AIM-82

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'AIM-82 fu un missile aria-aria a corto raggio impostato nel 1969 dall'USAF il cui progetto fu cancellato prima ancora che si potessero produrre i primi prototipi.

L'idea nacque appunto nel 1969 per dotare il caccia F-15, ancora in fase di sviluppo, di un nuovo missile aria-aria a corto raggio. Con la designazione di ZAIM-82A, i requisiti del nuovo ordigno (che doveva essere all-aspect, cioè lanciabile contro un bersaglio diretto in qualsiasi direzione, e fire-and-forget, ovvero che dopo il lancio il pilota dell'aereo poteva dedicarsi ad altre attività senza dover guidare il missile fino al bersaglio[1]) vennero inviati nell'aprile 1970 alle varie industrie.
Risposero con proposte solo la General Dynamics, la Hughes Aircraft e quella che diventerà Ford Aerospace, ma prima che si potessero compiere altri passi, lo ZAIM-82A venne radiato dai piani dell'USAF nel settembre 1970. La motivazione va ricercata nel fatto che nel frattempo la US Navy aveva concluso lo sviluppo dell'AIM-95 Agile, molto simile nel ruolo e nelle caratteristiche a ciò che si aspettavano i vertici USAF, che decisero dunque di prenderlo in organico al posto dello ZAIM-82A.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AIM-82, url consultato il 7 nov 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

AIM-82