Le notti bianche di Charlot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando articoli relativi ad altre accezioni di notte bianca, vedi notti bianche.
Le notti bianche di Charlot
A Night Out (film Fr poster).jpg
Titolo originale A Night Out
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1915
Durata 33 min (566 metri - 2 rulli)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1.33 : 1
Genere comico
Regia Charlie Chaplin

Ernest Van Pelt (assistente alla regia, non accreditato)

Sceneggiatura Charlie Chaplin
Produttore Jess Robbins (non accreditato)
Casa di produzione Essanay Film Manufacturing Company
Fotografia Harry Ensign (non accreditato)
Montaggio Charles Chaplin (non accreditato)
Scenografia E. T. Mazy
Interpreti e personaggi

Le notti bianche di Charlot (A Night Out), conosciuto anche come Una sera fuori casa, è un film interpretato e diretto da Charlie Chaplin; fu proiettato la prima volta il 15 febbraio 1915.

Chaplin è cresciuto e la straordinaria interpretazione dell'ubriaco ne è conferma, si direbbe sia nato ubriaco, e il raffronto con l'interpretazione del pur eccellente Ben Turpin, spalla e compagno di bagordi nella farsa, ne esalta il talento.

Prima apparizione della nuova partner femminile Edna Purviance, destinata a diventare primadonna di Chaplin per i successivi otto anni e compagna nella sua vita privata di un periodo certamente felice. Digiuna di cinema ottenne la scrittura affascinando con la sua personalità seria e il sorriso dolcissimo Chaplin, che al momento del provino non valutò nemmeno le doti artistiche della ragazza, all'epoca diciannovenne, com’ebbe a dichiarare in seguito.

All'epoca la Essanay, casa di produzione con cui aveva appena iniziato la collaborazione, non usava fare copie delle pellicole girate, ma effettuava il montaggio direttamente sul negativo originale. Quando Chaplin casualmente venne a conoscenza del costume, stavano intervenendo sulla sua pellicola appena girata, pretese si introducessero le copie positive sulle quali effettuare gli interventi tecnici, rifiutandosi di proseguire le riprese. Solo dal film successivo fu adottata la nuova procedura.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Charlot nel pub

Dopo una nottata di bagordi due amici incrociatisi per strada, pensano bene di fare un'ultima bevuta insieme prima di rientrare alle rispettive dimore. Nella sala del ristorante in cui scendono, indifferenti alle presenze altrui, scatenano il putiferio fino all'intervento dell'enorme cameriere che li caccerà. Con qualche difficoltà nel mantenere la posizione eretta, guadagnano la strada del rientro in albergo dove alloggiano entrambi. Al terzo tentativo salgono la rampa di scale, per scoprire piacevolmente che la camera loro assegnata fronteggia quella di una donna affascinante, il cui marito, però si rivelerà tragicamente essere l'enorme cameriere che li ha cacciati.

Charlot cambia albergo, lo stesso pensano di fare il cameriere e la moglie: tutti alla fine scenderanno nel medesimo albergo dove daranno vita ad una serie di equivoci in camicia da notte nelle rispettive camere da letto. Addirittura, l'affascinante consorte sarà scoperta dal marito nascosta sotto il letto di Charlot, causa il cagnolino nascostovisi e il tentativo di recuperarlo della donna; difficile dare spiegazioni di fronte al revolver impugnato dal marito, a Charlot non rimane altro che cercare la salvezza gettandosi dalla finestra.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto dalla Essanay Film Manufacturing Company. Venne girato a Chicago, dove la casa di produzione aveva la sua sede principale e in California, a Oakland[1]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dalla General Film Company, il film - un cortometraggio in due bobine - uscì nelle sale cinematografiche USA il 15 febbraio 1915.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ IMDb Locations

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema