eroe, ma solo che lo consegnasse nelle sue mani. Crane fa quindi cadere la ragazza dall'edificio ma viene salvata da Batman, che è ancora vivo: Jim non avrebbe mai potuto uccidere il suo amico, infatti ha mirato al punto più corazzato dell'armatura di Bruce.

I due vengono attaccati da alcuni droni che Batman distrugge con una nuova Batmobile inviata da Lucius tramite il Batwing; intanto, Jim è stato rapito da Spaventapasseri, e Barbara e Bruce, decisi a fermarlo, si dirigono alla stazione della polizia. Da lì, la giovane Gordon aiuta il Cavaliere Oscuro a fermare un gruppo di miliziani intenti ad attaccare la Torre dell'orologio per comprometterne i dati informatici necessari al ritrovamento del commissario. Trovata una breccia nella rete della milizia, Barbara aiuta Bruce a distruggere un enorme contingente di droni che stanno attaccando il commissariato e successivamente lo aiuta ad attivare delle trappole per mettere KO alcuni miliziani che si trovano sul tetto.

Dopodiché, Batman riceve una chiamata da Crane: questi lo avverte dicendogli che ha rapito Robin, che si trovava rinchiuso nella cella dei Panessa Studios, e che se vuole salvarlo deve arrendersi a lui. Il Cavaliere Oscuro si reca nel magazzino indicato dallo Spaventapasseri dove consegna cintura e gadget e sale su un furgone diretto al manicomio di Arkham. Durante il percorso, la sua mente è pervasa da un'allucinazione riguardante i suoi genitori e da alcuni Joker che non gli danno tregua. Batman nella sua mente uccide Joker e per questo si sente distrutto, ma non è ancora finita; il furgone arriva ad Arkham dove lo Spaventapasseri incatena il Cavaliere Oscuro e lo porta da Robin e da Gordon.

Fine dei giochi[modifica | modifica wikitesto]

Crane vuole distruggere la leggenda di Batman e per questo ordina al commissario di smascherare il Crociato Incappucciato davanti a una telecamera che trasmette in tutto il mondo, minacciando Robin con una pistola. L'intero pianeta scopre quindi che Batman è in realtà Bruce Wayne, ma il vero obiettivo di Spaventapasseri è quello di spaventare l'eroe tramite la tossina in modo che le persone perdano la speranza e siano travolte dal terrore.

La tossina di Crane libera definitivamente Joker, che, preso il controllo della mente di Bruce, è ora pronto per seminare morte e follia nelle strade della città e ride di fronte alle minacce di Spaventapasseri che, stizzito, gli inietta un'altra dose di tossina. Ora è il pagliaccio principe del crimine ad essere esposto ad essa e cade preda della sua più grande paura: essere dimenticato. In una lunga sequenza onirica simile ad un sogno, Joker scopre che ad un anno di distanza dalla sua morte quasi tutti si sono scordati di lui, con la sola eccezione di Harley Quinn, l'unica a ricordarlo e piangerlo. Oltretutto, Gotham City intende istituire un museo al più grande nemico di Batman, cioè Pinguino, non a Joker, che si considerava la nemesi del Cavaliere Oscuro. Batman, proprio come Joker ha fatto con lui per tutto il corso del gioco, comincia ad instillare in lui sempre più paura finché non riesce definitivamente a rinchiuderlo nella parte più remota della sua mente e della sua coscienza. Debellato Joker, Batman è definitivamente libero e, riacquistata la lucidità, dice a Crane di non avere paura.

(EN)

«I am the vengeance. I am the night. I am Batman!»

(IT)

«Io sono la vendetta. Io sono la notte. Io sono Batman!»

(Batman a Joker prima di sconfiggerlo definitivamente)

Spaventapasseri allora lo minaccia con la pistola, ma in quell'istante arriva Jason che, ravvedutosi, libera Bruce dalle catene, permettendogli di iniettare a Crane la sua stessa tossina e questi, preda della sua terribile paura, ovvero Batman, viene messo KO da Gordon. Ripresa la maschera, Batman porta Spaventapasseri, terrorizzato, al commissariato e nonostante la rivelazione del suo più grande segreto decide comunque di ristabilire l'ordine a Gotham per un'ultima notte affrontando i nemici rimasti. Al termine di tutte queste missioni, Batman può attivare il protocollo Knightfall: Bruce contatta Gordon per informarlo che la città è al sicuro, dopodiché depone la maschera, distrugge il Batsegnale e raggiunge villa Wayne dove si sono radunati molti cittadini e tutta la stampa guidata da Vicky Vale; davanti allo stupore di tutti, la villa esplode con Alfred e Bruce all'interno: è l'unico modo per il Cavaliere Oscuro di proteggere le persone a lui vicine ed evitare che queste siano perseguitate a causa sua.

Poco tempo dopo, Gordon è diventato sindaco di Gotham e, andando al matrimonio di Barbara e Tim, racconta di come ci fu un'inchiesta per la morte di Bruce Wayne e che ormai la città è sicura grazie al suo più grande amico. Tutto sembra tranquillo, ma all'improvviso, in un vicolo di Gotham, una famiglia benestante viene attaccata da due delinquenti proprio come era successo a Bruce Wayne da piccolo; i due malintenzionati notano, tuttavia, una strana e oscura figura somigliante a Batman sul tetto di un edificio ma, dopo aver affermato a gran voce di non essere impauriti poiché "Batman è morto", questa inizia ad emanare uno strano fumo nero e si trasforma in una figura semi-demoniaca dalle fattezze di un pipistrello che plana verso i borseggiatori, mentre questi urlano di terrore.

Missioni secondarie "Ricercati"[modifica | modifica wikitesto]

Prima il dovere[modifica | modifica wikitesto]

Aaron Cash parla a Batman di una squadra di vigili del fuoco dispersa: diciassette pompieri sono infatti sparsi in tutta la città e ognuno è tenuto in ostaggio da un gruppo di rivoltosi. Dopo aver salvato i pompieri, Batman salverà anche il caposquadra Underhill, che confesserà di aver collaborato con Firefly affinché lui bruciasse edifici in disuso; il suo desiderio era di evitare i tagli del personale dando più lavoro ai suoi uomini. Pentito Underhill e si farà rinchiudere nel commissariato.

Il crimine perfetto[modifica | modifica wikitesto]

Batman viene chiamato a indagare su alcuni strani omicidi esaminando sei cadaveri sparsi in tutta la città rintracciabili sentendo le registrazioni di musica lirica lasciate accanto alle vittime. Il colpevole si scoprirà essere Latzo Valentin, alias Professor Pyg, un maniaco ossessionato dal "correggere" le persone che presentano delle anomalie fisiche. Batman alla fine riuscirà a sconfiggerlo e a rinchiuderlo al commissariato.

La vendetta dell'Enigmista[modifica | modifica wikitesto]

Questa è la più lunga delle missioni secondarie. L'Enigmista, umiliato per la sconfitta subìta per mano di Batman ad Arkham City, ha alzato la posta in gioco nella sua sfida per dimostrare di essere più intelligente del Cavaliere Oscuro rapendo Catwoman e applicandole un collare esplosivo bloccato con varie serrature: Batman dovrà superare i suoi giochi diabolici per salvarla.

  • Enigmi: come al solito, Batman dovrà risolvere enigmi che hanno come soluzione oggetti da analizzare. Risolvendoli, si sbloccheranno le Storie di Gotham City, che contengono informazioni sulle origini dei personaggi del gioco e sui destini di altri personaggi non comparsi.
  • Trofei: come sempre, Batman dovrà interrogare gli informatori di Nigma per farsi rivelare la posizione dei suoi trofei e raccoglierli.
  • Sfide con la Batmobile: raccogliendo informazioni, Batman scoprirà dove si trovano i vari nascondigli dell'Enigmista; qui si svolgeranno sfide con la Batmobile: a volte bisognerà completare una gara di velocità, altre volte Batman dovrà controllare la Batmobile a distanza e usarla per liberarsi il passaggio. Al termine della sfida, Nigma mostrerà a Batman una mappa della stanza dell'orfanotrofio dove si trova Catwoman, che indica la posizione di una delle chiavi del suo collare in mezzo ad altre chiavi false, e, osservandola, il giocatore dovrà usare Catwoman per prelevare la chiave giusta.
  • Sfide in coppia: a volte Batman verrà invitato a partecipare a delle sfide in coppia con Catwoman; queste sfide includono sia prove con trappole mortali sia sfide di combattimento contro i robot dell'Enigmista. Al termine di ogni sfida, Catwoman riceverà una chiave.
  • Scontro finale: quando avranno completato tutte le sfide, Batman e Catwoman potranno affrontare l'Enigmista in persona: questi, tuttavia, non li affronterà a mani nude, ma combatterà all'interno di un gigantesco Mech e servendosi di un esercito di robot. Al termine dello scontro, prima di portare Nigma alla centrale, Batman saluta la sua amica, dicendo che ormai è finita e che Gotham ha bisogno di qualcuno migliore di lui; Selina dirà allora che alcune cose non si possono fare da soli e i due si baciano prima che Bruce si allontani, dicendo che altre cose invece sono un dovere.

Gotham a fuoco[modifica | modifica wikitesto]

Firefly è tornato e, desideroso di vendicarsi su Batman dopo il loro precedente incontro, intende bruciare le stazioni dei pompieri di Gotham. Batman lo incontrerà per tre volte, inseguendolo con la Batmobile e attaccandolo quando sarà abbastanza vicino. Dopo l'ultima volta, il criminale sarà messo dietro alle sbarre.

