Jamaica Kincaid

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jamaica Kincaid, nata Elaine Cynthia Potter Richardson (Saint John's, 25 maggio 1949), è una scrittrice statunitense. Vive con la sua famiglia a North Bennington in Vermont.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kincaid ha vissuto con la madre ed il patrigno, carpentiere, fino al 1965. Ha completato la sua formazione superiore ad Antigua con il sistema educativo inglese, dal momento che il suo paese è stato colonia britannica fino al 1967.

A 16 anni si è trasferita a New York per lavorare presso una famiglia come ragazza alla pari. Ha lavorato poi alla redazione di Forbes, dove è diventata buona amica di Marsha Daniel che faceva la reporter, del marito di lei, lo scrittore e professore Myles Ludwig, che era direttore editoriale della riviste Penthouse e Viva, e Peter Ainsley che era il critico musicale di Women's Wear Daily e che successivamente lavorò per il TIME. Passarono molto tempo insieme ed in compagnia di Christopher Tree. Tree era un hippy californiano che suonava una grande varietà di strumenti musicali durante uno spettacolo chiamato Spontaneous Sound.

Dopo il ritorno di Richardson all’università, Kincaid scrisse a Ludwig chiedendogli un lavoro e lui la assunse alla direzione artistica. Continuò a studiare fotografia alla New School for Social Research, frequentò il Franconia College in New Hampshire per un anno e poi tornò al New Yorker.

Carriera da scrittrice[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1973 ha cambiato il suo nome in Jamaica Kincaid perché la sua famiglia disapprovava il fatto che scrivesse. La sua prima esperienza di scrittura riguarda una serie di articoli per la rivista Ingenue. Ha lavorato per The New Yorker fino al 1995.

Il suo romanzo Lucy (1990) è una descrizione immaginaria della sua esperienza di diventare adulta in un paese straniero e continua la narrazione della sua storia personale iniziata col romanzo Annie John (1985). Altri romanzi, quali The Autobiography of My Mother (1996), esplorano la questione del colonialismo e della rabbia che questo ricordo le provoca.

Ha inoltre pubblicato una raccolta di racconti, At the Bottom of the River (1983) ed una di saggi, A Small Place. Insegna scrittura creativa alla Harvard University. Ha inoltre ricevuto una laurea honoris causa in lettere dalla Wesleyan University.

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Ha avuto due figli, Harold ed Annie dall’ex marito, il compositore Allen Shawn, e un'altra figlia, Camryn, dal marito attuale.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • "Girl," poema (26 giugno 1978, apparso su The New Yorker e poi di nuovo nel 1984 su At the Bottom of the River)
  • At the Bottom of the River (1983)
  • Annie John (1985)
  • A Small Place (1988)
  • Annie, Gwen, Lilly, Pam, and Tulip (1989)
  • Lucy (1990)
  • Biography of a Dress (1990)
  • "On Seeing England for the First Time," saggio (1991, apparso su Harper's Magazine)
  • The Autobiography of My Mother (1995)
  • My Brother (1997)
  • My Favorite Plant: Writers and Gardeners on the Plants they Love (editrice; 1998)
  • My Garden (1999)
  • Talk Stories (2001)
  • My Garden (2001)
  • Mr. Potter (2002)
  • Among Flowers: A Walk in the Himalayas (2005)
  • Figures in the Distance
  • Life and Debt Film (2001)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 76335318 LCCN: n83151180