Adobe Flash

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flash
Logo
Sviluppatore Adobe Systems (in precedenza Macromedia)
Ultima versione 15.0.0.152 (10 settembre 2014)
Sistema operativo Microsoft Windows
Mac OS X
Linux
Genere Elaboratore di presentazioni
Lettore multimediale
Licenza Proprietaria
(Licenza chiusa)
Sito web www.adobe.com

Adobe Flash (in precedenza FutureSplash e poi Macromedia Flash) è un software per uso prevalentemente grafico che consente di creare animazioni vettoriali principalmente per il web. Viene utilizzato inoltre per creare giochi o interi siti web e grazie all'evoluzione delle ultime versioni è divenuto un potente strumento per la creazione di Rich Internet Application e piattaforme di streaming audio/video. Viene inoltre incorporato nei Media Internet Tablet (M.I.T.) della Archos.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Flash permette di creare animazioni complesse e multimediali. All'interno di esse infatti si possono inserire:

  • forme vettoriali, che sono gli oggetti principali con cui Flash permette di lavorare.
  • testo (sia statico sia dinamico) e caselle di input per il testo.
  • immagini raster (Bitmap, GIF, Jpeg, PNG, TIFF e altri formati) sotto forma di oggetto bitmap.
  • audio (MP3, WAV e altri), sia in streaming che per effetti sonori.
  • video (AVI, QuickTime, MPEG, FLV).
  • altre animazioni create con Flash (tramite ActionScript o interpolazioni).

Inoltre permette di creare animazioni interattive, grazie alla presenza di un linguaggio di scripting interno. Tramite questo linguaggio, denominato ActionScript e basato su ECMAScript, è possibile applicare comportamenti agli oggetti o ai fotogrammi dell'animazione. Inizialmente erano presenti solo poche azioni, ma allo stato attuale ActionScript è diventato uno strumento molto potente. Grazie ad esso si possono creare infatti menu, sistemi di navigazione, GUI, siti web completi e giochi anche complessi.

Un'altra caratteristica importante è la possibilità di mantenere simboli riutilizzabili in una libreria. Esistono diverse tipologie di simboli, fra i quali semplici oggetti grafici, clip filmato (sotto-animazioni con una timeline propria e indipendente da quella principale), pulsanti, oggetti bitmap, ecc. Questa caratteristica è molto importante, in quanto permette di:

  • semplificare il lavoro dello sviluppatore, che può modificare tutte le istanze presenti nell'animazione modificando il simbolo nella libreria;
  • ridurre le dimensioni del file SWF prodotto;
  • creare comportamenti interattivi complessi applicando del codice agli oggetti.

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

  • dicembre 1996 - Macromedia acquisisce un software per animazioni vettoriali chiamato FutureSplash e successivamente lo commercializza come Flash 1.
  • giugno 1997 - Viene messo in commercio Flash 2, con novità quali il supporto all'audio stereo e una migliore gestione delle bitmap, oltre all'ingresso nel programma della libreria dei simboli.
  • maggio 1998 - Flash 3 - Introduzione del simbolo "clip-filmato" e della trasparenza.
  • giugno 1999 - Flash 4 - Grande sviluppo di ActionScript, con la possibilità di definire variabili, introduzione dello streaming MP3.
  • agosto 2000 - Flash 5 - Nuova evoluzione del linguaggio, che diviene ActionScript 1.0 (basato su ECMAScript - più noto come JavaScript), supporto per l'XML, possibilità di inserire HTML nei campi di testo.
  • marzo 2002 - Flash MX - Primo codec video (Sorenson Spark), supporto per Unicode, introduzione dei componenti, possibilità di creare filmati accessibili, API di disegno in ActionScript.
  • settembre 2003 - Per la prima volta vengono commercializzate due versioni: Flash MX 2004 e Flash MX Professional 2004. Entrambe comprendono il linguaggio evoluto ActionScript 2.0 (che supporta la programmazione orientata agli oggetti in modo migliore) e un nuovo compilatore ottimizzato, la possibilità di creare plugin con JSAPI ed effetti predefiniti. La versione Professional comprende una nuova modalità di creare animazioni, basata su form e simile a PowerPoint, integrazione con i web services, nuovi componenti per gestire lo streaming audio/video e per accedere ai database, il pannello dei progetti.
  • settembre 2005 - Messi in commercio Flash Basic 8 e Flash Professional 8. Integrato il supporto al codec video On2 VP6.
  • dicembre 2005 - Adobe Systems acquisisce Macromedia e i suoi prodotti (incluso Flash).[1]
  • maggio 2007 - Distribuita la versione inglese di Flash Professional CS3 (Creative Suite 3), nona release dell'ormai celebre Flash. Contemporaneamente Microsoft annuncia una soluzione alternativa, Silverlight, parte del framework Media Foundation.
  • novembre 2008 - La suite CS4 è uscita nel novembre 2008 in lingua italiana.
  • maggio 2010 - La suite CS5 è uscita nel maggio 2010 in lingua italiana.
  • aprile 2012 - Con il rilascio della suite CS6, Flash arriva alla sua dodicesima edizione.