Erede del cappuccio[modifica | modifica wikitesto]

Bruce nota, sulla cima di un palazzo, un segnale infuocato a forma di pipistrello: si tratta di Azrael, che l'Ordine di San Dumas ha mandato a Gotham per ricordargli la profezia dell'anno precedente. Il paladino sostiene che ci sarà bisogno di un nuovo Batman e questi, vedendo in lui un possibile successore, lo sottopone a diverse simulazioni in Realtà Aumentata dove non potrà usare la sua spada. Mentre affronta tali prove, Alfred scopre la sua vera identità, Michael Lane, e nota un'anomalia nel suo cervello: Bruce si dirige alla Torre dell'orologio per analizzarlo e scopre che gli è stato impiantato un chip con falsi ricordi sul crociato Azrael con cui l'Ordine lo controlla. Improvvisamente, Azrael entra nella torre: l'Ordine gli ha ordinato di uccidere Batman, ma questi gli lascia la scelta di adempiere tale incarico o sottrarsi. Se si sceglierà di uccidere Batman, quest'ultimo disarmerà Azrael e lo condurrà in carcere; se, invece, si sceglierà di non farlo, Azrael si guadagnerà il rispetto di Batman e, dopo averlo salutato, prometterà vendetta contro l'Ordine. Si può anche scegliere di afferrare la spada ma poi cambiare idea e distruggerla.

Creatura della notte[modifica | modifica wikitesto]

Salendo su un tetto di Miagani Island, Batman per poco non viene ucciso da uno strano mutante uomo-pipistrello; Bruce gli preleva del sangue e scopre che la creatura (soprannominata Man-Bat) è in realtà il dottor Kirk Langstrom. Nel suo laboratorio, Batman scopre che lo scienziato stava creando un siero col DNA del pipistrello vampiro per curare la sordità, ma quando se lo iniettò perse il controllo, finendo per uccidere sua moglie Francine e diventando Man-Bat. Dopo aver sintetizzato una cura, Batman dovrà trovare di nuovo Man-Bat e iniettargli il siero per due volte prima di portarlo alla polizia, dove verrà messo nella cella di isolamento speciale e, una volta scoperta la verità, si dispererà per quanto fatto.

Bandito a due facce[modifica | modifica wikitesto]

L'obiettivo è fermare tre rapine in banca organizzate da Due-Facce. Ogni fase della missione si divide in due parti. Nella prima parte, Batman deve mettere KO il numero indicato di scagnozzi prima che rubino troppo denaro: la cosa risulta piuttosto facile, dato che i criminali sono impegnati a rubare quante più banconote possibili e, a causa del forte rumore dell'allarme, non possono sentire Batman. Quando verrà raggiunto il numero di KO necessari, Due-Facce spegnerà l'allarme e i suoi scagnozzi staranno più all'erta e bisognerà sconfiggerli in modo silenzioso. Durante l'ultima rapina, si affronterà Due-Facce in persona e lo si dovrà poi portare alla centrale di polizia.

Contrabbando d'armi[modifica | modifica wikitesto]

Nightwing contatta Batman ogni volta che rintraccerà un camion di Pinguino, dedito come suo solito al traffico di armi. Batman dovrà piazzare un dispositivo di localizzazione sul camion e seguirlo senza farsi vedere. Una volta raggiunto il deposito d'armi, dovrà collaborare con Nightwing per sconfiggere gli uomini di Cobblepot e distruggerlo (il primo deposito viene distrutto nella modalità Storia). Dopo aver distrutto da solo il quinto deposito, Batman riceve un messaggio da Pinguino, che è riuscito a rapire Nightwing; Bruce raggiunge l'ultimo deposito e salva il suo amico. Prima di lasciarlo, Batman si congratula con Dick per il suo coraggio e (se la storia principale è già stata completata) gli dice di prepararsi al protocollo Knightfall.

Amico in difficoltà[modifica | modifica wikitesto]

Bruce nota che Lucius non risponde più alle sue chiamate e si dirige alla Wayne Tower per controllare la situazione: sembra che Fox sia stato preso in ostaggio e il colpevole sarebbe Bruce Wayne. Batman però capisce subito chi è il vero responsabile: Thomas Elliott, alias Hush. Quest'ultimo, infatti, dopo l'incontro ad Arkham City, intendeva usare le fattezze di Bruce per rubargli tutto e ora vuole che gli venga portato il vero Wayne. Batman allora si toglie la maschera e, approfittando dello stupore di Elliott, lo mette KO e lo lascia nelle mani di Lucius.

Vittima sacrificale[modifica | modifica wikitesto]

Barbara avverte Bruce che Jack Ryder, il famoso reporter, è scomparso mentre si trovava sull'isola della Lady of Gotham. Sul posto, Batman scopre che il responsabile del rapimento è il diacono Blackfire, un fanatico religioso che vuole uccidere Jack come vittima sacrificale. Batman, però, sconfigge tutti i devoti e ferma Blackfire prima che possa immolare il giornalista.

Armato e pericoloso[modifica | modifica wikitesto]

L'obiettivo è distruggere tutti i carri blindati della milizia che ancora occupano le strade di Gotham e far arrestare i luogotenenti alla loro guida. Ogni volta che Alfred individua un nuovo blindato in cercolazione l'obiettivo è inseguirlo e distruggerlo utilizzando i missili della Batmobile; il blindato verrà scortato da altri droni leggeri che cercheranno di coprirlo e di attaccare il giocatore.

Conquista le strade[modifica | modifica wikitesto]

L'obiettivo è disattivare 19 punti di controllo della milizia che bloccano l'accesso ad alcune strade. Essi verranno posizionati per tutta Gotham durante le varie fasi della storia. Generalmente l'obiettivo è penetrare nelle mura del posto di blocco e sconfiggere tutti i nemici al suo interno; si tratterà quasi sempre di scontri a corpo a corpo ma a volte i posti di blocco saranno protetti da lancia missili da disattivare o aggirare. Sconfitti tutti i nemici bisogna individuare il comandante e sottrargli il telecomando per disattivare il posto di blocco.

Occupa Gotham[modifica | modifica wikitesto]

L'obiettivo della missione è disattivare tutte e 21 le torri di controllo della milizia; anch'esse verranno allestite in diversi momenti della storia e si consistono in una serie di torrette che spareranno a vista su Batman. Per disattivarle bisogna trovare il pannello di controllo e distruggerlo col gel esplosivo. Anche se a volte ci si ritroverà impegnati in scontri a corpo a corpo la maggior parte delle guardie sulle torri sono armate e la missione prevede un approccio più stealth.

Campagna per il disarmo[modifica | modifica wikitesto]

L'obiettivo è disinnescare 15 bombe piazzate dalla milizia in tutta Gotham. Per farlo bisogna impiantare un virus nella bomba con il verricello elettrico; ciò però attirerà i droni della milizia su Batman. L'obiettivo sarà quindi resistere all'assalto sconfiggendo tutti i droni e senza allontanarsi dalla bomba. Terminato lo scontro si potrà usare il verricello per ridurre al minimo la portata dell'esplosione neutralizzando la bomba. Nuove bombe verranno posizionate man mano che si procede con la storia. L'ultima fase di questa missione si sblocca dopo aver completato le altre tre missioni legate alla milizia: il giocatore potrà completare l'opera sconfiggendo Deathstroke, che ha preso il posto di Cavaliere di Arkham come leader dell'armata. Deathstroke viaggia su un carro armato simile al Nubifragio pertanto lo scontro con lui sarà molto simile.

L'era dell'infamia[modifica | modifica wikitesto]

L'era dell'infamia è un'espansione di Arkham Knight che aggiunge altre quattro missioni secondarie con altrettanti ricercati: Cappellaio Matto, Killer Croc, Ra's al Ghul e Mr. Freeze.

Il paese delle meraviglie[modifica | modifica wikitesto]

Cappellaio Matto si è costituito al GCPD rivelando di aver catturato tre poliziotti e di aver imbottito le loro auto di esplosivo. Batman salva i primi due, ma il terzo è tenuto prigioniero da Tetch in persona; Batman tenta di fermarlo, ma il Cappellaio lo ha ipnotizzato con le sirene della polizia e nella sua mente, come in un libro di fiabe, Bruce rivive il suo passato, dall'attacco di Joker al manicomio alle vicende di Arkham City, fino ai fatti della notte di Halloween. Alla fine, Jervis viene sconfitto e finisce in cella.

La guerra dell'ombra[modifica | modifica wikitesto]

Il codice morale di Batman viene spinto ai suoi limiti quando la salute di Ra's al Ghul si riprende grazie all'aiuto della Lega degli Assassini: Batman, infatti, trova i corpi di due membri della Lega e, seguendo le tracce di una superstite (che morirà in seguito), raggiunge le fondamenta dell'ospedale Elliot Memorial, nelle quali Ra's è tenuto in vita con un macchinario, ma in condizioni gravissime. La Lega spiega al detective che dovrà trovare un Pozzo di Lazzaro nascosto da qualche parte sotto Gotham, poiché un gruppo di ribelli (di cui facevano parte anche i cadaveri da lui trovati) vogliono distruggerla. Batman decide di distruggerla lui stesso per impedire la resurrezione di Ra's, ma dopo aver prelevato una dose del bagno alchemico viene fermato dai ribelli; inaspettatamente, si scopre che il loro capo è Nyssa Raatko, la sorella di Talia: questa distrugge personalmente il Pozzo di Lazzaro e promette che, se Batman distruggerà la macchina che tiene in vita Ra's, lei e la Lega lasceranno Gotham per sempre. Batman non vorrebbe infrangere la sua regola di non uccidere, ma sa che se curasse Ra's questo sarà nuovamente inarrestabile: se il giocatore sceglierà di curare Ra's, questi ucciderà Nyssa prima di scomparire; in caso contrario, Batman distruggerà il macchinario a cui è collegato, ma impedirà che Nyssa lo uccida, preferendo portarlo al GCPD dove, prima di attendere la morte, Ra's confesserà di essere fiero del suo prescelto (forse perché lo ha liberato dall'immortalità, forse perché ha finalmente ucciso qualcuno).

Sotto la superficie[modifica | modifica wikitesto]

Batman e Nightwing ispezionano l'Iron Heights, un dirigibile-prigione che ospitava Killer Croc, dopo che questi è precipitato nelle acque che circondano Gotham. Quando i due giungono sul posto, scoprono che tutti i prigionieri, aiutati da Killer Croc (la cui mutazione lo sta portando a diventare un vero coccodrillo), hanno rapito il direttore. Dopo aver recuperato le chiavi di accesso da due guardie che si erano paracadutate, i due scoprono che si tratta di un piano di vendetta verso il direttore Ranken, che li aveva torturati e usati e, in particolare, era riuscito a amputargli una mano e iniettargli un siero che gli permettesse di rigenerarsi come una lucertola. Batman e Nightwing sconfiggono Croc e con il Batwing lo conducono al GCPD insieme al direttore, che viene rinchiuso in cella con i suoi stessi detenuti.

Venuto dal freddo[modifica | modifica wikitesto]

Mr. Freeze ritorna a Gotham e viene immediatamente coinvolto nel piano di Cavaliere di Arkham per distruggere Batman. La milizia di Cavaliere ha rapito Nora Fries, che potrà fare ritorno dal marito in cambio della cattura di Batman; Victor, tuttavia, chiede aiuto al suo vecchio amico affinché trovi sua moglie prima che muoia. Nonostante venga continuamente ostacolato dalla milizia, Batman trova la capsula di Nora e, improvvisamente, questa si sveglia: Victor vorrebbe nuovamente ibernarla per poter lavorare su una cura, ma viene attaccato dai miliziani. Batman e Nora lo raggiungono con la Batmobile e lo implorano di detonare il generatore criogenico per fermare i droni; Victor inizialmente esita, ma alla fine cede e con l'esplosione distrugge i droni. Ormai per Nora non c'è più niente da fare: le restano solo pochi giorni e non vuole che suo marito continui a uccidere e a commettere crimini nel vano tentativo di salvarla e anche a lui non rimane molto, visto che la sua tuta è irrimediabilmente compromessa. Batman decide quindi di lasciare che partano con la loro nave in modo che possano trascorrere i loro ultimi momenti insieme.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Eroi e alleati[modifica | modifica wikitesto]

  • Bruce Wayne/Batman: in questo capitolo il Cavaliere Oscuro fronteggerà il ritorno di Spaventapasseri, il quale ha stretto un'alleanza con altri super criminali, tra cui Cavaliere di Arkham, un nuovo personaggio creato appositamente per il gioco. Doppiatore: Kevin Conroy (inglese), Marco Balzarotti (italiano).
  • Alfred Pennyworth: è di supporto a Batman tramite comunicazione radio. Doppiatore: Martin Jarvis (inglese), Cesare Rasini (italiano).
  • Barbara Gordon/Oracle: è di supporto a Batman tramite comunicazione radio. Apparirà fisicamente per la prima volta come Oracle. Doppiatrice: Ashley Greene (inglese), Debora Magnaghi (italiano).
  • James Gordon: è di supporto a Batman. Doppiatore: Jonathan Banks (inglese), Mario Scarabelli (italiano).
  • Tim Drake/Robin: lavora a una cura alla malattia di Joker che ha colpito altre persone che pian piano si stanno tramutando nel clown principe del crimine e aiuterà Batman a riportare questi ultimi in cella dopo che Harley Quinn li ha liberati. Utilizzabile durante i combattimenti con il sistema "Dual Play". Doppiatore: Matthew Mercer (inglese), Davide Albano (italiano).
  • Selina Kyle/Catwoman: è stata rapita dall'Enigmista, il quale le ha applicato un collarino-bomba. Batman dovrà risolvere le sfide preparate da Nigma per poter permettere a Selina di prendere le chiavi che disattiveranno il collarino. Utilizzabile durante i combattimenti con il sistema "Dual Play". Doppiatrice: Grey DeLisle (inglese), Cinzia Massironi (italiano).
  • Dick Grayson/Nightwing: aiuterà Batman a fermare il traffico di armi del Pinguino e a sconfiggere Killer Croc. Utilizzabile durante i combattimenti con il sistema "Dual Play". Doppiatore: Scott Porter (inglese), Diego Baldoin (italiano).
  • Lucius Fox: sarà di supporto a Batman, fornendogli potenziamenti per la Batmobile. Doppiatore: Dave Fennoy (inglese), Maurizio Trombini (italiano).
  • Azrael/Michael Lane: come aveva predetto un anno prima, la profezia riguardante Batman si è avverata: Gotham brucerà e il Cavaliere Oscuro assieme ad essa. Batman, tuttavia, ha visto in lui un suo successore, così lo metterà alla prova in diverse sfide per dimostrargli il suo valore. Nella fase finale della missione secondaria che lo riguarda, il videogiocatore potrà decidere se farlo diventare un alleato di Batman oppure farlo passare dalla parte dei suoi nemici. Doppiatore: Khary Payton (inglese), Ivo De Palma (italiano).
  • Aaron Cash: dopo i fatti accaduti un anno prima ad Arkham City, si è unito al GCPD. Doppiatore: Duane R. Shepard Sr. (inglese), Giovanni Battezzato (italiano).
  • Pamela Isley/Poison Ivy: dopo aver rifiutato l'invito di Spaventapasseri di unirsi a lui, stringerà un'alleanza con Batman per contrastare la tossina della paura, anche se tutto ciò le costerà la vita. Doppiatrice: Tasia Valenza (inglese), Patrizia Scianca (italiano).
  • Victor Fries/Mr. Freeze: alleato della missione secondaria Venuto dal freddo, chiederà a Batman di trovare la sua amata Nora, rapita dalla milizia di Cavaliere di Arkham. Una volta completata la missione, la pioggia che caratterizza il gioco diventerà neve. Doppiatore: Maurice LaMarche (inglese), Gianni Quillico (italiano).

Boss[modifica | modifica wikitesto]

