Pascal Dusapin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pascal Dusapin (Nancy, 29 maggio 1955) è un compositore francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Studia prima con Olivier Messiaen al Conservatoire national supérieur de musique et de danse di Parigi, poi con Iannis Xenakis, tra il 1974 e il 1978, ed infine con Franco Donatoni. Nel 1993 e 1994 è stato Compositore in residenza con l'Orchestre National Symphonique de Lyon. Nel 2003 la sua opera Perelà Uomo di fumo viene creata all'Opéra Bastille di Parigi ottenendo un importante successo di pubblico e di critica, e viene subito dopo ripresa all'Opéra di Montpellier, mentre nel 2006 Dusapin consegue un'altra notevole affermazione con la prima esecuzione assoluta dell'opera Faustus, the Last Night, frutto di una doppia commissione internazionale rivoltagli dell'Opéra di Lione e della Staatsoper Unter den Linden di Berlino.

La sua musica[modifica | modifica sorgente]

In opposizione ai cosiddetti "compositori spettrali" (ovvero a quel gruppo di compositori che basano il loro lavoro sulla ricerca sui parametri fisico-acustici del suono), nonché a certe correnti francesi sviluppatesi dagli anni novanta che collocano in primo piano la stretta interdisciplinarità tra composizione musicale e ricerca scientifica, Pascal Dusapin è un compositore che ha sempre tenuto in massima considerazione la componente "artigianale" del comporre, e la correlazione tra la struttura compositiva (e la sua filosofia) ed il suo prodotto fonico. È autore di numerosi brani per strumento solista, musica da camera, musica vocale e per orchestra che hanno ottenuto vasti consensi internazionali; ha inoltre composto vari lavori di teatro musicale che sono stati rappresentati diffusamente in Europa e in America.

Nel 2005 la prima assoluta della sua Perelà Suite commissionata dalla Filarmonica della Scala fu diretta da James Conlon nel Teatro alla Scala di Milano trasmessa da Retequattro.

La maggior parte dei suoi lavori sono editi da Salabert (Parigi).

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • nel 1979 riceve il prix Hervé Dugardin della SACEM (la società degli autori francesi)
  • in quanto vincitore del Prix de Rome, risiede dal 1981 al 1983 alla Villa Medici di Roma
  • nel 1993 il premio dell’Académie des beaux-arts e quello del Syndicat de la Critique
  • nel 1994 il Prix Symphonique de la SACEM
  • nel 1995 il Grand Prix National de Musique assegnatogli dal Ministero della Cultura
  • nel 1998 riceve la Victoire de la musique grazie ad un CD inciso dall’Orchestre National de Lyon, e nuovamente riceve lo stesso riconoscimento nel 2002, come Compositeur de l’année
  • nel 2005 ottiene il premio Cino del Duca.

Opere scelte[modifica | modifica sorgente]

Composizioni per strumento solista[modifica | modifica sorgente]

Composizioni da camera e per ensemble[modifica | modifica sorgente]

Musica vocale[modifica | modifica sorgente]

Musica orchestrale[modifica | modifica sorgente]

Opere liriche[modifica | modifica sorgente]

  • Roméo & Juliette (1985-1988)
  • Medeamaterial (1991)
  • To be sung (1992-1993)
  • Perelà Uomo di fumo (2003)
  • Faustus, the Last Night (2006)
  • Passion, creato al Festival d'Aix en Provence (2008)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 116748256 LCCN: n81024448