Red Bull RB5

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Red Bull RB5
Webber 2009 Spain.jpg
Mark Webber al GP di Spagna
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Red Bull Racing
Categoria Formula 1
Squadra Red Bull Racing
Progettata da Adrian Newey
Geoff Willis
Sostituisce Red Bull RB4
Sostituita da Red Bull RB6
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Monoscocca composita in fibra di carbonio
Motore Renault RS27-2009 2.4 V8
Trasmissione 7 rapporti + retro
Dimensioni e pesi
Peso 605 kg
Altro
Carburante Total
Pneumatici Bridgestone
Avversarie Brawn BGP 001
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio d'Australia 2009
Piloti 14. Mark Webber
15. Sebastian Vettel
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
17 6 5 6

La Red Bull RB5 è una vettura di Formula 1 disegnata da Adrian Newey e Geoff Willis per il team anglo-austriaco, per competere nel campionato 2009; la monoposto è guidata da Sebastian Vettel e Mark Webber. La vettura è stata presentata il 9 febbraio al Circuito di Jerez in Spagna[1].

Specifiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Le nuove regole previste per il 2009 prevedono un alettone posteriore più alto e stretto rispetto al passato e un alettone anteriore più largo, nel tentativo di agevolare il cosiddetto "effetto scia" e garantire così una maggiore possibilità di sorpasso, nonché il ritorno alle gomme slick e la possibilità di montare il sistema KERS (Kinetic Energy Recovery System), per il recupero dell'energia dispersa in frenata e il suo riutilizzo sotto forma di potenza extra (80  CV) per un massimo di circa 8 secondi ogni giro.

In virtù dello stravolgimento regolamentare, la RB5 integra molte soluzioni innovative. In particolare colpisce il ritorno al posteriore dello schema sospensivo pull-rod che consente di adottare cinematismi particolarmente favorevoli per lo sfruttamento degli pneumatici Bridgestone e anche per ridurre all'estremo la sezione della monoposto in quella zona ed ottenere un miglior flusso aerodinamico verso l'ala posteriore e l'estrattore. All'anteriore, il muso molto alto (modificato a metà stagione con una soluzione molto più larga) presenta una scavatura a v nella parte superiore che farà scuola. Per scelta, la RB5 non adotta il sistema KERS opzionalmente ammesso dai regolamenti e montato da Ferrari, McLaren, Renault e BMW: ciò si rivelerà un punto di forza in quanto il peso del dispositivo è cospicuo e impedirebbe di posizionare la zavorra nel miglior modo possibile per il bilanciamento della vettura. La polemica scatenata dall'interpretazione "ai limiti" data da alcune squadre alla nuova regola sugli estrattori trova impreparata la Red Bull solo per alcune gare: dal GP di Monaco, Newey adeguerà il fondo della RB5 a quanto fatto da Brawn GP, Williams e Toyota, aprendo due aperture perfettamente integrate con lo schema sospensivo che consentiranno di estrarre una maggior quantità d'aria dal sottoscocca e aumentare così la deportanza.

Test[modifica | modifica sorgente]

La RB5 è stata lanciata un po' più tardi delle rivali al fine di consentire un miglior sviluppo[2] L'obiettivo della casa austriaca è quello di cogliere qualche risultato migliore di quello del 2008 (un solo podio).[3]. Vettel si dimostra molto ottimsta sul potenziale della monoposto:

« Ovviamente non possiamo dire che vinceremo il mondiale. Lo vorrei ma dobbiamo vedere se è possibile. Abbiamo bisogno di sapere come stiamo andando, dove siamo in confronto con i nostri avversari. Credo che le nuove regole ci diano la possibilità di chiudere il gap nei confronti dei migliori come Ferrari e McLaren, senza dubbio[4] »
Sebastian Vettel testa la RB5 nel febbraio 2009

I test vennero inizialmente bloccati a causa di alte temperature dell'olio nella scatola del cambio[5]. Una volta risolto il problema la RB5 fu la più veloce delle vetture impegnate nei test di Jerez, in confronto a Williams, McLaren e Renault[6]. Webber ritornò nell'occasione alla guida di una monoposto dopo l'infortunio di novembre 2008 e compì una simulazione di Gran Premio senza riscontrare disagi fisici[7].

Stagione 2009[modifica | modifica sorgente]

Nelle prime gare stagionali la RB5 dimostra di essere una delle vetture più competitive, escludendo quelle (Brawn BGP 001, Williams FW31 e Toyota TF109) che dispongono del diffusore posteriore a doppio profilo. Nella prima gara della stagione Vettel (che conquista il terzo posto in griglia), è secondo fino a pochi giri dalla fine, quando è protagonista di un incidente con Robert Kubica che lo elimina dalla gara.

In Malesia Vettel è di nuovo terzo in griglia ma è costretto poi al ritiro. Webber conquista invece il sesto posto in una gara interrotta da un forte acquazzone, tanto da assegnare solo la metà dei punti previsti.

Nel terzo appuntamento stagionale, Gran Premio di Cina 2009, Sebastian Vettel conquista la prima pole e la prima vittoria per la Red Bull, con Webber che, chiudendo secondo in gara (terzo in prova), dà alla scuderia la prima doppietta[8]. In Bahrain Vettel conquista ancora un secondo posto mentre Webber non entra in zona punti[9]. In Spagna Vettel parte dalla prima fila e chiude quarto, meglio di lui fa Webber che conquista il podio basso dietro le Brawn GP[10]. A Istanbul Sebastian Vettel conquista la pole e chiude terzo in gara, meglio di lui fa Mark Webber che chiude al secondo posto[11]. A Silverstone la RB5 domina il weekend. Vettel conquista un hat-trick (pole, gvp e vittoria), mentre Webber giunge secondo[12]. Al Gran Premio di Germania Webber fa segnare la pole-position e conquista il suo primo Gran Premio in carriera. Vettel è secondo[13]. Le cose sembrano un po' complicarsi in Ungheria, dove Webber arriva 3º non senza problemi, dietro la Mclaren di Lewis Hamilton e la Ferrari di Kimi Raikkonen, mentre Vettel si ritira, proprio a causa di un contatto con il pilota finlandese della rossa alla 1ª curva, ma il problema (ad una sospensione) si presenterà solo a metà gara.

In Europa, come per Montecarlo, le vetture di Adrian Newey non si comportano bene: Nel venerdì, Vettel rompe un motore, ma dopo le qualifiche, dopo aver messo una nuova unità, c'è pericolo che questa si rompa in gara, così è. Vettel rompe il propulsore e si ritira, per la seconda volta consecutiva. Ora su un totale di otto gare ha utilizzato 6 motori, perciò ne ha a disposizione 2 per le 6 restanti gare. Webber dal canto suo non va a punti arrivando 9º. Ed è lo stesso risultato che otterrà a Spa, mentre il compagno di squadra, farà una grande rimonta che lo porterà in 3ª posizione, dietro ad un ritrovato Raikkonen (che non vinceva da 25 gp) e ad un sorprendente Fisichella, autore di un'incredibile pole.

A cinque gare dal termine la situazione vede Vettel 3° con 53 punti (a -19 da Button), mentre Webber è quarto con 51,5 punti, mentre la Red Bull è 2^ nella classifica costruttori con 104,5 punti (a -23,5 dalla BrawnGP).

Nell'ultima parte della stagione la vettura si dimostra la più competitiva conquistando ancora tre vittorie (con Vettel in Giappone e Abu Dhabi e Webber in Brasile), una pole (con Vettel in Giappone) e tre giri veloci. Questi risultati però non saranno sufficienti per vincere il mondiale.

Risultati F1[modifica | modifica sorgente]

(Legenda) (I risultati in Grassetto indicano una pole position; i risultati in Corsivo indicano un giro più veloce)

Anno Team Motore Gomme Piloti Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Turkey.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Europe.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
2009 Red Bull Racing Renault RS27 2.4 V8 B Australia Webber 12 6 2 11 3 5 2 2 1 3 9 9 Rit Rit 17 1 2 153,5
Germania Vettel 13 15 1 2 4 Rit 3 1 2 Rit Rit 3 8 4 1 4 1

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Jonathan Noble, Red Bull unveil the RB5 at Jerez in Autosport, Haymarket Publications, 9 febbraio 2009. URL consultato il 9 febbraio 2009.
  2. ^ The new Red Bull RB5 is unveiled in GrandPrix.com, Inside F1, Inc., 9 febbraio 2009. URL consultato il 12--02-2009.
  3. ^ Edd Straw and Pablo Elizalde, Horner hopeful on 'different' approach in Autosport, Haymarket Publications, 9 febbraio 2009. URL consultato il 12 febbraio 2009.
  4. ^ Edd Straw and Pablo Elizalde, Vettel says the target is to win races in Autosport, Haymarket Publications, 9 febbraio 2009. URL consultato il 12 febbraio 2009.
  5. ^ Edd Straw, Gearbox problem stops RB5's first test in Autosport, Haymarket Publications, 9 febbraio 2009. URL consultato il 12 febbraio 2209.
  6. ^ Jonathan Noble, Vettel shines with new Red Bull at Jerez in Autosport, Haymarket Publications, 10 febbraio 2009. URL consultato il 12 febbraio 2009.
  7. ^ Edd Straw, Vettel shines with new Red Bull at Jerez in Autosport, Haymarket Publications, 11 febbraio 2009. URL consultato il 12 febbraio 2009.
  8. ^ Francesco Buffa, Una grande doppietta ! in it.f1-live.com, 19 aprile 2009. URL consultato il 20 aprile 2009.
  9. ^ Vettel sul podio, it.f1-live.com, 27-04-2009.
  10. ^ Francesco Buffa, Doppietta Brawn, 4° successo per Button ! in it.f1-live.com, 10 maggio 2009. URL consultato l'11 maggio 2009.
  11. ^ Red Bull Racing: Secondo e terzo posto in Turchia in f1grandprix.it, 7 giugno 2009. URL consultato il 7 giugno 2009.
  12. ^ Red Bull Racing: Doppietta a Silverstone in f1grandprix.it, 21 giugno 2009. URL consultato il 22 giugno 2009.
  13. ^ Prima vittoria in carriera di Webber al Nurburgring ! in it.f1-live.com, 12 luglio 2009. URL consultato il 13 luglio 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1