  • Jonathan Crane/Spaventapasseri: è l'antagonista principale del gioco; dopo circa due anni di assenza è tornato, e ha stretto un'alleanza con altri supercriminali per eliminare definitivamente Batman, considerato da lui il responsabile di ciò che Killer Croc gli ha fatto nelle fogne del manicomio di Arkham. Inoltre, ha costretto alla fuga gli abitanti di Gotham City, minacciando di colpire la città con una nuova, devastante tossina. Lo scontro con Killer Croc lo ha cambiato sia esteticamente che psicologicamente: la sua faccia è ridotta quasi ad un teschio, il suo atteggiamento è diventato molto cupo e la sua parlata più lenta. Doppiatore: John Noble (inglese), Alberto Sette (italiano).
  • Jason Todd/Cavaliere di Arkham: è l'antagonista secondario del gioco, è un misterioso individuo, alleato di Spaventapasseri. Viene raffigurato come una versione militarizzata e criminale di Batman, proviene dal Venezuela e dispone di un imponente esercito di mercenari. In seguito, si scoprirà che sotto l'armatura si cela Jason Todd. Doppiatore: Troy Baker (inglese), Luca Ghignone (italiano).
  • Joker: è l'antagonista principale assieme a Spaventapasseri; morto in seguito agli eventi di Batman: Arkham City, il suo corpo verrà cremato all'inizio del gioco. Apparirà a Batman come un'allucinazione causata dal suo sangue infetto trasfuso ad Arkham City combinato agli effetti della tossina dello Spaventapasseri alla ACE Chemicals. Joker è brevemente giocabile in una sessione ambientata in un suo "sogno" poco prima della fine del gioco, ma in una sessione poco precedente a questa si scontrerà con Batman nella sua mente, contando su un numero spropositato di sue copie con l'obiettivo di costringere Batman a farlo "uscire". Ciò rende anch'essa una Boss Fight. Doppiatore: Mark Hamill (inglese), Riccardo Peroni (italiano).
  • Nel corso del gioco, sono presenti quattro persone infettate dal sangue del Joker durante gli eventi di Batman: Arkham City (tra cui Batman), che ne sviluppano pian piano la personalità:
    • Albert King: detto Goliath, è una delle persone che sono state infettate dal sangue di Joker, sviluppandone il lato idrofobo e violento. Dopo esser stato liberato da Harley Quinn, verrà ucciso da Henry Adams in balia del sangue di Joker. Personaggio inedito. Doppiatore: Renzo Ferrini (italiano).
    • Johnny Charisma: uno degli infettati dal sangue del Joker. Ha sviluppato il lato comico e plateale di Joker. Dopo esser stato liberato da Harley Quinn, verrà ucciso da Henry Adams in balia del sangue di Joker. Personaggio inedito. Doppiatore: Alessandro Capra (italiano)
    • Cristina Bell: Una degli infettati dal sangue di Joker. Ha sviluppato il lato ossessivo di Joker, specie quella verso Batman. Dopo esser stata liberata da Harley Quinn, verrà uccisa da Henry Adams in balia del sangue di Joker. Personaggio inedito.
    • Henry Adams: inizialmente immune all'infezione del sangue di Joker, ma dopo/durante l'attacco di Harley Quinn agli studi cinematografici, entra completamente sotto l'effetto del sangue di Joker, uccidendo tutti gli altri infetti, perché convinto di essere il migliore. Una volta resosi conto che Batman è infetto, e quindi il più forte tra tutti, Henry si suicida per lasciare il posto al Joker migliore. Ha sviluppato il lato ingannevole e scaltro di Joker. Personaggio inedito. Doppiatore: Gianni Gaude (italiano).
  • Harleen Quinzel/Harley Quinn: una degli alleati di Spaventapasseri. Continua a considerare Batman il responsabile della morte di Joker. Libera gli infetti dal sangue del clown principe del crimine, poiché il suo amato "rivive" in loro. Doppiatrice: Tara Strong (inglese), Marcella Silvestri (italiano).
  • Harvey Dent/Due Facce: uno degli alleati di Spaventapasseri. Sarà l'antagonista della missione secondaria Bandito a due facce, dove Batman dovrà impedire a lui e ai suoi uomini di rapinare le banche di Gotham. Doppiatore: Troy Baker (inglese), Luca Ghignone (italiano).
  • Oswald Cobblepot/Pinguino: uno degli alleati di Spaventapasseri, che rifornisce i criminali e i soldati del Cavaliere di Arkham di armi di ogni genere. Sarà l'antagonista della missione secondaria Contrabbando di armi. Doppiatore: Nolan North (inglese), Oliviero Corbetta (italiano).
  • Edward Nigma/Enigmista: uno degli alleati di Spaventapasseri (sebbene, per via del proprio orgoglio, affermi di lavorare indipendentemente). Assetato di vendetta per via dell'ennesima sconfitta subita un anno prima, rapirà Catwoman, facendole indossare un collare esplosivo, che Batman dovrà sbloccare superando le sue prove e risolvendo i suoi indovinelli. Questa volta affronterà il Cavaliere Oscuro di persona a bordo di un enorme esoscheletro meccanico dotato di laser e campi di forza. Doppiatore: Wally Wingert (inglese), Daniele Demma (italiano).
  • Garfield Lynns/Firefly: uno degli alleati di Spaventapasseri, assetato di vendetta dopo lo scontro sul Pioneer's Bridge avvenuto diversi anni prima (in Batman: Arkham Origins). È l'antagonista della missione secondaria Gotham a fuoco, dove darà alle fiamme le stazioni dei pompieri di Gotham. Batman riuscirà a catturarlo dopo un lungo e rocambolesco inseguimento con la Batmobile. Doppiatore: Crispin Freeman (inglese), Andrea Bolognini (italiano).
  • Kirk Langstrom/Man-Bat: si scontra con Batman durante la missione secondaria Creatura della notte. È uno scienziato che creò un siero capace di curare la sordità utilizzando il DNA del pipistrello vampiro, siero che ha causato l'effetto collaterale di trasformarlo in una creatura ibrida uomo-pipistrello. Batman dovrà sintetizzare una cura e annullare la mutazione. Dopo averlo catturato, soffrirà in cella, colmo di disperazione dopo che ha saputo della perdita della moglie per mano sua. Doppiatore di Kirk: Loren Lester (inglese), Federico Danti (italiano). Doppiatore di Man-Bat: Liam O'Brien.
  • Thomas Elliot/Hush: rinomato chirurgo e vecchio amico d'infanzia di Bruce Wayne, Thomas Elliot è l'antagonista della missione secondaria Amico in difficoltà. Dopo aver assunto le sembianze di Bruce Wayne ed essere fuggito da Arkham City, andrà alla Wayne Tower, dove prima cercherà di rubare tutti i soldi di Bruce, prendendo poi in ostaggio Lucius Fox. Batman dovrà andare alla Wayne Tower e salvare il suo amico. Doppiatore: Kevin Conroy (inglese), Marco Balzarotti (italiano).
  • Lazlo Valentin/Professor Pyg: antagonista della missione secondaria Il crimine perfetto. È il responsabile della scia di cadaveri mutilati che Batman troverà a Gotham City. Batman dovrà trovare delle prove e fermarlo. Doppiatore: Dwight Schultz (inglese), Pietro Ubaldi (italiano).
  • Diacono Joseph Blackfire: antagonista della missione secondaria Vittima sacrificale. Si tratta del capo di una setta di devoti a Dio che cerca di sacrificare la vita di Jack Ryder, ma viene arrestato da Batman. Doppiatore: Marc Worden (inglese), Vittorio Bestoso (italiano).
  • Slade Wilson/Deathstroke: Mercenario assoldato da Cavaliere di Arkham come suo secondo. Si rivelerà a Batman dopo la sconfitta di Cavaliere di Arkham e diverrà il nuovo capo della milizia al fine di vendicarsi del suo antico nemico, divenendo l'antagonista principale delle missioni riguardanti la milizia. Doppiatore: Mark Rolston (inglese), Claudio Moneta (italiano).
  • Jervis Tetch/Cappellaio Matto: antagonista principale della missione secondaria Il paese delle meraviglie, ha rapito degli agenti di polizia e li tiene in ostaggio legati a delle bombe nelle loro volanti. La terza volante non conterrà un poliziotto, ma gli orologi di Tetch, che trasporteranno Batman in un mondo surreale, dove il Cavaliere Oscuro attraverserà un dejà vu di tutti e tre i videogiochi della serie sviluppati da Rocksteady Studios. Doppiatore: Peter MacNicol (inglese), Riccardo Rovatti (italiano).
  • Waylon Jones/Killer Croc: antagonista principale della missione secondaria Sotto la superficie, si è liberato dopo che la prigione dirigibile in cui era rinchiuso è precipitata in mare. Batman dovrà salvare le guardie rimaste intrappolate e fermare Croc. Doppiatore: Dee Bradley Baker (inglese), Stefano Albertini (italiano).
  • Ra's al Ghul: antagonista principale della missione secondaria La guerra dell'ombra, è stato resuscitato, anche se molto debole, grazie ad una macchina che gli pompa quel poco che rimane del Pozzo di Lazzaro. Batman viene a sapere dalla prima figlia di Ra's, Nyssa Raatko, che un ultimo Pozzo di Lazzaro si trova a Gotham City. Una volta raccolto un campione dell'ultimo pozzo, il videogiocatore dovrà far scegliere a Batman di ricorrere al suo principio morale di non uccidere e quindi utilizzarlo per salvare Ra's, oppure rinunciare e distruggere la macchina che lo tiene in vita, al fine di evitare che Ra's al Ghul causi ancora morte e distruzione come ha fatto per secoli. Doppiatore: Dee Bradley Baker (inglese), Lorenzo Scattorin (italiano).

Altri nemici[modifica | modifica wikitesto]

  • Miliziani: l'esercito di Cavaliere di Arkham. Dispongono anche di blindati.
    • Medici: facenti parte della milizia di Cavaliere di Arkham, possono far riprendere i nemici messi K.O. da Batman durante le sequenze predatore, e possono elettrificare i loro compagni durante i combattimenti. Il Cavaliere Oscuro potrà sconfiggere i nemici elettrificati con il Bat-Artiglio rapido.
    • Esperti di arti marziali: membri della milizia di Cavaliere di Arkham armati di spada ed esperti nell'uso di arti marziali.
    • Soldati otticamente camuffati: miliziani che indossano una speciale tuta che impedisce loro di essere localizzati dalla modalità detective di Batman.
  • Tirapiedi di Due Facce: riconoscibili dall'abbigliamento. Alcuni indossano anche delle maschere.
  • Tirapiedi di Pinguino: riconoscibili dal pinguino disegnato dietro la loro giacca.
  • Tirapiedi di Harley Quinn: sono vestiti e truccati da mimi.
  • Robot dell'Enigmista: robot programmati da Nigma per attaccare Batman. Solitamente sono di colore verde, ma talvolta possono cambiare il loro colore da rosso a blu a seconda di chi li deve sconfiggere (rispettivamente Catwoman o Batman).
  • Dollotrons: vittime mutilate del Professor Pyg. Privati del senso del dolore, l'unico modo per sconfiggerli è con un K.O. a terra.
  • Devoti di Diacono Blackfire: persone che appoggiano l'operato di Blackfire.
  • Cloni di Joker: numerosi Joker, frutto dell'allucinazione causata dal gas dello Spaventapasseri.
  • Bruti: si possono trovare sia nella milizia di Cavaliere di Arkham, sia tra gli scagnozzi degli altri supercriminali. Il pestaggio è fondamentale per sconfiggerli. Durante i combattimenti si possono notare alcuni bruti armati di enormi lame impiantate nei vestiti, altri con dei guanti elettrificati ed altri ancora con degli enormi scudi. Quelli armati con armi da fuoco dispongono di minigun. Batman dovrà sconfiggerli per ultimi usando una serie di contrattacchi.
  • Informatori dell'Enigmista: miliziani, scagnozzi di altri supercriminali e poliziotti corrotti che lavorano segretamente per Nigma. Batman, riconoscendoli per lo scanner verde sul loro corpo, potrà interrogarli per farsi rivelare la posizione dei segreti dell'Enigmista.
  • Assassini della Lega: i membri già visti in Batman: Arkham City e Batman: Arkham Origins. Alcuni rimangono fedeli al debole Ra's al Ghul, mentre altri si sono schierati con la prima figlia di quest'ultimo, Nyssa Raatko; alcuni combattono con spade altri preferiscono il corpo a corpo ma sono più difficili da sconfiggere in quanto abili artisti marziali.

Blindati della milizia[modifica | modifica wikitesto]

  • Drone Rattler: Il blindato della milizia più comune rintracciabile per le strade di Gotham City. Sono dotati di un singolo cannone da 60 mm simile a quello di Batman e cercano di circondare la Batmobile per colpirla con un fuoco incrociato. Sono piuttosto deboli e facilmente eliminabili con pochi colpi. Ne esiste anche una versione dotata di due cannoni, denominata Twin Rattler.
  • Drone Diamondback: Una versione più grande, resistente e potente del Rattler, dotata di un cannone da 60 mm e una Vulcan. È in grado di sparare tre colpi in successione, e sono spesso affiancati da molti Rattler.
  • Drone Mamba : Un blindato molto potente, ma poco resistente, dotato di una postazione di lancio da cui fa partire dei missili in grado di danneggiare gravemente la Batmobile. Colpiscono normalmente dalla distanza, evitando in confronto diretto, e i loro missili possono essere fatti esplodere in volo con il cannone Vulcan della Batmobile.
  • Drone Cobra : Il blindato più potente e pericoloso a disposizione della milizia, dotato di un cannone pesante con un rilevatore integrato in grado di distruggere la Batmobile con pochi colpi, rendendo letale l'approccio diretto. Dispongono, inoltre, di una corazza invulnerabile a tutte le armi della Batmobile, salvo per un punto debole localizzato sul retro. Per distruggere uno di questi blindati, Batman dovrà portasi dietro di essi senza essere rilevato e distruggerne il punto debole con un colpo caricato del cannone da 60 mm.
  • Drone Dragon: Blindato volante dalle sembianze di un elicottero, in grado di bombardare la Batmobile dall'alto con dei missili che coprono una piccola area. Nonostante l'aspetto minaccioso risultano abbastanza deboli.
  • Drone Serpent: Grosso drone volante dotato di Vulcan. Stazionano sopra le varie zone di Gotham, impedendo agli elicotteri della polizia di setacciare la città dall'alto. Non rappresentano una seria minaccia per Batman, ma possono essere distrutti per ottenere punti esperienza facili. Possono essere abbattuti sia con le armi della Batmobile, sia salendoci sopra in volo e farli successivamente saltare con il Gel Esplosivo.

