Velasio De Paolis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Velasio De Paolis, C.S.
cardinale di Santa Romana Chiesa
Coat of arms of Velasio De Paolis.svg
Justitia in caritate
Titolo Cardinale diacono di Gesù Buon Pastore alla Montagnola
Incarichi attuali Presidente emerito della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede

Delegato Pontificio per la Congregazione dei Legionari di Cristo

Nato 19 settembre 1935 (78 anni) a Sonnino
Ordinato presbitero 18 marzo 1961
Consacrato vescovo 21 febbraio 2004 dal cardinale Angelo Sodano
Elevato arcivescovo 12 aprile 2008
Creato cardinale 20 novembre 2010 da papa Benedetto XVI

Velasio De Paolis (Sonnino, 19 settembre 1935) è un cardinale e arcivescovo cattolico italiano, presidente emerito della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Appartenente alla Congregazione dei Missionari di San Carlo, meglio conosciuti come Scalabriniani, dal nome del loro fondatore, è nato a Sonnino, in diocesi di Priverno, il 19 settembre 1935.

Il 18 marzo 1961 è ordinato sacerdote.

Il 30 dicembre 2003 è nominato segretario del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, e vescovo titolare di Telepte.

Riceve la consacrazione episcopale, all'Altare della Cattedra della Basilica Vaticana, il 21 febbraio dell'anno successivo, da parte del Segretario di Stato, cardinale Angelo Sodano, coadiuvato dall'arcivescovo Silvano Maria Tomasi, osservatore permanente della Santa Sede presso le Nazioni Unite a Ginevra, e dal vescovo Francesco Saverio Salerno, segretario emerito del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica.

Ricopre la carica di segretario del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica fino al 12 aprile 2008 quando è nominato presidente della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede, prendendo il posto del dimissionario cardinale Sergio Sebastiani, e promosso arcivescovo con lo stesso titolo di Telepte.[1]

Il 9 luglio 2010 il papa lo ha nominato delegato pontificio per la Congregazione dei Legionari di Cristo.[2]

Si è opposto alla possibilità che il film Angeli e demoni, tratto dal romanzo di Dan Brown, venisse girato nelle chiese di Roma.[3]

Papa Benedetto XVI lo ha creato cardinale assegnandogli la diaconia di Gesù Buon Pastore alla Montagnola nel concistoro del 20 novembre 2010. Il 15 maggio 2011, con un solenne pontificale, prende ufficialmente possesso della diaconia con gran concorso di fedeli.

È uno dei cardinali che ha celebrato la messa tridentina dopo la riforma liturgica.

Il 21 settembre 2011 papa Benedetto XVI accoglie la rinuncia per limiti di età dall'incarico di presidente della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede.

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mons. Velasio De Paolis nominato dal Papa nuovo presidente della Prefettura per gli Affari Economici della Santa Sede. Succede al cardinale Sebastiani, Radio Vaticana, 12 aprile 2008. URL consultato il 4-8-2009.
  2. ^ Nomina a delegato pontificio per la congregazione dei legionari di Cristo, Santa sede, 9 luglio 2010. URL consultato il 9--2010.
  3. ^ (EN) Richard Owen, Vatican bans Dan Brown film Angels & Demons from Rome churches, Times Online, 17 giugno 2008. URL consultato il 4-8-2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vescovo titolare di Telepte Successore BishopCoA PioM.svg
Jean-Louis Tauran 30 dicembre 2003 - 20 novembre 2010
con dignità di arcivescovo dal 12 aprile 2008
Edgar Peña Parra
Predecessore Segretario del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica Successore Emblem Holy See.svg
Francesco Saverio Salerno 30 dicembre 2003 - 12 aprile 2008 Frans Daneels
Predecessore Presidente della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede Successore Emblem Holy See.svg
Sergio Sebastiani 12 aprile 2008 - 21 settembre 2011 Giuseppe Versaldi
Predecessore Cardinale diacono di Gesù Buon Pastore alla Montagnola Successore CardinalCoA PioM.svg
James Francis Stafford dal 20 novembre 2010 in carica

Controllo di autorità VIAF: 49355529 LCCN: n84059114