Flash Player[modifica | modifica wikitesto]

Per visualizzare i siti e le applicazioni creati con flash e Flex, Adobe mette a disposizione gratuitamente il player.

L'ultima versione pubblicata è la 14.0.0.125[2], disponibile per Microsoft Windows 98, Me, 2000, XP, Server 2003, Vista, 7, 8, Server 2008, Mac OS X e Linux (come parte del browser Google Chrome).

Il player è disponibile in versione stand-alone e come plugin per i browser (o controllo ActiveX per Internet Explorer).

Lo stesso player è disponibile per altre piattaforme quali Pocket PC, Maemo, OS/2, Sun Solaris, Symbian, HP-UX, IRIX. Anche la Playstation 3 e la console casalinga Nintendo Wii, supportano la visualizzazione del filmati SWF, la prima tramite un plug-in proprietario (alla versione 7), le seconda tramite il plug-in per il browser integrato(alla versione 9), la terza anch'essa tramite il plug-in del browser Opera integrato.

È disponibile anche una versione del Flash player Macromedia per dispositivi mobili, denominato Macromedia Flash Lite e giunto alla versione 3, che permette la visualizzazione di filmati flash.SWF direttamente su cellulari e altri device.

Il principale software libero per vedere animazioni Flash è Gnash.

Nel mondo Internet il formato Flash (estensione.swf) degli oggetti creati con l'omonimo programma, rappresenta ormai uno standard per la creazione di contenuti animati ed interattivi.[senza fonte]
Ormai la quasi totalità dei browser supportano il plug-in del player che consente la visione, appunto, di animazioni di grafica vettoriale così come la visione in streaming di filmati video. Windows XP, ad esempio, include di default la versione 5 del controllo ActiveX per Internet Explorer.

Attualmente (2012) i dispositivi mobili (smartphone e tablet) sembrano orientati a non supportare più in futuro il formato Flash. Già ora sono diversi dispositivi a non avere a bordo un flash player (iPhone e iPad di Apple, Lumia di Nokia, Xperia di Sony, Galaxy di Samsung) dichiarando il pieno supporto al nascente HTML5.

Il sito di Adobe permette di controllare la percentuale di utenti raggiunta dalle diverse tecnologie web[3] e la distribuzione globale delle varie versioni del player[4].

A partire dalla versione 11, il Flash player per Linux richiede CPU con supporto alle estensioni SSE2.

Rischio per la privacy[modifica | modifica wikitesto]

Flash Player può essere un rischio per la privacy dell’utilizzatore poiché può immagazzinare sul suo hard disk file.sol che funzionano come cookie, e che potrebbero non essere riconosciuti dai più comuni software anti-malware qualora il loro uso sia maligno. Per proteggersi si possono cercare i file.sol con le funzioni di ricerca, e poi cancellarli manualmente, ma è necessario conoscere il loro uso attuale per evitare inconvenienti.[5][6] È comunque possibile modificare (ed eventualmente disattivare) questa caratteristica dal Pannello Impostazioni generali della memorizzazione di Flash Player. È importante sapere che dopo aver disattivato questa funzione non sarà possibile utilizzare applicativi flash che memorizzano risorse localmente, come alcuni giochi online, se l'autore degli stessi non ha previsto questa evenienza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Adobe Completes Acquisition of Macromedia
  2. ^ http://get.adobe.com/it/flashplayer/ Sul sito http://www.adobe.com/software/flash/about/ è possibile verificare la versione installata.
  3. ^ PC Penetration | Statistics | Adobe Flash Platform runtimes
  4. ^ PC Penetration | Statistics | Adobe Flash Platform runtimes
  5. ^ Flash Cookie Forensics (in inglese)
  6. ^ Flash Cookie Forensics (traduzione in italiano)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica