Testata (armi)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una arma atomica di tipo B61 assemblata e disassemblata. La testata nucleare è l'oggetto argentato di forma cilindrica al centro dell'immagine.

La testata, è la parte anteriore del proiettile o del missile che contiene il materiale esplosivo o che deve entrare in contatto con il bersaglio. Da questa componente si può determinare la potenza di un'arma e la sua categoria.

Tipi di testate[modifica | modifica wikitesto]

Le testate a seconda del loro componente e struttura hanno vari nomi:

  • Testata nucleare, testata che sfrutta reazioni di fusione o fissione nucleare
  • Chimiche, utilizzate per produrre armi chimiche
  • Esplosive, utilizzate molto sui missili, dato il loro ridotto costo e buona efficacia su mezzi militari
  • Metalliche o cinetiche, utilizzate sui proiettili, e realizzate in modo che possano perforare più agevolmente il bersaglio. In alcuni casi tali teste si deformano, formando una testa a fungo, per creare maggiore danno

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Le testate a seconda del loro tipo e potenza, si possono utilizzare su varie munizioni/armi:

  • Bombe, armi che vanno lanciate su avamposti o fabbriche o strutture strategiche nemiche.
  • Missili, sono dei razzi che vanno a colpire mezzi militari.
  • Proiettili, sono munizioni, utilizzate per colpire i militari.
  • Siluri, armi progettate per l'utilizzo navale o aereonavale e destinate a rendere inoperative unità navali di superficie o in immersione.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]