Lockheed L-12 Electra Junior

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lockheed L-12 Electra Junior
Un Lockheed 12A, registrazione F-AZLL, della Pegase TV
Un Lockheed 12A, registrazione F-AZLL, della Pegase TV
Descrizione
Tipo aereo di linea
Equipaggio 2 (pilota e copilota)
Costruttore Stati Uniti Lockheed
Data primo volo 27 giugno 1936
Esemplari 130
Dimensioni e pesi
Lunghezza 11,07 m (36 ft 4 in)
Apertura alare 15,09 m (49 ft 6 in)
Altezza 2,97 m (9 ft 9 in)
Superficie alare 32,70 (352 ft²)
Carico alare 120 kg/m² (25 lb/ft²)
Peso a vuoto 2 703 kg (5 960 lb)
Peso carico 3 924 kg (8 650 lb)
Passeggeri 6
Capacità 1 220 kg (2 690 lb)
Propulsione
Motore 2 radiali Pratt & Whitney Wasp Junior SB
Potenza 400 hp (298 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max 344 km/h (214 mph, 186 kt) al livello del mare
362 km/h (225 mph, 195,5 kt) a 1 525 m (5 000 ft)
Velocità di crociera 307 km/h (191 mph) al livello del mare
325 km/h (202 mph) a 1 525 m (5 000 ft)
341 km/h (212 mph) a 2 928 m (9 600 ft)
Velocità di salita 415 m/min (1 360 ft/min)
Autonomia 1 326 km (824 mi, 716 nmi) (potenza 75%)
1 706 km (1 060 mi, 921 mni) (potenza 50%)
Quota di servizio 6 697 m (22 300 ft)
Tangenza 7 315 m (24 000 ft)
Note dati relativi alla versione Electra 12A

i dati sono estratti da Jane's All the World's Aircraft 1938[1]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Il Lockheed L-12 Electra Junior era un bimotore di linea da ala bassa per trasporto passeggeri prodotto dall'azienda statunitense Lockheed nella seconda metà degli anni trenta.

Con una capacità di 6 passeggeri, era stato ideato per essere utilizzato dalle piccole compagnie aeree o da utenti privati.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto prese forma come versione ridotta del Lockheed L-10 Electra, e il prototipo volò per la prima volta il 27 giugno 1936, pilotato da Marshall Headle. L'L-12 utilizzava gli stessi motori dell'L-10 ma era più leggero e più veloce.

La British Airways ordinò due Electra Junior nel 1939, in apparenza per l'utilizzo civile. In realtà, furono modificati e usati come foto-ricognitori da Sidney Cotton, per controllare l'attività dell'Asse nelle prime fasi della seconda guerra mondiale.

Un Electra Junior modificato fu usato dalla National Advisory Committee for Aeronautics (NACA) come velivolo da sperimentazioni, in particolare per testare nuove tecnologie di de-icing delle ali.

In tutto vennero costruiti 130 Electra Junior; ai tempi dell'attacco di Pearl Harbor, questo modello aveva superato il concorrente Beechcraft 18 con un numero doppio di vendite, e la Lockheed aveva più di 20 ordini inevasi. Per concentrarsi sullo sviluppo di nuovi velivoli militari, la Lockheed girò i suoi ordini alla Beechcraft, che in seguito ottenne un enorme successo con il modello 18, costruendone più di 9 000.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

12-A
versione con carrello triciclo fisso.
12-B
versione motorizzata Wright R-975 da 440 hp (328 kW).
212
versione militare, da addestramento ed attacco leggero.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Civili[modifica | modifica wikitesto]

Regno Unito Regno Unito
utilizzati come aerei da spionaggio.
Stati Uniti Stati Uniti
operò con l'Electra Junior come velivolo principale nei tardi anni trenta.

Militari[modifica | modifica wikitesto]

Canada Canada
Indonesia Indonesia
Paesi Bassi Indie Orientali Olandesi
Sudafrica Sudafrica
Regno Unito Regno Unito
Stati Uniti Stati Uniti

Esemplari attualmente esistenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gray e Bridgman 1938, p. 277(c)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) René J. Francillon, Lockheed Aircraft since 1913, Annapolis, Naval Institute Press, 1987, ISBN 0-85177-835-6.
  • (EN) C. G. Gray, Leonard Bridgman, Jane's All the World's Aircraft 1938, London, David & Charles [1938], 1972, ISBN 0-7153-5734-4.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]