Arcidiocesi di Los Angeles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Los Angeles
Archidioecesis Angelorum in California
Chiesa latina
LA Cathedral3.jpg
Regione ecclesiastica XI (CA, HI, NV)
Roman Catholic Archdiocese of Los Angeles.svg Archdiocese of Los Angeles map 1.png
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Diocesi suffraganee
Fresno, Monterey, Orange, San Bernardino, San Diego
Arcivescovo metropolita José Horacio Gómez
Ausiliari Edward William Clark,
Thomas John Curry,
Alexander Salazar,
Oscar Azarcon Solis,
Gerald Eugene Wilkerson
Arcivescovi emeriti cardinale Roger Michael Mahony
Sacerdoti 1.144 di cui 590 secolari e 554 regolari
4.023 battezzati per sacerdote
Religiosi 665 uomini, 1.924 donne
Diaconi 306 permanenti
Abitanti 11.606.889
Battezzati 4.603.000 (39,7% del totale)
Superficie 22.685 km² negli Stati Uniti d'America
Parrocchie 287
Erezione 1º giugno 1922
Rito romano
Cattedrale Nostra Signora degli Angeli
Indirizzo 3424 Wilshire Blvd., Los Angeles, CA 90010-2241
Sito web www.la-archdiocese.org
Dati dall'Annuario Pontificio 2010 * *
Chiesa cattolica negli Stati Uniti d'America

L'arcidiocesi di Los Angeles (in latino: Archidioecesis Angelorum in California) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica appartenente alla regione ecclesiastica XI (CA, HI, NV). Nel 2009 contava 4.603.000 battezzati su 11.606.889 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo José Horacio Gómez.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi si estende su 22.685 km² della California meridionale comprendendo le contee di Los Angeles, Santa Barbara e Ventura.

Sede arcivescovile è la città di Los Angeles, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora degli Angeli (Our Lady of the Angels).

Il territorio è suddiviso in 287 parrocchie, raggruppate in 5 regioni pastorali:

  • Santa Barbara
  • San Fernando
  • Our Lady of the Angels
  • San Gabriel
  • San Pedro

La provincia ecclesiastica comprende le seguenti diocesi suffraganee:

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il 7 luglio 1859 la diocesi di Monterey assunse il nome di diocesi di Monterey-Los Angeles e il 1º giugno 1922 in seguito ad un grande aumento della popolazione, la diocesi venne divisa in virtù della bolla Romani Pontifices di papa Pio XI, dando origine alle diocesi di Monterey-Fresno (oggi diocesi di Monterey) e Los Angeles-San Diego.

Il continuo incremento demografico portò presto ad una nuova divisione anche di quest'ultima diocesi: l'11 luglio 1936 con la bolla Ad spirituale christianae dello stesso papa Pio XI ebbe origine la diocesi di San Diego e la presente sede di Los Angeles in forza della bolla Nimis amplas ecclesiasticas del medesimo giorno fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana.

Il 24 marzo 1976 ha ceduto una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Orange.

Procedimenti giudiziari[modifica | modifica sorgente]

Nel dicembre del 2007 l'arcidiocesi di Los Angeles è stata condannata al pagamento di 500 000 dollari perché sette dei suoi sacerdoti avevano violentato una donna da quando questa aveva 16 anni. La donna ha anche una figlia da uno di questi prelati, mentre un altro aveva tentato di farla abortire in cambio di denaro.[1]

Sempre nel 2007, l'arcidiocesi ha raggiunto un accordo extra-giudiziario, in base al quale deve versare 660 milioni di dollari a 508 vittime di presunte violenze su minori nell'arco di settant'anni in cambio dell'annullamento di quindici processi civili relativi a reati di pedofilia di cui erano accusati sacerdoti, frati e laici. La scelta dell'arcidiocesi ha evitato che venissero iniziati i processi per il risarcimento civile, con il rischio di dover far sedere il cardinale Roger Michael Mahony sul banco dei testimoni a spiegare il motivo per il quale i sacerdoti coinvolti nei reati non furono allontanati tempestivamente dai loro incarichi, evitando che li reiterassero. Già in precedenza l'arcidiocesi aveva accettato di versare 114 milioni di dollari ad altre vittime.[2]

Cronotassi degli arcivescovi[modifica | modifica sorgente]

Elenco dei vescovi ausiliari[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2009 su una popolazione di 11.606.889 persone contava 4.603.000 battezzati, corrispondenti al 39,7% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 832.375 4.541.400 18,3 799 499 300 1.041 400 2.175 234
1966 1.621.101 8.716.672 18,6 1.393 689 704 1.163 1.053 4.495 310
1970  ? 9.247.261  ? 1.483 749 734  ? 1.043 3.517 318
1976 2.208.989 9.424.906 23,4 1.579 844 735 1.398 26 1.036 1.910 319
1980 2.069.682 7.908.300 26,2 1.303 641 662 1.588 91 1.005 2.545 278
1990 3.405.180 9.656.205 35,3 1.322 664 658 2.575 115 894 2.322 282
1999 4.080.793 10.652.600 38,3 1.198 604 594 3.406 161 177 1.926 287
2000 4.121.601 10.449.129 39,4 1.270 642 628 3.245 179 855 1.898 285
2001 4.148.720 11.055.000 37,5 1.357 731 626 3.057 188 886 1.857 310
2002 4.197.635 10.985.200 38,2 1.251 645 606 3.355 203 824 1.797 287
2003 4.206.875 11.012.763 38,2 1.200 616 584 3.505 219 774 1.751 287
2004 4.174.304 11.096.200 37,6 1.198 587 611 3.484 232 805 1.767 287
2009 4.603.000 11.606.889 39,7 1.144 590 554 4.023 306 665 1.924 287

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Usa, violentata da sette preti. URL consultato il 05-12-07.
  2. ^ Andrea Tornielli, «Preti pedofili, diocesi Usa paga 485 milioni di euro», Il Giornale, 16 luglio 2007.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi