UGM-73 Poseidon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Poseidon
Lancio di un Poseidon da un sottomarino
Lancio di un Poseidon da un sottomarino
Descrizione
Tipo SLBM
Impiego imbarcato
Sistema di guida inerziale
Costruttore Lockheed
Impostazione 1963
In servizio 1971
Ritiro dal servizio 1992
Utilizzatore principale Stati Uniti
Peso e dimensioni
Peso 29211,3 kg
Lunghezza 10.39 m
Diametro 1.88 m
Prestazioni
Vettori missile a due stadi a propellente solido
Gittata 5926,4
Velocità massima 12900 km/h
Testata MIRV

[senza fonte]

voci di missili presenti su Wikipedia

Il missile Poseidon era un'arma balistica che equipaggiava i sottomarini della US Navy, con media gittata (da 4500 km o superiore a secondo del peso della testata) e testata MIRV, multipla a rientro indipendente. Esso diede un notevole potenziamento all'arsenale USA in termini di missili balistici in mare.

Il Poseidon fu il secondo missile balistico della US Navy e sostituì il Polaris dal cui progetto venne sviluppato, tanto che il progetto all'inizio venne chiamato Polaris B-3 e venne successivamente ribattezzato Poseidon per sottolinearne i progressi e le differenze costruttive. Il Poseidon sostituì il Polaris a partire dal 1972, per essere poi sostituito dal Trident a partire dal 1980. I Poseidon furono costruiti dal 1970 al 1978 in circa 620 esemplari.

Come per il Polaris il lancio nei sottomarini avveniva a freddo, cioè espellendo il missile dal silo mediante un getto di aria compressa prima dell'accensione del motore del primo stadio.

Il primo progetto del missile risale al 1963, mentre i primi test avvennero nel 1968, nel 1969 il lancio da una nave, la USNS Observation Island (T-AGM-23), e il primo lancio da un sottomarino avvenne il 3 agosto 1970 dal James Madison. Ufficialmente il missile entrò in servizio il 31 marzo 1971 e sostituì i Polaris in tutti i sottomarini che ne erano equipaggiati.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]