Eurodance

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eurodance
Origini stilistiche house, Eurodisco, Hi-NRG, techno, trance, hip house, synthpop, dance pop, hip hop
Origini culturali Fine anni ottanta in Europa.
Strumenti tipici Sintetizzatore - Drum machine - Tastiere - Sequencer.
Popolarità
Sottogeneri
Euro house, Euro techno
Generi derivati
Disco polo - French house - Italodance - Bubblegum dance - Eurotrance - Happy hardcore - UK Hardcore - Progressive trance - Psy-trance
Categorie correlate

Gruppi musicali eurodance · Musicisti eurodance · Album eurodance · EP eurodance · Singoli eurodance · Album video eurodance

L'eurodance (a volte conosciuta come euro-NRG, euro house o altrimenti abbreviata in euro) è un genere dell'electronic dance music che ebbe origine alla fine degli anni ottanta principalmente in Europa. Unisce molti elementi dall'house, dalla techno, dall'hi-NRG, e dall'eurodisco.[1] La produzione eurodance continua ad evolversi con uno stile più moderno che incorpora elementi dalla trance e dalla musica techno.

Questo genere di musica è fortemente influenzato dall'utilizzo di intense voci melodiche, o esclusivamente da sole, o insieme a versi rappati. Questo, unito a sintetizzatori all'avanguardia, forti ritmi bassi e suoni melodici, stabilisce il fondamento principale della musica eurodance.[1]

Raggiunse il picco ai summer festival di Ibiza nel 1994 in Spagna e la sua intensa popolarità si diffuse in tutto il mondo, che continuò sino alla fine del 1997.

Definizione[modifica | modifica sorgente]

Il termine "eurodance" venne gradualmente associato ad uno stile specifico del genere dance europeo nel corso del tempo. Durante i suoi anni d'oro a metà degli anni novanta era indicato come "euro-house" o "euro-NRG"; in Europa era spesso chiamato come "dancefloor" o semplicemente "dance"[2].

Anche se alcuni usano una più ampia definizione di ciò che è considerato "eurodance",[3] nel corso del tempo il termine in particolare è venuto a far riferimento ad un genere basato sull'NRG degli anni novanta, che incluse un cantante solista o un rapper/duetto cantante.[4]

L'eurodance è musica orientata alla discoteca, di solito prodotta da qualche parte in Europa, e suona abbastanza commerciale per essere suonata dalle stazioni radio e dalle emittenti televisive musicali. Alcune delle canzoni eurodance più importanti vengono diffuse internazionalmente, soprattutto se un gruppo musicale entra in classifica con più di una hit.

Caratteristiche della musica[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte dell'eurodance è caratterizzata dai riff dei sintetizzatori, dalla voce femminile o maschile con un ritornello semplice, dalle parti rap maschili, dai campionamenti e da un forte ritmo.[1][5] A volte con voce femminile o maschile si canta l'intera canzone senza parti rap.[5]

Voce[modifica | modifica sorgente]

L'eurodance è spesso positiva ed ottimista. I testi spesso coinvolgono i temi dell'amore e della pace, del ballare e del festeggiare, o esprimere e superare difficili emozioni. Le voci dell'eurodance della prima metà degli anni novanta furono frequentemente fatte da un cantante o da un duetto tra un rapper ed una cantante.[5]

Molti progetti usarono variazioni del tema rapper-cantante, come per esempio un rapper tedesco con cantanti americani (Real McCoy), oppure l'uso del reggae rap come in Ice Mc e Fun Factory, o il canto nella forma scat come in Scatman John.[5] Anche cantanti solisti come Alexia, Tess, Whigfield e Double You contribuirono al genere.

I testi delle canzoni eurodance sono quasi sempre cantati in inglese, a prescindere dalla nazionalità dell'artista.[5]

Percussione[modifica | modifica sorgente]

Quasi tutta l'eurodance sottolinea le percussioni e il ritmo. La percussione dell'eurodance è generalmente un "kick" di grancassa, con alcune variazioni su un tempo di 4/4. Mentre la percussione è sempre fatta da sintetizzatori, è un suono più tipico della musica dance, e non un suono della "beat box" tipico della musica rap. Il tempo è tipicamente attorno ai 140 battiti per minuto, ma può variare dai 110 ai 150 B.P.M.[5][6]

