France Télévisions

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
France Télévisions
Logo
Stato Francia Francia
Tipo azienda pubblica
Fondazione 2000
Sede principale 7, esplanade Henri de France, 75015 Parigi, Francia
Persone chiave Patrick de Carolis, Patrice Duhamel
Settore mass-media
Utile netto 2.853.000
Dipendenti 11.400
Sito web www.francetelevisions.fr

France Télévisions è il gruppo, fondato nel 2000, che gestisce i canali televisivi pubblici francesi.

In realtà tale nome già esisteva nel 1992 quando i 2 canali pubblici presero il nome di France 2 e France 3, ma ad esso non corrispondeva alcune entità giuridica di fatto, cosa avvenuta alcuni anni più tardi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

France 2 e France 3, all'epoca La Deuxième chaine e La Troisième chaine dell'ORTF, nacquero rispettivamente il 18 aprile 1964 e il 31 dicembre 1972. Il 6 gennaio 1975 l'ORTF venne sciolto e nacquero Antenne 2 (A2), e France Régions 3 (FR3), che pur essendo servizio pubblico erano entità separate tra loro. Dopo la privatizzazione di TF1, le due reti iniziano a riavvicinarsi e nel settembre 1992 i due canali presero i nomi France 2 e France 3 e si unirono in France Télévision. Nel 1994 si aggiunse La Cinquième (nato dopo lo scioglimento di La Cinq) che nel 2002 diventò France 5. Il servizio pubblico radiotelevisivo francese appartiene fa parte dell'Unione Europea di Radiodiffusione dal 1950.

Finanziamenti[modifica | modifica wikitesto]

Questa azienda è finanziata dagli spot pubblicitari (non trasmessi nella fascia prime-time) e dal canone, legato all'imposta sugli immobili. In Francia il canone è di 118€, mentre per i territori d'oltremare è di 74€.

Canali nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Inoltre, il gruppo gestisce Outre-Mer 1ère, che si occupa dei canali irradiati nei territori oltremare (Guadalupa, La Réunion, Nuova Caledonia, Guyana francese, Saint-Pierre et Miquelon, Wallis & Futuna, Polinesia, Martinica)

Canali tematici satellitari e via cavo[modifica | modifica wikitesto]

France Télévisions inoltre possiede anche una parte significativa del consorzio ARTE, che gestisce il canale tematico omonimo ARTE, di lingua franco-tedesca. Inoltre, France Télévisions gestisce anche il multiplex digitale R1, comprendente France 2, France 3, France 5, Arte e La Chaîne parlementaire (France 4 invece, inizialmente su questo multiplex, è stato spostato sul mux R2 per fare posto ai canali di interesse regionale).

È altresì il primo azionista di riferimento di Euronews.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(FR) Sito ufficiale

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione