La contessa di Hong Kong

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La contessa di Hong Kong
La contessa di Hong Kong.png
Sophia Loren e Marlon Brando in una scena del film
Titolo originale A Countess from Hong Kong
Paese di produzione Regno Unito
Anno 1967
Durata 120 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Charlie Chaplin
Soggetto Charlie Chaplin
Sceneggiatura Charlie Chaplin
Fotografia Arthur Ibbetson, Roland Totheroh
Montaggio Gordon Hales
Musiche Charlie Chaplin
Scenografia Vernon Dixon, Robert Cartwright
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La Contessa di Hong Kong è un film del 1967 diretto e prodotto da Charlie Chaplin, e interpretato da Marlon Brando e Sophia Loren.

Girato nove anni dopo Un re a New York, è l'ultimo film di Chaplin e anche l'unico a colori. Nonostante un cast di tutto rispetto (Marlon Brando e Sophia Loren nel ruolo di protagonisti) fu accolto male sia dalla critica che dal pubblico ed indubbiamente è un'opera minore del grande regista inglese.

Charlie Chaplin, protagonista di quasi tutti i suoi film, recita qui solo una piccola parte.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il ricco diplomatico statunitense Ogden Mears è in viaggio per mare verso gli Stati Uniti. Durante uno scalo ad Hong Kong conosce la contessa Natasha Alexandroff. Lasciata Hong Kong Ogden trova nell'armadio della sua cabina la contessa, la quale gli spiega che vuole fuggire negli Stati Uniti ad ogni costo. Ogden, non senza difficoltà, aiuta la contessa ed i due nel frattempo si innamorano. Raggiunte le Hawaii Ogden viene informato che sua moglie lo sta per raggiungere a bordo e quindi decidono di far sbarcare la contessa. Ma per rimanere con Natasha, Ogden abbandona la sua carriera politica e sbarca anche lui.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema