Campionati sciistici delle truppe alpine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

I Ca.STA sono i Campionati sciistici delle truppe alpine. Anche noti come Olimpiade invernale in grigioverde. Erano inizialmente note come Gare interregimentali di sci delle truppe alpine, GISTA.

Gli scopi[modifica | modifica wikitesto]

Queste gare hanno lo scopo di verificare il livello di addestramento conseguito dai vari reparti delle diverse unità nel corso dell'attività invernale . Nello specifico le competizioni riguardano la capacità di sopravvivenza e la mobilità/efficienza in un ambiente tipicamente invernale. Questi campionati servono inoltre a rafforzare le amicizie con le truppe alleate attraverso un sereno confronto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Accampamento presso l'aeroporto di Dobbiaco, durante i CASTA 2011

Questi campionati si tengono fin dal 1931, quando l'Ispettorato delle Truppe Alpine decise, di organizzare, con l'aiuto del 5º Reggimento alpini, alcuni giorni di competizione interreggimentale al passo del Tonale, e precisamente dal 6 al 10 marzo di quell'anno.[1]

Queste competizioni si ripetevano di anno in anno (eccezione fatta per gli anni della II guerra mondiale e nel 1991), cambiando anche nome e località, e rispettando le pause imposte dalle guerre. Fu solamente nel 1977 che queste competizioni presero ufficialmente il nome di Ca.STA.

Nel 1979 le competizioni si allargarono anche ad altre truppe oltre a quelli italiane, ad esempio a quelli di paesi amici o alleati.

Luoghi[modifica | modifica wikitesto]

Nr. anno Localita' Regione
1 1931 Passo del Tonale Trentino, Lombardia
2 1932 San Martino di Castrozza Trentino
3 1933 Bardonecchia Piemonte
4 1934 Madonna di Campiglio Trentino
5 1935 San Candido Alto Adige
6 1936 Limone Piemonte Piemonte
7 1937 Monte Bondone Trentino
8 1938 San Candido Alto Adige
9 1939 Bardonecchia Piemonte
10 1940 San Candido Alto Adige
11 1947 Misurina Veneto
12 1950 Corvara Alto Adige
13 1951 Bardonecchia Piemonte
14 1952 Asiago Veneto
15 1953 San Candido Alto Adige
16 1963 Bardonecchia Piemonte
17 1964 Bardonecchia Piemonte
18 1965 Bardonecchia Piemonte
19 1966 Sappada Veneto
20 1967 Nevegal, Belluno Veneto
21 1968 San Candido Alto Adige
22 1969 Merano 2000 Alto Adige
23 1970 Sestriere Piemomte
24 1971 Tarvisio Friuli
25 1972 Nevegal, Belluno Veneto
26 1973 Vipiteno Alto Adige
27 1974 Vipiteno Alto Adige
28 1975 San Candido Alto Adige
29 1976 San Candido Alto Adige
30 1977 Campo Felice Abruzzo
31 1978 Alpe di Siusi Alto Adige
32 1979 Alpe di Siusi Alto Adige
33 1980 San Candido Alto Adige
34 1981 San Candido Alto Adige
35 1982 Cuneo, Valdieri, Limone Piemonte Piemonte
36 1983 Tarvisio Friuli
37 1984 Cortina d'Ampezzo Veneto
38 1985 Dobbiaco, San Candido Alto Adige
39 1986 San Candido, Dobbiaco, Cortina Alto Adige, Veneto
40 1987 Cuneo, Limone Piemonte, Valle Stura Piemonte
41 1988 Sappada, Comelico Veneto
42 1989 L’Aquila, Campo Felice Abruzzo
43 1990 Auronzo di Cadore Veneto
44 1992 Vipiteno Alto Adige
45 1993 Dobbiaco, San Candido Alto Adige
46 1994 Paganella Trentino
47 1995 Vipiteno Alto Adige
48 1996 San Candido, Dobbiaco Alto Adige
49 1997 Vipiteno, Val Ridanna Alto Adige
50 1998 San Candido, Dobbiaco Alto Adige
51 1999 San Candido, Dobbiaco Alto Adige
52 2000 San Candido, Dobbiaco Alto Adige
53 2001 San Candido, Dobbiaco Alto Adige
54 2002 San Candido, Dobbiaco Alto Adige
55 2003 San Candido, Dobbiaco Alto Adige
56 2004 San Candido, Sesto Alto Adige
57 2005 Alta Pusteria Alto Adige
58 2006 Alta Pusteria Alto Adige
59 2007 Alta Pusteria Alto Adige
60 2008 Alta Pusteria Alto Adige
61 2009 Alta Pusteria Alto Adige
62 2010 Alta Pusteria Alto Adige
63 2011 Alta Pusteria Alto Adige
64 2012 Alta Pusteria Alto Adige
65 2013 Alta Pusteria Alto Adige
66 2014 Sestiere, Pragelato, Cesana, Clavière (Torino) Piemonte
67 2015 Alta Pusteria Alto Adige
68 2016 Sestiere, Pragelato, Cesana, Clavière (Torino) Piemonte

Nell'ultimo decennio, gran parte delle gare si sono svolte in Alta Pusteria, in Alto Adige, e precisamente nei comuni di Braies, Dobbiaco, Villabassa, San Candido e Sesto.

Nazioni partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Le nazioni che partecipano sono: Afghanistan, Albania, Argentina, Austria, Bulgaria, Canada, Cile, Croazia, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, India, Kazakistan, Lettonia, Libano, Lituania, Macedonia, Montenegro, Norvegia, Pakistan, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti d'America, Svezia, Svizzera, Turchia, Ucraina e Ungheria.

I trofei[modifica | modifica wikitesto]

La competizione si articola principalmente in tre fasi:

  • Il trofeo dell'Amicizia (CISM): slalom gigante su due manche, sci di fondo 15 km maschile e 10 km femminile, team sprint, pattuglia con tiro 25 km e gara di sci notturna;
  • Il trofeo Medaglie d'Oro Alpine: slalom gigante femminile coppa europea FIS e slalom gigante femminile coppa europea FIS;
  • La gara dei plotoni: gara di pattuglia con tiro da 25 km e gara dei plotoni su 3 giorni.
Anno Trofeo dell'Amicizia
CISM
Trofeo Medaglie d'Oro Alpine Gara dei plotoni
IFMS Trophy
2004 Italia 4° rgt alpini Para 8° rgt alpini
2005 Italia Centro addestramento alpino 14° rgt alpini
2006 Italia Centro addestramento alpino 3° rgt artiglieria da montagna
2007 Italia 4° rgt alpini Para 1° rgt artiglieria da montagna
2008 Italia 8° rgt alpini 8° rgt alpini
2009 Italia 4° rgt alpini Para 5° rgt alpini
2010 Italia 4° rgt alpini Para 4° rgt alpini Para
2011 Italia 4° rgt alpini Para 7° rgt alpini
2012 Italia 4° rgt alpini Para 4° rgt alpini Para
2013 Italia 5° rgt alpini 5° rgt alpini
2014 Italia 8° rgt alpini 8° rgt alpini
2015 Italia 4° rgt alpini Para 4° rgt alpini Para
2016 Italia[2] 4° rgt alpini Para[3] 8° rgt alpini[4]
2017 Italia Centro addestramento alpino 7° rgt alpini
2018 Italia 7° rgt

alpini

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata, su truppealpine.eu. URL consultato il 18 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2011).
  2. ^ Copia archiviata (PDF), su truppealpine.eu. URL consultato il 26 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2016).
  3. ^ Copia archiviata (PDF), su truppealpine.eu. URL consultato il 26 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2016).
  4. ^ Copia archiviata (PDF), su truppealpine.eu. URL consultato il 26 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2016).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Rizza, "I Campionati sciistici delle Truppe Alpine. 70 anni di storia: 1931-2001", "Il Mattino" di Bolzano, 2001

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]