Magyar Televízió

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Magyar Televízió (MTV)
Stato Ungheria Ungheria
Fondazione 1957
Sede principale Budapest
Settore Telecomunicazioni
Dimensioni canale televisivo
Slogan «(HU) Játékban vagyunk»
Sito web www.mtv.hu

Magyar Televízió è una delle due aziende televisive pubbliche ungheresi. Opera attraverso tre canali televisivi, M1, M2 ed M3D, quest'ultima in formato 3D, che hanno anche una loro versione in alta definizione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1957. Il 1 maggio inizia le prime trasmissioni, tre giorni alla settimana con film, spettacoli teatrali e programmi sportivi. il 2 giugno viene trasmesso il primo telegiornale.
  • 1958. Le trasmissioni arrivano a quattro giorni alla settimana.
  • 1959. Il numero degli abbonati arriva a 50 000.
  • 1960. Le trasmissioni arrivano a cinque giorni alla settimana, è così sarà fino al 1987.
  • 1964. Il 12 maggio il governo decide di separare Magyar Rádió da Magyar Televízió. In occasione dei Giochi Olimpici di Tokyo, viene fatta la prima trasmissione satellitare sul satellite Telstar.
  • 1967. Iniziano le prime trasmissioni sperimentali a colori. Nello stesso anno il numero degli abbonati arriva a 1 milione.
  • 1969. Il 5 aprile iniziano ufficialmente le trasmissioni a colori.
  • 1971. Nasce il secondo canale.
  • 1982. Il 30 novembre viene lanciato il servizio teletext.
  • 1987. Le trasmissioni arrivano a coprire l'intera settimana.
  • 1993. MTV entra nell'European Broadcasting Union.
  • 1996. Il sistema di trasmissione a colori SECAM viene sostituito dal sistema PAL.
  • 1997. Fine del monopolio di MTV: il 4 ottobre nasce la prima emittente commerciale d'Ungheria TV2 ad opera di ProSiebenSat.1. Il 7 ottobre nasce un'altra emittente commerciale chiamata RTL Klub, legata all'importante azienda televisiva lussemburghese.
  • 2008. M1 ed M2 iniziano le trasmissioni in alta definizione.
  • 2012. La contestata riforma del sistema mediatico porta MTV all'interno dell'organizzazione MTVA insieme all'altra tv pubblica Duna, a Magyar Rádió e all'agenzia di stampa Magyar Távirati Iroda.