Kingdom Hearts 358/2 Days

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Kingdom Hearts: 358/2 Days
Roxas ultime battle.png
Roxas, il protagonista del gioco
Titolo originale キングダム ハーツ 358/2 Days
Sviluppo Square Enix, h.a.n.d.
Pubblicazione GiapponeStati Uniti Square Enix/Disney Interactive Studios
Europa Eidos Interactive
Australasia Ubisoft
Ideazione Tetsuya Nomura
Serie Kingdom Hearts
Data di pubblicazione Giappone 30 maggio 2009
Stati Uniti 29 settembre 2009
Europa 9 ottobre 2009
Australasia 22 ottobre 2009
Genere Action RPG
Tema Fantasy
Modalità di gioco Giocatore singolo, multiplayer
Piattaforma Nintendo DS
Supporto Cartuccia
Fascia di età CERO: A
ESRB: E10+
PEGI: 12+
Preceduto da Kingdom Hearts coded
Seguito da Kingdom Hearts Birth by Sleep
« Ehi, Roxas. Scommetto che non sai perché il tramonto è rosso. La luce è formata da molti colori e il rosso è quello in grado di arrivare più lontano »
(Axel, l'ottavo dell'Organizzazione)

Kingdom Hearts: 358/2 Days (キングダム ハーツ 358/2 Days Kingudamu Hātsu Surī Faibu Eito Deizu ōbā Tsū?, pronunciato "Kingdom Hearts Trecentocinquantotto giorni su due") è un action RPG per Nintendo DS sviluppato da Square Enix con l'aiuto di h.a.n.d. ed appartenente alla serie Kingdom Hearts. La storia è collocata tra Kingdom Hearts: Chain of Memories e Kingdom Hearts II. Il gioco si concentra sui giorni del personaggio principale Roxas. Il gioco è stato annunciato al Tokyo Game Show 2007 in Giappone; le versioni americana ed europea sono state annunciate successivamente all'uscita del gioco in Giappone. Il gioco è stato pubblicato in Giappone il 30 maggio 2009, nel Nordamerica il 29 settembre 2009[1], in Europa il 9 ottobre 2009[2] e in Australasia il 22 ottobre 2009.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il gioco comincia con un'introduzione ai XIII, un uomo incappucciato vestito di nero che fa di Roxas un membro dell'Organizzazione. Il problema è che Roxas non ricorda nulla fino ad allora e non parla. Con il passare dei giorni comincia a legarsi ad Axel, che gli insegna come svolgere il "lavoro", con il quale ha cominciato a mangiare un gelato salmastro sulla torre dell'orologio di Crepuscopoli a fine giornata. Ai XIII si aggiunge un membro XIV: Xion, che all'inizio, come Roxas, non parla e si presenta all'inizio incappucciata e stranamente, come lui, sa usare il Keyblade. Con l'andare del tempo i tre diventano "amici per la pelle", parole grosse per dei Nessuno, e continuano a mangiare i gelati in cima alla Torre. Roxas, il protagonista, comincia pian piano ad avere dei "flash" dei ricordi di Sora, durante le notti e le missioni che l'Organizzazione gli affida: deve raccogliere Cuori sconfiggendo gli Heartless, per arrivare così a Kingdom Hearts e avere così un cuore, scopo finale sia di Roxas, che Xion e apparentemente di Axel. Anche Xion ha questa capacità: entrambi vengono definiti dei "Nessuno speciali", frase che fa riflettere entrambi. Axel viene mandato da Saix al Castello dell'Oblio e sta via per qualche giorno, mentre il legame tra Roxas e Xion si rafforza. Dopo giorni che sembrano eternità Axel ritorna e si scopre che un membro dell'Organizzazione è stato distrutto da un impostore (Riku).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Quando Sora si trasforma in un Heartless per liberare il cuore della sua amica del cuore Kairi in Kingdom Hearts, il suo Nessuno, Roxas, viene creato; tuttavia, a differenza della maggior parte dei Nessuno, a Roxas mancano i ricordi della sua vita passata, come Sora. Presto Roxas viene trovato da Xemnas, il leader della Organizzazione XIII, e assunto come suo tredicesimo membro. Ogni giorno viene inviato ad altri mondi, da solo o accompagnato dai suoi colleghi, per distruggere grandi quantità di Heartless, rubando i loro cuori e dandoli all'Organizzazione affinché si adempia l'obiettivo di convocare Kingdom Hearts e diventare esseri completi. Durante il suo tempo nell'Organizzazione, Roxas è posto sotto la protezione di Axel, il quale diventa rapidamente il suo migliore amico. Poco dopo l'arrivo di Roxas, l'Organizzazione vede l'arrivo di un quattordicesimo membro nominato Xion che, come Roxas, non ha alcun ricordo del suo passato e può anche usare il Keyblade. Xion cresce vicino a Roxas, e forma un trio amichevole con lui e Axel. Mentre DiZ e Naminé curano Sora, mentre lui dorme, cercando di riconquistare i ricordi che ha perso alla fine di Kingdom Hearts: Chain of Memories, Roxas inizia a sperimentare il processo di per sé, sempre più curioso di sapere il motivo per cui egli possa esercitare il Keyblade. Xion, nel frattempo, è gettata nel caos in ordine alla natura della sua esistenza dopo un incontro con Riku, scoprendo che è un'imperfetta replica di Sora creata da Xemnas con le memorie di Sora. In aggiunta Naminé, nel tentativo di ripristinare i ricordi di Sora, che non riguardano solo Roxas, ma anche Xion, nella misura in cui essa fisicamente assomiglia Sora. Xion infatti è solo una brutta copia di Sora formata con i suoi ricordi. Dovendo scegliere tra un soggiorno con i suoi amici e la fusione con Sora, come per il consiglio di Riku, Xion infine decide di prendere la decisione migliore per tutti e cerca di fuggire dalla Organizzazione. Tuttavia, questo provoca una frattura tra lei e Axel, a cui è stato ordinato di portarla indietro ogni volta che fugge. Infine, Roxas cresce con la sua frustrazione senza domande e difetti dall'Organizzazione XIII, lasciando Axel sconsolato. A Twilight Town, Roxas incontra Xion, che è stata riprogrammata da Xemnas per adempiere il suo scopo originario di assorbire Roxas e diventare il vero Sora. Dopo una battaglia agguerrita, Roxas sconfigge Xion, che gli dice di non lasciarla passare liscia a Xemnas prima che si ricongiungesse con il vero Sora. Roxas poi si scontra con Riku, il quale è stato mandato da DiZ affinché catturasse Roxas e lo portasse da lui. Facendo anche uso dell'oscurità che è nel suo cuore, Riku sconfigge Roxas. Roxas viene inserito in una simulazione virtuale di Crepuscopoli da DiZ, per tenerlo lontano dall'Organizzazione, in modo che poi possa ricongiungersi con Sora. Quest'ultimo episodio segna l'inizio di Kingdom Hearts II.