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Simon Stagg: un magnate dell'industria che ha collaborato con Crane costruendo un dispositivo che diffonda in maniera efficace la tossina della paura, a cui viene inoltre esposto successivamente. Viene arrestato da Batman per aver aiutato Spaventapasseri. Doppiatore: Phil Proctor (inglese), Aldo Stella (italiano).
  • Sergente: vice comandante delle forze della milizia del cavaliere di Arkham. Non si vedrà mai ma si potrà sentire nelle trasmissioni della milizia. Doppiatore: Raffaele Fallica (italiano).
  • Jack Ryder: il giornalista sta indagando su una serie di omicidi rituali legati al Diacono Blackfire. Verrà rapito da quest'ultimo, il quale ha intenzione di sacrificarlo. Batman lo salverà. Doppiatore: James Horan (inglese), Luca Ghignone (italiano).
  • Scarface: il pupazzo si trova nella stanza delle prove del commissariato.
  • Victor Zsasz: si vede in alcuni filmati di sorveglianza della Torre dell'orologio.
  • Lex Luthor: si sente la sua voce nel messaggio alla segreteria di Bruce nella Wayne Tower. Inoltre, numerosi cartelli della sua società, la LexCorp, e l'entrata di una sua filiale possono essere trovati a Gotham City. Doppiatore: Ivo de Palma (italiano)
  • Vicki Vale: si sente la sua voce nel messaggio alla segreteria di Bruce nella Wayne Tower. Apparirà fisicamente solo durante il finale aggiuntivo riguardante il Protocollo Knightfall. Doppiatrice: Grey DeLisle (inglese).
  • Kate Kane: alias Batwoman. Si sente la sua voce nel messaggio alla segretaria di Bruce nella Wayne Tower. Invita Bruce Wayne alla sua festa di matrimonio con la poliziotta Maggie Sawyer.
  • Julian Day/Uomo Calendario: si trova in mezzo alla folla di giornalisti radunatasi di fronte Villa Wayne durante il finale aggiuntivo riguardante il Protocollo Knightfall.
  • Nyssa Raatko: la prima figlia di Ra's al Ghul appare nella missione secondaria La guerra dell'ombra. Date le condizioni critiche di suo padre, ha preso il comando della metà della Lega degli Assassini, al fine di prendere il posto del suo genitore. A seconda della scelta che il videogiocatore farà nella fase finale della missione, il destino di Nyssa sarà differente.
  • Nora Fries: la moglie di Mr. Freeze appare nella missione secondaria Venuto dal freddo. Dopo che Batman l'avrà ritrovata, Nora si sveglierà e si ricongiungerà con il marito.
  • Sefton Hill: il direttore artistico del videogioco fa un cameo nella sequenza iniziale del bar.

Episodi di Arkham[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'uscita del gioco sono state rilasciate alcune mini-espansioni, chiamate Episodi di Arkham, in cui il giocatore vestirà i panni degli alleati di Batman in storie ambientate prima e dopo gli eventi del gioco principale. Gli episodi attualmente noti sono i seguenti:

Pacchetto storia di Harley Quinn[modifica | modifica wikitesto]

In questo episodio, il videogiocatore indosserà i panni di Harley Quinn. L'episodio era inizialmente disponibile via pre-order.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Poison Ivy è tenuta in custodia presso il commissariato di Blüdhaven, in attesa di essere trasferita al penitenziario di Blackgate. Improvvisamente, un furgone sfonda la porta d'ingresso: a bordo c'è Harley Quinn, che in poco tempo mette fuori gioco tutti i poliziotti di guardia. Mentre procede alla ricerca di Ivy, guidata via radio da Pinguino, con il quale ha continui battibecchi, Harley continua a stendere i poliziotti, non senza dare nell'occhio. Raggiunto il seminterrato, Harley viene raggiunta da Nightwing, ma grazie all'aiuto di Ivy riesce a tenergli testa e a sconfiggerlo. Terminata la missione, le due amiche si dirigono a Gotham per la riunione con Spaventapasseri.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Criminali e alleati[modifica | modifica wikitesto]
  • Harleen Quinzel/Harley Quinn: si infiltra nel dipartimento di polizia di Blüdhaven per liberare Ivy, in vista della riunione organizzata dallo Spaventapasseri.
  • Oswald Cobblepot/Pinguino: è di supporto ad Harley tramite comunicazione radio.
  • Pamela Isley/Poison Ivy: è rinchiusa in isolamento nel seminterrato.
Boss[modifica | modifica wikitesto]
  • Dick Grayson/Nightwing: tenta di fermare l'irruzione di Harley.
Altri nemici[modifica | modifica wikitesto]
  • Poliziotti: Harley dovrà fermarli combattendoli o mettendoli KO "silenziosamente".

Pacchetto storia di Cappuccio Rosso[modifica | modifica wikitesto]

Abbandonati i panni di Cavaliere di Arkham e ritrovata la ragione, Jason Todd assume l'identità del vigilante Cappuccio Rosso. Questa espansione era inizialmente disponibile solo via pre-order da GameStop.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gli uomini di Maschera Nera stanno tenendo un contrabbando d'armi con quelli di Pinguino ai moli di Gotham. Improvvisamente, vengono attaccati da un uomo con un cappuccio rosso: è Jason Todd, che ha lasciato i panni di Cavaliere di Arkham per diventare un vigilante e si rivela un abile combattente e un ottimo stratega; tuttavia, a differenza di Batman, non si fa scrupoli a uccidere le sue vittime con le sue pistole. Interrogando gli uomini di Maschera Nera, Jason scopre dove si trova l'ufficio di Sionis: quest'ultimo lo affronta sottovalutando la minaccia che si trova davanti e Jason lo fa fuori in poco tempo. Disperato, Sionis giura di fare tutto quello che vuole Jason, ma questi lo getta giù dalla finestra uccidendolo, dicendo "Porta i miei saluti a Joker".

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Eroi[modifica | modifica wikitesto]
  • Jason Todd/Cappuccio Rosso: dimessi i panni di Cavaliere di Arkham e ritrovata la ragione, Jason Todd diventa il vigilante Cappuccio Rosso, e inizia a dare la caccia a Maschera Nera con metodi da assassino.
Boss[modifica | modifica wikitesto]
  • Roman Sionis/Maschera Nera: sta tenendo uno scambio d'armi con il Pinguino. Cappuccio Rosso dovrà fermarlo. Doppiatore: Brian Bloom (inglese), Ivo De Palma (italiano).
Altri nemici[modifica | modifica wikitesto]
  • Tirapiedi di Maschera Nera: indossano una maschera simile a quella del loro capo.
  • Tirapiedi di Pinguino: effettuano il traffico d'armi con gli uomini di Maschera Nera.

Batgirl: Una questione di famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 luglio per i possessori del Season Pass e il 21 luglio per tutti gli altri, è stato reso disponibile un episodio di Arkham intitolato Batgirl: Una questione di famiglia, attualmente il più "grande" dei sei episodi annunciati, con una durata di circa 45 minuti solo per la campagna principale, e la possibilità di esplorare l'ambiente a piacimento per scoprire i segreti tramite una modalità Free-Roam (gli altri episodi durano circa 10-15 minuti l'uno). L'episodio è stato sviluppato da Warner Bros. Games Montréal e si presenta come un prequel incentrato su Batgirl.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una notte di San Valentino, Joker rapisce il nuovo commissario James Gordon e i suoi uomini: Batgirl e Robin si dirigono quindi al Seagate Amusement Park, un vecchio luna park costruito su una piattaforma petrolifera, per salvarli. Dopo aver salvato il primo ostaggio, i due sono costretti a dividersi quando Joker tenta di fermarli con un bazooka. Mentre Robin cerca di rintracciare Joker, Batgirl deve salvare i poliziotti tenuti in ostaggio dai suoi uomini e da Harleen Quinzel, che, innamorata del pagliaccio, è diventata la folle Harley Quinn; Barbara, contemporaneamente, dovrà fermare le trappole mortali delle attrazioni del parco in cui si trovano gli ostaggi e aiutare Robin a disinnescare delle bombe. Alla fine, dopo un scontro agguerrito contro Joker e i suoi aiutanti, Batgirl riesce a salvare il padre e a sconfiggere i criminali, ma Joker prende Harley in ostaggio e tenta di uccidere Tim. Alla fine, il pagliaccio fugge con un paracadute, mentre Barbara si dilegua per non farsi riconoscere dal padre.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Eroi e alleati[modifica | modifica wikitesto]
  • Barbara Gordon/Batgirl: in questa avventura, lei e Robin dovranno liberare suo padre, il commissario della polizia di Gotham, James Gordon, il quale è stato rapito dal Joker assieme alla sua squadra e tenuto in ostaggio al Seagate Amusement Park.
  • Tim Drake/Robin: affianca Batgirl nella missione. Utilizzabile durante i combattimenti con il sistema "Dual Play".
  • James Gordon: commissario della polizia di Gotham e padre di Barbara Gordon, alias Batgirl. È stato rapito da Joker assieme alla sua squadra.
Boss[modifica | modifica wikitesto]
  • Joker: ha rapito James Gordon e la sua squadra. Batgirl e Robin dovranno salvarli.
  • Harleen Quinzel/Harley Quinn: come sempre, affianca il Joker nelle sue malefatte. Per la prima volta nella serie, appare con il suo look classico.
Altri nemici[modifica | modifica wikitesto]
  • Tirapiedi di Joker: riconoscibili dalle maschere e abbigliamento clowneschi
Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]
  • Poliziotti: membri della squadra di Gordon, rapiti assieme a quest'ultimo dal Joker. Batgirl e Robin dovranno salvarli.
  • Starro: un alieno a forma di stella marina con un occhio solo in grado di creare piccoli cloni di se stesso con i quali controllare la mente altrui; famoso per essere stato il primo nemico della Justice League of America. È rinchiuso in una teca in una stanza nascosta.

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

Completando alcuni giochi nelle attrazioni del parco, si potranno ascoltare delle registrazioni di Edward Burke, il fondatore del complesso, dedicate a sua figlia Katie, malata di cancro. È stata proprio Katie a consigliare al padre di aprire il luna-park mostrandogli i suoi disegni e, con l'avanzare della storia, si scopre che un'amica di Edward, la dottoressa Harleen Quinzel (che era già diventata in segreto Harley Quinn), gli aveva consigliato di farsi aiutare da un certo Jack White (in realtà Joker sotto mentite spoglie). Jack aiutò Edward ad aprire il parco (si deduce che sia anche arrivato a uccidere gli ispettori) e nel frattempo gli consigliò di affidare Katie alle cure della dottoressa Penelope Young (personaggio importante del primo gioco). Dopo aver completato tutti i giochi, si potrà accedere all'ufficio del direttore per ascoltare l'ultima registrazione: in essa, si scopre che Joker ha convinto la dottoressa Young ad aumentare le dosi dei medicinali di Katie, provocando la sua morte. Edward, sconvolto per la perdita di sua figlia e incitato da Harleen Quinzel, lasciò il parco a Jack e si suicidò con delle pastiglie esilaranti dategli da quest'ultimo, convinto che si trattasse di un veleno indolore.

Commissariato sotto chiave[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato dopo gli eventi della trama principale, questo episodio incentrato su Nightwing fu reso per la prima volta disponibile con l'aggiornamento di settembre.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nightwing, tornato a Blüdhaven dopo l'esecuzione del Protocollo Knightfall, scopre che gli uomini di Pinguino stanno cospirando per liberare il loro capo, approfittando dell'assenza di Robin, partito per il viaggio di nozze. Dick si reca quindi all'alba a Gotham e, con il supporto di Lucius Fox, riesce a sabotare i terminali dell'ascensore per bloccare la fuga di Pinguino e, dopo aver sconfitto i suoi uomini, riesce fermare il boss criminale e a riportarlo al GCPD. Qui, Aaron Cash chiede a Nightwing se voglia continuare a proteggere Gotham come Batman, ma Dick declina l'offerta.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Eroi e alleati[modifica | modifica wikitesto]
  • Dick Grayson/Nightwing: Dick dovrà impedire la fuga del Pinguino dal dipartimento di polizia di Gotham City.
  • Lucius Fox: è di supporto a Nightwing tramite comunicazione radio.
Nemici[modifica | modifica wikitesto]
  • Oswald Cobblepot/Pinguino: sta tentando di fuggire dal dipartimento di polizia di Gotham City.
Altri nemici[modifica | modifica wikitesto]
  • Tirapiedi di Pinguino: tentano di aiutare il loro capo a fuggire dal GCPD.
Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]
  • Aaron Cash: appare alla fine del pacchetto storia. Dato il successo della missione, considera Nightwing il degno successore di Batman. Tuttavia, Dick declinerà l'offerta, poiché deciso a tornare a Blüdhaven.
  • Tiny: lo squalo apparso in Batman: Arkham City durante la fase del museo. Lo si può vedere durante la fase iniziale agli studi cinematografici nuotare in un grande acquario.
Personaggi citati[modifica | modifica wikitesto]
  • Bruce Wayne/Batman: viene citato dagli sgherri del Pinguino.
  • Tim e Barbara Drake: vengono citati da Lucius Fox, il quale comunica a Nightwing che hanno inviato una foto della loro luna di miele.
  • James Gordon: è possibile notare un cartellone che annuncia la sua elezione a sindaco.
  • Waylon Jones/Killer Croc: nel commissariato si può trovare una lista di criminali tra cui figura il suo nome e risulta che sia fuggito.
  • Pamela Isley/Poison Ivy: sempre nel commissariato si trova un suo manifesto da ricercata per eco-terrorismo (anche se è morta nella trama principale)

La Vendetta di Catwoman[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato dopo gli eventi della trama principale (precisamente la notte successiva quindi il 1 novembre), questo episodio incentrato su Catwoman doveva essere rilasciato ad ottobre, ma alla fine uscì solo a novembre insieme all'episodio successivo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Catwoman, assetata di vendetta per quello che ha passato per colpa dell'Enigmista, rintraccia il suo covo in una vecchia fabbrica di giocattoli e decide di distruggerlo mentre il criminale è ancora in prigione. Recuperate le chiavi d'accesso dagli scagnozzi di Nigma, Selina raggiunge il computer centrale e affronta l'esercito di robot del criminale che, usando la sua telefonata dalla prigione, intende fermarla. L'Enigmista, tuttavia, è messo in difficoltà dalla presenza di Aaron Cash e dalla scarsa vocabolistica del suo computer. Alla fine, Catwoman trasferisce a se stessa tutti i soldi di Nigma e si allontana impostando l'auto-distruzione, mentre, dall'altro capo del telefono, il criminale viene stordito da Cash con un taser.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Eroi[modifica | modifica wikitesto]
  • Selina Kyle/Catwoman: si intrufola nel nascondiglio dell'Enigmista per rubargli i soldi come vendetta per averla tenuta in ostaggio.
Nemici[modifica | modifica wikitesto]
  • Edward Nigma/l'Enigmista: ormai chiuso nel GCPD, riesce comunque a tracciare gli spostamenti di Catwoman e tentare di impedirne la sua vendetta.
Altri nemici[modifica | modifica wikitesto]
  • Tirapiedi dell'Enigmista: criminali reclutati dall'Enigmista.
  • Robot dell'Enigmista: i robot già visti nella trama principale.
Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]
  • Aaron Cash: lo si può sentire parlare con l'Enigmista mentre quest'ultimo rimane collegato col suo nascondiglio.
Personaggi citati[modifica | modifica wikitesto]
  • Bruce Wayne/Batman: citato dai tirapiedi dell'Enigmista.
  • Il Cavaliere di Arkham: citato dai tirapiedi dell'Enigmista in riferimento ai fatti accaduti nella trama principale.
  • Il Joker: citato da un tirapiedi dell'Enigmista, il quale ha erroneamente affermato che il clown principe del crimine era l'uomo che si nascondeva sotto l'armatura del Cavaliere di Arkham.

Testa o Croce[modifica | modifica wikitesto]

In questo pacchetto storia Robin sarà il protagonista; l'episodio è stato rilasciato a novembre insieme al precedente.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Due Facce riesce a fuggire dalla prigione e, approfittando dell'assenza di Batman, prende il controllo dell'Hell's Gate Disposal Service, la ditta di smaltimento dei rifiuti di Gotham che usa come base per il suo traffico illegale di banconote. Barbara e Tim, però, tornano dalla luna di miele e Robin viene inviato a fermare Harvey; Tim sarà messo a dura prova, dovendo per la prima volta affrontare da solo un così grande pericolo, ma, motivato da Barbara, capisce di poter essere migliore di Batman e di poter fare cose grandi anche da solo. Dopo un duro scontro, Due Facce sembra avere la meglio ma, mentre lancia la sua tradizionale moneta, Robin lo mette fuori gioco e lo riporta dietro le sbarre.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Eroi e alleati[modifica | modifica wikitesto]
  • Tim Drake/Robin: appena tornato dalla luna di miele con Barbara Gordon, dovrà fermare Due Facce, il quale sta utilizzando l'Hell's Gate Disposal Service per riciclare denaro.
  • Barbara Gordon/Oracle: è di supporto a Robin tramite comunicazione radio.
Nemici[modifica | modifica wikitesto]
  • Harvey Dent/Due Facce: sta usando l'Hell's Gate Disposal Service come base di riciclaggio del suo denaro sporco.
Altri nemici[modifica | modifica wikitesto]
  • Tirapiedi di Due Facce: già visti nella trama principale.
Personaggi citati[modifica | modifica wikitesto]
  • Bruce Wayne/Batman: più volte citato da Robin, Barbara e Due Facce.

Storie di Gotham City[modifica | modifica wikitesto]

Similmente alle “Storie di Arkham City” da Batman: Arkham City, risolvendo gli enigmi dell'Enigmista usando la modalità detective su edifici, documenti, scene e oggetti Batman sbloccherà una sezione speciale che rivela molti retroscena prima degli eventi del gioco, nonché i destini di alcuni dei personaggi citati, ma non apparsi. Qui di seguito, la lista delle storie e breve riassunto:

