Lockheed Martin FB-22

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lockheed Martin FB-22 Strike Raptor
Descrizione
Tipo Bombardiere Stealth
Equipaggio 1 pilota
Costruttore Stati Uniti Lockheed Martin
Sviluppato dal Lockheed Martin-Boeing F-22 Raptor
Propulsione
Motore un turboventola Pratt & Whitney F135
Prestazioni
Velocità max 1,92 Ma
Autonomia 2 960 km
Raggio di azione 3359 km
Armamento
Bombe 30 GBU-39 Small Diameter Bomb
Missili 2 AIM-120 AMRAAM

i dati sono tratti da :
airforce-magazine.com[1]
popsci.com[2]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Lockheed Martin FB-22 (denominato anche Strike Raptor) è stato un modello di bombardiere proposto all'USAF dalla Lockheed Martin. Esso era basato sul Lockheed Martin-Boeing F-22 Raptor e mirava a sostituire il McDonnell Douglas F-15E Strike Eagle.

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Nel 2002 la Lockheed Martin iniziò lo sviluppo di un bombardiere basato sull'F-22 Raptor, che veniva modificato applicando una configurazione alare a delta e allungando la fusoliera in modo da consentire una capacità di carico armamento maggiorata[3]. Essendo basato su di un velivolo già esistente, lo Strike Raptor avrebbe limitato al minimo i costi e i tempi di sviluppo e di produzione.[4]

L'obiettivo della Lockheed Martin era di arrivare ad un effettivo impiego operativo nel 2018[5] quale passo intermedio in attesa dell'arrivo del nuovo bombardiere avanzato previsto per 2037, ma il progetto è stato annullato nel 2006 dal "Quadrennial Defense Review" in favore di bombardieri con maggiore raggio d'azione.[6][7][8]

Tecnica[modifica | modifica sorgente]

La configurazione alare a delta e la fusoliera allungata consentivano una maggior capacità ai serbatoi di carburante, il che avrebbe consentito una maggiore autonomia, estendendola di 2.600 km rispetto all'originale Raptor[1]. I motori proposti andavano dal Pratt & Whitney F135 (già impiegato sull'F-35 Lightning II) al General Electric / Rolls-Royce F136[2]. Tali propulsori avrebbero dovuto garantire una velocità di Mach 1,92.

L'FB-22 avrebbe potuto trasportare 30 bombe di piccolo diametro da 110 kg e 2 missili. Tali armi sarebbero state alloggiate in un pod a pilone posizionato all'interno dell'aereo, in modo tale da non compromettere la funzionalità stealth dell'aerodinamica.[9] Tale pod sarebbe fuoriuscito solo al momento dello sgancio degli ordigni, e successivamente sarebbe stato espulso anch'esso una volta completato lo sganciamento.

Il Lockheed Martin FB-22 nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Long Arm of the Air Force
  2. ^ a b Smarter Bomber Popular Science
  3. ^ Air Force FB-22 Bomber Concept - Open CRS
  4. ^ "New Long-Range Bomber On Horizon For 2018". Physorg.com, July 27, 2006.
  5. ^ Hebert, Adam J. http://www.airforce-magazine.com/MagazineArchive/Pages/2004/November%202004/1104strike.aspx "Long-Range Strike in a Hurry"
  6. ^ http://www.afa.org/mitchell/reports/0207bombers.pdf
  7. ^ Hebert, Adam J. "The 2018 Bomber and Its Friends". Air Force magazine, October 2006.
  8. ^ Return of the Bomber, The Future of Long-Range Strike (PDF) in Air Force Association, February 2007, p. 28. URL consultato il 13 luglio 2011.
  9. ^ Tirpak, John A. "The Raptor as Bomber." Air Force magazine, January 2005. Retrieved: 25 July 2009.
  10. ^ FB-22 - Electrosphere.info
  11. ^ [INFO] La LISTA AEREI di Tom Clancy's HAWX! | Forums

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]