Modalità di gioco[modifica | modifica sorgente]

358/2 Days ha le caratteristiche di un action RPG come i precedenti giochi della serie.[3] Per questo, il gioco si avvale della minima funzionalità del touch screen.[4] Il gioco include le modalità giocatore singolo e multigiocatore.[5][6] La modalità giocatore singolo è concentrata sulla storia, focalizzata dal viaggio nei mondi Disney come i precedenti giochi, e il progresso dei giorni. Nella modalità giocatore singolo, il giocatore controlla Roxas, il protagonista della storia, che viene accompagnato con i membri dell'Organizzazione XIII.[7] Nella modalità multigiocatore, è possibile utilizzare un qualsiasi membro dell'Organizzazione XIII e ripercorrere i livelli della storia connettendosi via wirless fino a quattro giocatori.

Pannello di gioco[modifica | modifica sorgente]

358/2 Days ha le caratteristiche di un nuovo gameplay manuale, noto come pannello di sistema, che permette modifiche dei livelli del personaggi, oggetti, magie, armi, abilità, armature e accessori. La magia è prevalentemente controllata in questo pannello; certi incantesimi non potranno essere usati se non sono state equipaggiati. Anche le armi vengono equipaggiate nel pannello, come le abilità. Ci sarà anche il "collegamento coi pannelli" con le quali i pannelli multipli potranno essere collegati fra loro per creare nuove e potenti abilità.[8]

Multiplayer[modifica | modifica sorgente]

La modalità multiplayer del gioco fu mostrata ai Tokyo Game Show 2007 dimostrando che i giocatori potranno giocare insieme. Questo è il primo gioco di Kingdom Hearts ad avere la modalità multigiocatore. Questa modalità è separata dalla modalità giocatore singolo (o modalità storia), e sarà basata su missioni, che includono cooperazione e combattimento multiplo.[4][9] Sarà possibile a quattro giocatori di usare uno dei 14 personaggi dell'Organizzazione XIII, la quale ogni membro, avrà diverse armi, abilità, e stati. Non solo i membri dell'Organizzazione XIII, ma anche, Sora, Paperino, Pippo, Re Topolino e Riku che sono personaggi segreti da sbloccare. La modalità multigiocatore di 358/2 Days possiede anche una sorta di chat fra i vari giocatori, ma differirà dalla PictoChat in quanto ognuno potrà disegnare sullo stesso schermo.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Organizzazione XIII.

Il gioco si svolge attorno a Roxas, il primo personaggio introdotto in Kingdom Hearts II. Roxas è il Nessuno di Sora, il protagonista della serie, nato quando il suo corpo svanì insieme al suo cuore, diventando un Heartless, e entrò nell'Organizzazione XIII, un gruppo di potenti Nessuno che fecero da antagonisti in Kingdom Hearts: Chain of Memories e Kingdom Hearts II. Come Sora, Roxas ha il potere di tenere il Keyblade, un'arma usata per combattere l'oscurità. L'altro membro dell'Organizzazione XIII che possiede un ruolo prominente nel gioco, è Axel, il migliore amico di Roxas che comparve in Chain of Memories. Il gioco introduce anche Xion, una ragazza che assomiglia all'amica di Sora, Kairi, e che può usare anche lei il Keyblade.

Altri personaggi conosciuti sono Naminé, il Nessuno di Kairi, una ragazza che ha il potere di manipolare i ricordi; DiZ, un potente e misterioso personaggio avvolto da fasciature su tutto il corpo; Riku, il miglior amico di Sora e rivale; Re Topolino, l'alleato di Riku e regnante del Castello Disney; Sora, insieme ai suoi amici Paperino e Pippo, che possiedono un ruolo più piccolo, giocabili solo nella modalità multigiocatore. Appare anche Pietro Gambadilegno, un nemico che apparve in Kingdom Hearts II, e Hayner, Pence e Olette, un trio che vive a Crepuscopoli, anche loro debuttati in Kingdom Hearts II. Come gli altri giochi della serie, ogni mondo Disney ha alcuni personaggi che li rappresentano nei cartoni/film; però non ci saranno personaggi da Final Fantasy a parte i Moguri, che avranno dei negozi all'interno dell'Organizzazione.

Mondi[modifica | modifica sorgente]

Come gli altri giochi della serie, il giocatore avanza attraverso una sorta di livelli, o mondi nel caso del gioco, basati su vari posti del mondo Disney: Agrabah da Aladdin; il Castello della Bestia da La Bella e la Bestia; il Monte Olimpo da Hercules; la Città di Halloween da The Nightmare Before Christmas; il Paese delle Meraviglie da Alice nel Paese delle Meraviglie; e l'Isola che non c'è da Peter Pan (questa volta si tratterà proprio dell'isola piuttosto che la ciurma di Capitan Uncino e il Big Ben dal primo gioco). Il gioco contiene anche mondi esclusivi per la serie della Square Enix. Il mondo più prominente è Il Mondo Che Non Esiste, che apparve nel finale segreto di Kingdom Hearts e che venne riproposto in Kingdom Hearts II, seguito poi da Crepuscopoli. Il Castello dell'Oblio e le Isole del Destino compaiono in alcune brevi scene.

Mondi giocabili[modifica | modifica sorgente]

Mondi che appaiono solo nei filmati[modifica | modifica sorgente]

  • Le Isole del Destino
  • Il Castello dell'oblio
  • Crepuscopoli Virtuale
  • Kingdom Hearts

Kingdom Hearts 1.5 ReMIX[modifica | modifica sorgente]

Da poco è stato rilasciato Kingdom Hearts 1.5 HD ReMIX, ovvero Kingdom Hearts Final Mix e Kingdom Hearts Chain of Memories, grazie all'aggiunta di un menù principale si potrà accedere ai filmati di Kingdom Hearts 358/2 days in grafica migliore, sono state aggiunte anche delle scene estrapolate da combattimenti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) KINGDOM HEARTS 358/2 DAYS TO LAUNCH IN NORTH AMERICA ON SEPTEMBER 29, 2009
  2. ^ Kingdom Hearts da ottobre su DS.
  3. ^ Yoon, Andrew, TGS07: Impressions of Kingdom Hearts: Coded and 358/2 Days, Joystiq, 20 settembre 2007. URL consultato il 21 settembre 2007.
  4. ^ a b Gantayat, Anoop, Nomura Discusses Kingdom Hearts, IGN, 2 ottobre 2007. URL consultato il 4 ottobre 2007.
  5. ^ Square Enix, A New Chapter in the Kingdom Hearts Series Delivers Three Brand-new Titles to the Nintendo DS, PSP, and Mobile Phones, GameSpot, 20 settembre 2007. URL consultato il 21 settembre 2007.
  6. ^ Niizumi, Hirohiko, TGS '07: Square Enix shows all in closed mega-theater, GameSpot, 20 settembre 2007. URL consultato il 21 settembre 2007.
  7. ^ Haynes, Jeff, Kingdom Hearts 358/2 Days Trailer Impressions, IGN, 2 agosto 2008. URL consultato il 5 agosto 2008.
  8. ^ http://i522.photobucket.com/albums/w343/KiasuKiasiMan/Scan.png
  9. ^ Game Informer Staff, Photophile - Kingdom Hearts: Birth by Sleep in Game Informer, nº 176, Cathy Preston, dicembre 2007, pp. p. 125.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]