  • Fedele servitore: dopo anni di servizio presso Villa Wayne, Alfred Pennyworth sa ogni cosa di padron Bruce Wayne, ma capisce che il comportamento di questi è cambiato negli ultimi tempi, più deciso a stanare il crimine, più stanco, più riservato dopo la morte del Joker.
  • Wonder Tower: evento poco prima dei disordini di Arkham City nel secondo gioco. In una conversazione privata in cima alla Wonder Tower, un debole Ra's al Ghul e il suo fido complice Hugo Strange sono pronti per attuare il Protocollo 10.
  • Angelo custode: Azrael osserva da lontano Batman mentre sventa una rapina in strada e ferma due ladri. Lo giudica, vorrebbe che i criminali venissero puniti più severamente.
  • Ritorno: secondo la storia e una registrazione al deposito prove della polizia di Gotham City, dopo Arkham City Bane ha deciso di darci un taglio al Venom e lotta ogni giorno contro la sua astinenza. Ritornato al suo paese natale, la corrotta Santa Prisca, diverrà un violento difensore degli innocenti, uccidendo molti trafficanti di droga e progettando di colpire il carcere di massima sicurezza Peña Duro, per vendicarsi della sua vita passata lì, dove divenne il mostro che è.
  • La trappola: una storia di Barbara Gordon, quando vestiva i panni di Batgirl, con Joker che rapisce suo padre, il Commissario Gordon. Si tratta dell'antefatto del DLC Questioni di famiglia.
  • Propositi: diario dell'Uomo Calendario, trovato in un appartamento, tenuto nei giorni festivi. Ogni giorno, una follia o un crimine. Per la notte di Halloween, il criminale aveva in serbo un piano contro Batman, ma si vedrà anticipato dallo Spaventapasseri.
  • Calice avvelenato: Aaron Cash è stato promosso come quinto sovrintendente del commissariato poco prima dell'inizio del gioco e ora lavora per Gordon, cosciente dei rischi che si accollerà da quel momento in poi.
  • In cerca di preda: Catwoman si intrufola nel manicomio di Arkham per spiare i piani di Spaventapasseri e rivelare informazioni preziose a Batman, ma fuggirà davanti all'avanzata tecnologia militare che inaspettatamente il bersaglio sembra essersene rifornito.
  • Carico: antefatto della missione Sotto la superficie dal DLC L'era dell'infamia. Delle guardie trasportano Killer Croc in gabbia sul dirigibile-prigione di Iron Heights, ma questi si sveglierà a effetto sedativo finito e li massacrerà, fuggendo più pericoloso che mai.
  • La missione: un barbone va al rifugio del Diacono Blackfire, trovando accoglienza, cibo e sermoni.
  • Colpo basso: Jack Ryder scrive per una rivista “A bruciapelo con Deadshot”, dove racconta una sua versione del suo salvataggio dal giustiziere mascherato ad Arkham City, affermando di aver collaborato con Batman nella cattura del cecchino con dei suggerimenti (ovviamente tutto falso).
  • Emergenza: Deathstroke attende con impazienza che arrivi il suo turno per vendicarsi di Batman, mentre quest'ultimo riesce a battere i Droni Cobra e il blindato del Cavaliere di Arkham con il Nubifragio all'interno.
  • Avviso d'incendio: prima di diventare Firefly, Garfield Lynns lavorava agli effetti speciali per una compagnia cinematografica. Vedendosi licenziato per aver speso un enorme budget coi suoi effetti speciali per un film che si è rivelato un flop, Lynns si vendica del suo datore di lavoro ustionandogli la faccia, sputandogli della nitroglicerina sul sigaro acceso di questi.
  • Congelata: antefatto della missione Venuto dal freddo dal DLC L'era dell'infamia. Nora Fries è ancora sotto sonno criogenico, ma incredibilmente cosciente. Riesce a sentire suo marito Victor (Mister Freeze) e la sua ossessione nel cercare una cura per lei. Lo amava, ma sente che si stanno allontanando sempre di più.
  • Ricaduta: il Commissario Gordon mal sopporta che molti dei prigionieri sfuggiti al massacro di Arkham City siano ora rilasciati con udienze sulla libertà di parola, ma è insopportabile che anche il folle Enigmista abbia la stessa opportunità.
  • Giochi di potere: uno della banda di Joker (ora di Harley Quinn), Scratch, è stufo della follia della donna e decide di assassinarla e offendere la memoria del suo ex-capo per diventare il nuovo capobanda. Mentre installava una bomba nella stanza di Harley, verrà scoperto e ucciso da questa.
  • Tieniti stretti gli amici: storia dei tempi d'infanzia di Bruce, neo-orfano ed erede miliardario, passati in compagnia dell'amico di giochi Thomas Elliott. Già ai tempi, Elliott lo invidiava e sperava che i suoi genitori morissero, poiché il padre era un violento alcolizzato mentre la madre, proveniente da un passato di povertà, sopportava le violenze del marito. Deciso a ucciderli, per ereditare la fortuna di famiglia, aveva manomesso la loro automobile, provocando così un incidente in cui suo padre perse la vita. Ma il suo piano andò a rotoli quando Thomas Wayne salvò sua madre, e meditò da quel momento vendetta nei confronti di Bruce.
  • Margheritina: storia sulle origini di Poison Ivy, all'epoca Pamela Isley, della scoperta dei suoi poteri di controllo delle piante e l'inizio della sua carriera da eco-criminale.
  • Semplicemente Jack: Jack Ryder, in una sua registrazione privata, confessa di aver sì detto alla polizia che chiunque avesse vissuto orrori ad Arkham City debba essere risarcito, ma riferendosi a se stesso e non ai detenuti, che in seguito verranno effettivamente rilasciati, con rabbia di molti.
  • La caduta: storia di Jason Todd, spintosi per uccidere Joker per giustizia, ma che invece a sua volta verrà catturato e, in seguito, torturato.
  • Fissazione: una visita di Batman a Joker al Manicomio di Arkham, ai tempi gestito da Quincy Sharp. L'ennesimo orrore commesso dal criminale rende momentaneamente furioso l'eroe, in cerca di perché.
  • Falsa alba: le aspettative dell'agente Owens (il poliziotto all'inizio del gioco, al bar) su una vita felice in una Gotham migliore dopo Arkham City sono molto ottimiste, non figurandosi di venire in seguito gasato dallo Spaventapasseri e di aver ucciso inevitabilmente vari civili.
  • Ripensamento: Lucius Fox viene incaricato dal suo datore di lavoro Bruce Wayne di rendere la Batmobile fornita di un maggiore potenziale offensivo, cosa a cui, finora, Bruce si era sempre opposto. Sembra in preparazione di qualche evento...
  • Nella tana del coniglio: antefatto della missione Il paese delle meraviglie dal DLC L'era dell'infamia. Il Cappellaio Matto, che ha ricevuto l'amnistia, è ora alle prese con l'aspetto della sua nuova “Alice”.
  • Rumore bianco: Kirk sta per esaminare un Desmodus rotundus (pipistrello vampiro) per trovare una cura alla sua sordità cronica, non volendo rinunciare alla musica e alla voce di sua moglie.
  • Lascito: nella Batcaverna, Bruce ricorda di come suo padre lo istruisse alla responsabilità di dare un lascito a Gotham, anche quando non ci fosse stato più. Il dolore della perdita non si è affatto affievolito...
  • Figliol prodigo: Nightwing protegge a dovere Blüdhaven dal traffico d'armi, facendo nel frattempo considerazioni mentali sul suo ruolo di difensore rispetto a Batman, con quest'ultimo che lo vede ancora come un bambino immaturo.
  • Ballo in maschera: una storia di anni fa, quando Barbara Gordon era stata invitata ad un ballo in maschera a Villa Wayne. Grazie alle sue conoscenza informatiche, scoprirà il nascondiglio segreto di Bruce Wayne e capirà la sua vera identità: Batman.
  • Rivincita: il Pinguino è ancora furioso per la fine dell'azienda di famiglia da parte dei Wayne. Contrattaccherà nuovamente coi suoi traffici illeciti.
  • Dollotron: la follia del Professor Pyg, allora direttore del Circo delle Stranezze, è tale da non accettare i soldi per il riscatto dei parenti delle sue vittime, entusiasta all'idea di trasformarle tutte in sue marionette lobotomizzate dall'aspetto perfetto.
  • Orario di visita: Quincy Sharp, condannato per i suoi crimini, morirà suicida in prigione, impiccandosi secondo i consigli del suo amico e mentore Hugo Strange, una sua allucinazione.
  • La Testa del Demone: antefatto della missione La guerra dell'ombra dal DLC L'era dell'infamia. La Lega degli Assassini è ancora convinta che il loro fondatore, Ra's al Ghul, risorgerà per guidarli nuovamente.
  • Emarginato: l'Enigmista passa il suo tempo su Internet a pianificare e ad attaccare verbalmente Batman: ancora gli brucia l'umiliazione subita ad Arkham City dopo la sua sconfitta.
  • Creatura: Spaventapasseri conversa con un suo tirapiedi sulla sua tossina della paura mentre gioca con gli scarafaggi.
  • Cavia da laboratorio: un collaboratore di Simon Stagg al Nubifragio, Alex Sartorius, viene usato come cavia per la nuova tossina della paura, affrontando la sua pirofobia (paura del fuoco).
  • Nato di lunedì: un agente di polizia di turno all'obitorio assiste alla resurrezione di Solomon Grundy.
  • Relazione fra colleghi: Barbara e Tim Drake sono ancora molto legati fra loro, ma hanno rinunciato. Il dovere verso Gotham prima di tutto, gli esami del sangue di Henry Adams hanno la priorità sui sentimenti.
  • Portar fuori l'immondizia: ormai rilasciato, Due Facce si dà ai servizi legali come una volta e alla raccolta dei rifiuti, progettando, nel frattempo, rapine.
  • Si inizia: Vicki Vale spera di strappare all'ex sindaco Sharp un'intervista esclusiva sui suoi crimini al tribunale dove è stato, nel frattempo, prosciolto, con delle nuove prove incriminanti che lo riporteranno in seguito in prigione.
  • Cicatrici: mentre avvengono i disordini nel gioco, Victor Zsasz si diverte ad uccidere gli uomini di Pinguino, Due Facce e Spaventapasseri, ancora in attesa di aggiungere Batman alla sua collezione di cicatrici.

Annuncio[modifica | modifica wikitesto]

Poster promozionali per l'uscita del gioco a Times Square nel maggio 2015

Il gioco è stato annunciato ufficialmente il 4 marzo 2014 da Warner Bros. Interactive Entertainment sulle pagine Facebook e Twitter della serie tramite un teaser trailer che comunica la sua pubblicazione durante lo stesso anno[7][8]. Pochi giorni dopo GameStop fissò il 14 ottobre come data di uscita, ma il 3 giugno, tramite il trailer della Batmobile, è stato comunicato ufficialmente il posticipo al 2015. Guy Perkins di Rocksteady Studios ha così motivato la decisione di tale posticipo: "È un progetto super ambizioso e vogliamo semplicemente che sia la migliore esperienza possibile. Abbiamo bisogno di più tempo per questo. Vogliamo solo essere sicuri di dare ai fan di Batman e ai videogiocatori in generale la miglior esperienza basata su questo personaggio che sia possibile mettere insieme, ed è una cosa che richiede tempo. Il 23 marzo il videogioco viene posticipato ancora, questa volta al 23 giugno. In merito a questo Sefton Hill ha dichiarato: "Siamo sviluppatori ai quali non piace fare compromessi, ma ciò significa, e ci spiace davvero comunicarvelo, che dovrete attendere ancora un po' di tempo prima di giocare l'epica conclusione della trilogia Arkham. Come ricompensa per la pazienza e la comprensione dimostrate e per rendere l'attesa ancora più entusiasmante, siamo felici di stuzzicare la vostra curiosità con un nuovo video gameplay di Batman: Arkham Knight. Grazie davvero da tutti noi della Rocksteady per il vostro continuo sostegno. Stiamo facendo del nostro meglio per rendervi orgogliosi di noi"[9].

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Durante il Dallas Comic Con 2013, il doppiatore di Batman, Kevin Conroy, ha parlato del lavoro durato circa dieci mesi sul "nuovo Arkham", e che il gioco entusiasmerà i fan della saga. I presenti all'evento credettero che il videogioco in questione fosse Batman: Arkham Origins, in uscita nell'ottobre dello stesso anno, ma pochi giorni dopo il doppiatore ha fatto chiarezza scrivendo sul suo account ufficiale Twitter che quello di cui stava parlando non era il prequel realizzato da Warner Bros. Games Montréal, ma un nuovo episodio della serie non ancora annunciato. A febbraio del 2014 Rocksteady Studios presenta a porte chiuse il suo nuovo progetto di cui non può esserne rivelata l'identità per via di un embargo informativo la cui fine è prevista per il 3 marzo dello stesso anno. Pochissimi giorni prima dell'annuncio ufficiale compaiono su Internet diverse immagini di alcuni GameStop che hanno ricevuto un poster raffigurante quello che sembra il logo di un nuovo videogioco della serie che verrà esposto negli inizi di marzo. Il 4 marzo viene annunciato ufficialmente Batman: Arkham Knight, terzo e ultimo capitolo della saga che vede nuovamente Rocksteady Studios allo sviluppo. Sulle pagine della rivista Game Informer è stato rivelato che sin dalla pubblicazione di Batman: Arkham City, Rocksteady Studios aveva in mente di sviluppare il sequel per consoles next-gen al fine di rivoluzionare completamente il gameplay senza dover realizzare anche una versione più arretrata per quelle current-gen. Warner Bros. Interactive Entertainment appoggiò la scelta del team inglese, ma giudicò la distanza di tre anni tra l'uscita di Arkham City e quella del sequel troppo lunga, così decise di "ingannare l'attesa" pubblicando il prequel Batman: Arkham Origins, sviluppato da Warner Bros. Games Montréal.

Il 21 maggio viene pubblicato un trailer che mostra sequenze di gameplay[10]. Il 3 giugno viene pubblicato un trailer interamente dedicato all'uso della Batmobile. Inoltre, alla fine, il trailer mostra anche la posticipazione dell'uscita del videogioco al 2015[11]. Il 9 giugno, all'E3, viene presentata una demo di circa 5 minuti[12]. Il 23 luglio GameStop rivela come preordine esclusivo del gioco Cappuccio Rosso, il quale avrà una propria storia. L'8 settembre viene annunciato che il videogioco verrà pubblicato il 2 giugno 2015. Il 24 febbraio 2015 l'Entertainment Software Rating Board classifica il videogioco come "Mature" (PEGI 18 per l'Europa). Sefton Hill di Rocksteady Studios si è dichiarato sorpreso della valutazione affermando che questo capitolo finale, dal punto di vista del contenuto, non differisce dai precedenti, che difatti sono stati classificati come "Teen" (PEGI 16)[13][14]. Il 25 febbraio viene pubblicato un nuovo trailer che mostra la presenza anche di Poison Ivy e Firefly[15]. Il 21 marzo vengono rivelati ulteriori dettagli sull'espansione della storia con protagonista Harley Quinn; il DLC si collocherà cronologicamente prima dei fatti che verranno narrati nella trama principale, e racconterà l'infiltrazione di Harley Quinn nel dipartimento di polizia di Blüdhaven per liberare Poison Ivy[16]. Il 23 marzo viene pubblicato un nuovo video di gameplay in cui viene anche annunciata la posticipazione della pubblicazione al 23 giugno[9]. Il 27 aprile viene pubblicato un nuovo trailer il quale mostra la partecipazione di Robin, Nightwing e Catwoman, i quali saranno utilizzabili dal giocatore tramite un sistema inedito chiamato "dual play" che permette di passare da Batman a uno dei tre personaggi in questione durante i combattimenti, di Alfred Pennyworth, Azrael e Lucius Fox. Il 3 maggio vengono rivelati nuovi dettagli sul Season Pass del gioco, tra cui l'espansione della storia Batgirl: A Matter of Family, in cui il videogiocatore vestirà i panni di Batgirl in una storia prequel[17]. Il 28 maggio vengono pubblicati un nuovo video di gameplay e nuovi screenshots. Il 2 giugno viene pubblicato un trailer dedicato all'espansione della storia di Harley Quinn, mentre l'8 quello su Cappuccio Rosso. Il 15 giugno all'E3 2015 viene presentato un trailer che mostra il corpo del Joker venire cremato, e una preview del gameplay del DLC dedicato allo Spaventapasseri. Il 17 giugno vengono pubblicati altri screenshots, e viene anche annunciata la cancellazione della Batmobile Edition[18]. Il 16 ottobre 2015 vengono rivelati tutti i contenuti del Season Pass.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono riportati i doppiatori che hanno prestato la voce ai principali personaggi del videogioco:[19][20]

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
Bruce Wayne / Batman Kevin Conroy Marco Balzarotti
Thomas Elliot / Hush
Selina Kyle / Catwoman Grey Griffin Cinzia Massironi
Tim Drake / Robin Davide Albano
Dick Grayson / Nightwing Scott Porter
Alfred Pennyworth Martin Jarvis Cesare Rasini
Commissario James Gordon Mario Scarabelli
Barbara Gordon / Oracle Ashley Greene Debora Magnaghi
Lucius Fox Dave Fennoy Maurizio Trombini
Joker Mark Hamill Riccardo Peroni
Dott. Jonathan Crane / Spaventapasseri John Noble Alberto Sette
Cavaliere di Arkham / Jason Todd Troy Baker Luca Ghignone
Harvey Dent / Due Facce
Jack Ryder James Horan
Oswald Cobblepot / Pinguino Nolan North Oliviero Corbetta
Edward Nigma / Enigmista Wally Wingert Daniele Demma
Pamela Isley / Poison Ivy Tasia Valenza Patrizia Scianca
Harley Quinn Marcella Silvestri
Agente Aaron Cash Duane R. Shepard Sr. Giovanni Battezzato
Garfield Lynns / Firefly Crispin Freeman Andrea Bolognini
Dott. Kirk Langstrom / Man-bat Federico Danti
Lazlo Valentin / Professor Pyg Dwight Schultz Pietro Ubaldi
Diacono Blackfire Vittorio Bestoso
Michael Lane / Azrael Khary Payton Ivo De Palma
Slade Wilson / Deathstroke Claudio Moneta
Simon Stagg Phil Proctor Aldo Stella
Henry Adams Garrick Hagon Gianni Gaude
Albert King Renzo Ferrini
Johnny Charisma Michael Rosenbaum Federico Viola

Edizioni Limitate[modifica | modifica wikitesto]

Per il gioco erano programmate due edizioni speciali, la Collector's Edition e la Limited Edition; tuttavia, la prima è stata annullata poco prima del lancio.

Collector's Editon[modifica | modifica wikitesto]

  • Artbook.
  • Steelbook.
  • Statua trasformabile della Batmobile.
  • Esclusivo pacchetto costumi.
  • Fumetto edizione limitata DC Comics.

Limited Edition[modifica | modifica wikitesto]

  • Artbook.
  • Steelbook.
  • Statua 25 cm Batman in edizione limitata.
  • Esclusivo pacchetto costumi.
  • Fumetto edizione limitata DC Comics.

GOTY Edition[modifica | modifica wikitesto]

  • Gioco Standard con codice per scaricare il Season Pass.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c vendita sospesa il 25 giugno 2015
  2. ^ La versione PC di Batman Arkham Knight verrà ripubblicata durante l'autunno?
  3. ^ Aoife Wilson, Arkham Knight gives Batman an all-new foe, a bigger Gotham and a 'wrecking ball' of a ride, Polygon, 27 marzo 2014. URL consultato il 29 marzo 2014 (archiviato il 27 marzo 2014).
  4. ^ Cancellate le versioni Linux e Mac di Batman: Arkham Knight, su https://vg247.it/, VG247.it. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  5. ^ Batman Arkham Knight, Gotham 5 volte più grande, su gamingpark.it.
  6. ^ Warner Bros. sospende le vendite della versione PC di Batman: Arkham Knight, su http://eurogamer.it/, Eurogamer. URL consultato il 26 giugno 2015.
  7. ^ Batman: Arkham Knight - Trailer dell'annunci ufficiale, su http://multiplayer.it/, Multiplayer.it. URL consultato il 4 marzo 2014.
  8. ^ Filmato audio Batman Arkham Knight Trailer di Annuncio Ufficiale - "Da Padre a Figlio", su https://www.youtube.com/. URL consultato il 04-03-2014.
  9. ^ a b Batman: Arkham Knight rimandato ancora - Gamereactor Italia
  10. ^ Batman: Arkham Knight, pubblicato il primo gameplay trailer, su buddhagaming.it. URL consultato il 22 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2014).
  11. ^ Official Batman: Arkham Knight - Batmobile Battle Mode Reveal - YouTube
  12. ^ Batman: Arkham Knight - E3 2014 - Il gameplay di Batman: Arkham Knight in video - Multiplayer.it
  13. ^ L'ESRB classifica Batman: Arkham Knight - News PC, PS4, Xbox 360, Xbox ONE
  14. ^ GamingPark, Batman Arkham Knight solo per adulti, su gamingpark.it.
  15. ^ Batman: Arkham Knight - Batman: Arkham Knight - Il trailer “Gotham è mia" - Multiplayer.it
  16. ^ Batman: Arkham Knight: nuovi dettagli sul DLC Harley Quinn - News PC, PS4, Xbox 360, Xbox ONE
  17. ^ Batman: Arkham Knight: i contenuti del Season Pass - News PC, PS4, Xbox 360, Xbox ONE
  18. ^ Cancellata la Batmobile Edition di Batman: Arkham Knight? - News PC, PS4, Xbox 360, Xbox ONE
  19. ^ AntonioGenna.net presenta: IL MONDO DEI DOPPIATORI - EXTRA: VIDEOGAMES "Batman: Arkham Knight", su antoniogenna.net. URL consultato il 12 settembre 2019.
  20. ^ (EN) Batman: Arkham Knight - full cast, su IMDb. URL consultato il 12 settembre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]