Red Bull

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Red Bull (disambigua).
Red Bull
Red Bull Logo.png
Categoria Bibita
Tipo Energy drink
Soft drink
Marca Red Bull GmbH
Nazione Austria Austria e Thailandia Thailandia
Vendite 5,226 mld di lattine[1] (2012)
Slogan Red bull ti mette le ali
Ingredienti

Acqua Saccarosio, Glucosio, Citrati di sodio acidificante, anidride carbonica, Taurina (0,4%), Glucoronolattone (0,24%), Caffeina (0,03%), Inositolo, Vitamine (Niacina, Acido Pantotenico, B6, B12), Aromi, Coloranti (Caramello, Riboflavina)

Valori nutrizionali medi in 100 g
Valore energetico 45 Kcal/192 KJ
Proteine 0 g
Carboidrati 11,3 g
Grassi 0 g
Sito http://www.redbull.it

Red Bull è una bevanda energetica commerciale, pensata per un uso specifico in momenti di stress e affaticamento, prodotta dalla compagnia austriaca omonima Red Bull GmbH di Salisburgo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Dietrich Mateschitz, fondatore dell'azienda e ideatore della bevanda, traendo ispirazione da alcuni prodotti già molto popolari in Asia, come la Krating Daeng, decide di importare in Europa una bevanda simile e fonda la Red Bull GmbH nel 1984. Tre anni più tardi comincia la commercializzazione in Austria. Alla fine del 2012, Red Bull impiega 8.966 persone in 165 paesi con un fatturato di 4,930 miliardi di euro.[1]

Prodotto[modifica | modifica sorgente]

Red Bull è un energy drink di colore ambrato brillante, è gasato ed ha un gusto leggermente dolce-fruttato. Si tratta di una bevanda pensata per stimolare il cervello delle persone sottoposte a un grande sforzo fisico (stress) e non per essere consumato regolarmente o come una bibita rinfrescante. Viene commercializzato in 3 formati e 3 varianti. Successivamente alla bevanda energetica a marchio Red Bull è stata anche commercializzata una Cola.

Ingredienti[modifica | modifica sorgente]

  • Acqua
  • Saccarosio
  • Glucosio
  • Regolatori di acidità (Citrati di sodio, Carbonato di Magnesio)
  • Anidride Carbonica
  • Acido Citrico
  • Taurina (0,430%) pari a 430 mg/100ml
  • Caffeina (0,032%) pari a 32 mg/100ml
  • Glucuronolattone
  • Inositolo
  • Etanolo (0,001%)
  • Vitamine (Niacina, Acido Pantotenico, B6, B12)
  • Aromi
  • Coloranti (Caramello, Riboflavina)

Informazioni nutrizionali per 100 ml: Valore energetico 45 kcal (192 kJ), Proteine 0 g, Carboidrati 11 g (di cui zuccheri 11 g), Grassi 0 g (di cui saturi 0 g), Fibre 0 g, Sodio 0,04 g, Niacina 8 mg (44%RDA), Acido Pantotenico 2 mg (33% RDA), Vitamina B6 2 mg (100% RDA), Vitamina B12 2 mg (200% RDA). RDA = Razione Giornaliera Raccomandata

Effetti[modifica | modifica sorgente]

Il produttore presenta l'energy drink come uno stimolante energetico fisico e mentale che migliora le prestazioni, la capacità di reazione e di concentrazione, la soglia di attenzione, aumentando la sensazione di benessere e stimolando il metabolismo. Tuttavia questi effetti non sono effettivamente certificati, ma solo dichiarati dal produttore. Quel che è certo è che la bevanda è stata pensata per stimolare il cervello delle persone sottoposte a un grande sforzo fisico (stress) e non per essere consumata come una bibita rinfrescante.[2] L’eventuale abbinamento di bibite energetiche come Red Bull con alcolici e in particolare superalcolici può dare una falsa sensazione di sobrietà molto pericolosa, ad esempio, per chi si mette alla guida.[3] La bevanda viene ritenuta non sana e da evitare se consumata come normale bibita rinfrescante, essendo un prodotto studiato per casi specifici di stress o sforzo fisico temporaneo. L'alta concentrazione di contenuti eccitanti e alteranti, mescolati a zuccheri presenti in alte quantità, sostanze chimiche specifiche per contrastare reazioni del corpo dovute a eventi intensi e temporanei, in aggiunta all'anidride carbonica, la rendono una bevanda non idonea ad un uso alimentare tradizionale, e dannosa se consumata in grandi quantità. Gli effetti non benefici si accentuano se la bevanda viene mescolata ad alcolici.

Marketing[modifica | modifica sorgente]

Immagine di prodotto[modifica | modifica sorgente]

Red Bull deve parte del suo successo anche all'innovativo stile del design della lattina in alluminio: Red Bull viene infatti servito nelle sleek cans, lattine più slanciate ideate appositamente per Red Bull e in seguito adottate da tutte le marche di energy drink. Per quanto riguarda il disegno della lattina, questo è piuttosto semplice ma ormai legato al prodotto: è formato da quattro parallelogrammi affiancati e sovrapposti, di colore blu e argento, e il logo, formato da due tori rossi contro un sole.

Pubblicità[modifica | modifica sorgente]

Mini Red Bull

Per sponsorizzare il suo prodotto, la società austriaca investe nella pubblicità circa il 30 per cento del fatturato.[senza fonte] Oltre ai canali tradizionali come la tv, la radio e il cinema, vengono utilizzati anche sport e sponsorizzazioni di eventi musicali. Red Bull negli anni ha legato il suo brand al mondo sportivo, cominciando da sport estremi, come windsurfing, base jumping e snowboarding, progressivamente allargarsi verso i due poli opposti degli sport più tradizionali come il calcio (FC Red Bull Salzburg, RB Leipzig, New York Red Bulls, Red Bull Ghana, Red Bull Brasil), l'Hockey (EHC Red Bull München) e la Formula 1 (dove possiede anche due scuderie, Red Bull Racing[4] e Scuderia Toro Rosso[5]), e dall'altra parte creando eventi più divertenti e autoironici come la "Red Bull Soap Box Race" e il "Red Bull Flugtag un giorno con le ali", in cui amatori si sfidano su macchinette o aeroplanini senza motore costruiti con i mezzi più disparati e le forme più divertenti dagli sfidanti stessi. Per quanto riguarda la pubblicità televisiva, Red Bull è stato promosso attraverso una serie di scenette ironiche ideate dall'azienda pubblicitaria Kastner & Partners; la struttura degli spot, rimasta invariata fin dalle origini, vede raccontare attraverso scenette disegnate con stile fumettistico delle brevi storielle autoironiche e divertenti, in cui spesso i protagonisti si liberano da piccole e fastidiose situazioni quotidiane grazie all'energy drink che "ti mette le aaali". Un ulteriore mezzo di diffusione della bevanda è la fama guadagnata presso il pubblico giovane attraverso le Sampling girls, ragazze che girano per le città su automobili "personalizzate" con lo stile Red Bull, che distribuiscono gratuitamente lattine fresche della bevanda.

Sponsorizzazioni sportive[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]
Hockey su ghiaccio[modifica | modifica sorgente]
Formula Uno[modifica | modifica sorgente]

Controversie[modifica | modifica sorgente]

In alcuni stati europei la commercializzazione era stata vietata per via di timori combinati dal legame di caffeina con glucuronolattone e taurina.[6][7]: alcuni esperimenti sui topi hanno riscontrato alterazioni al loro sistema renale, con fenomeni di iperattività e di tossicità neurologica. La bevanda è stata poi liberalizzata per imposizione dell'Unione Europea, nell'ottica di libera commercializzazione dei prodotti fra gli stati membri.[7]. L'EFSA ha pubblicato un parere scientifico in base al quale si evidenzia come i fenomeni avversi acuti e mortali manifestatisi tra i consumatori di energy drink sono dovuti all'elevato tasso di assorbimento di caffeina e non dalla miscela di questa con taurina e glucuronolattone.[8]

Circola anche una leggenda su Red Bull; racconta che la taurina viene estratta direttamente dai testicoli dei tori o dallo sperma bovino[6]. la leggenda prende spunto da un fatto vero, poiché effettivamente tale sostanza è stata scoperta nella bile del toro, da cui il nome, ma come viene riferito dal sito ufficiale "la taurina contenuta in Red Bull Energy Drink è una sostanza interamente sintetica prodotta da compagnie farmaceutiche, e non è di derivazione animale né contiene componenti animali".[9]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Dati aziendali. URL consultato il 25-07-2014.
  2. ^ red-bull cocktail mortale: bufala o verità?. URL consultato il 10 luglio 2012.
  3. ^ Maria Lucia Souza-Formigoni, Università di San Paolo, Brasile
  4. ^ Red Bull Racing :: Red Bull
  5. ^ Toro Rosso :: Red Bull
  6. ^ a b Antibufala: Red Bull, bevanda letale di origini militari?, 24 maggio 2009. URL consultato il 2 luglio 2013.
  7. ^ a b motivi della non commercializzazione in alcuni stati europei. URL consultato l'11 dicembre 2012.
  8. ^ Uso di taurina e D-glucurono-γ-lattone quali costituenti delle cosiddette bevande "energetiche", 15 gennaio 2009. URL consultato il 2 luglio 2013.
  9. ^ Sito Ufficiale.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]