Melodia[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte dell'eurodance è anche molto guidata dalla melodia. Diversamente dalla maggior parte della musica pop, che di solito è scritta in tonalità maggiori, molte canzoni eurodance sono scritte in tonalità minori, similarmente alla trance. Insieme ai testi positivi, ciò aiuta nel complesso a contribuire al suono potente ed emozionale dell'eurodance.[1] Oltre al contributo delle voci femminili, c'è spesso un uso notevole di rapidi arpeggi del sintetizzatore, [1] simili alla musica trance, ma a differenza degli arpeggi trance, sono di solito più ripetitivi (es. "Scatman" di Scatman John e "The bad touch" dei The Bloodhound Gang). Il sintetizzatore ha spesso un pianoforte od un organo a rullo ma a volte imita altri strumenti, come la calliope (ad esempio, "Touch the sky" di Cartouche). C'è spesso un corto, ripetitivo riff, mentre altre volte c'è un intero tour de force di sintetizzatori.

Le caratteristiche delle band e il business[modifica | modifica sorgente]

L'eurodance è ampiamente commercializzata. Alcuni produttori, come Max Martin o Larry Pignagnoli, hanno gestito dozzine di gruppi. Dalle migliaia di dischi rilasciati, solo alcuni gruppi musicali sono esistiti nel panorama mainstream al di là di due dischi. Molti progetti musicali, come Captain Jack e Jonny Jakobsen (Dr. Bombay), ebbero un'immagine umoristica attentamente pianificata. Un gruppo chiamato E-rotic ricevette l'attenzione con testi sessualmente provocanti e video musicali.

Sebbene i singoli eurodance finissero regolarmente col ricevere dischi d'oro, di platino o multi-platino, è stato maggiormente difficoltoso creare un album che abbia potuto avere lo stesso livello di successo. I problemi tipici citati includono l'album nel suo complesso non all'altezza dei singoli, gli interpreti non abbastanza carismatici per mantenere l'attenzione di milioni di persone dopo una canzone o due, o la debole promozione del resto del disco dopo che i singoli sono diventati successi.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'eurodance originale è una fusione di diversi stili della musica dance, principalmente house e rap con la variante hi-NRG della musica eurodisco.

L'Hi-NRG e l'italo disco[modifica | modifica sorgente]

L'hi-NRG nacque nel Regno Unito e negli Stati Uniti come un movimento underground, una forma più veloce della disco dopo che essa perdette popolarità a livello di mainstream. Alla fine degli anni ottanta diventò associato ai produttori discografici britannici Stock, Aitken & Waterman, e dai primi anni novanta band come Masterboy e 2 Unlimited stavano producendo una versione continentale dell'hi-NRG.

L'eurodance mostra una forte influenza hi-NRG, come per esempio il numero alto dei B.P.M. e il forte uso di voci femminili. L'eurodance può anche essere vista come una forma tecnologicamente più avanzata dell'euro disco, proprio come l'hi-NRG è la forma tecnologicamente più avanzata della disco.

L'italo disco e la sua successiva evoluzione, l'eurobeat, a volte sono pensati come sottogeneri dell'eurodance, ma piuttosto sono derivati della versione europea dell'hi-NRG, chiamata "space disco". L'italo fu influente sulla produzione di eurodance in generale, sebbene artisti dance italiani, come Alexia, Cappella, CO.RO e Double You tesero a preservare alcune caratteristiche come voci liriche femminili. Più tardi artisti come Eiffel 65 adottarono una sorta di "marchio" beat nelle loro produzioni. Il termine "eurobeat" appare essere più comune in Giappone, dove questo stile musicale è incluso nel gioco Dance Dance Revolution così come in alcune colonne sonore degli anime, per esempio le scene di corse su strada in Initial D.

La musica house[modifica | modifica sorgente]

La musica house, un movimento underground negli Stati Uniti, è stata mainstream prima in Europa, anche se inizialmente era venuta dagli Stati Uniti nel Regno Unito e nell'Europa continentale con l'ascesa dell'acid house e della "rave" techno alla fine degli anni ottanta. Dai primi anni novanta, con l'ascesa dello stile belga new beat, l'house venne poi associata al Belgio ed ai Paesi Bassi.

Alcune delle prime canzoni con elementi di quella che poi sarà chiamata eurodance sono musica house. Per esempio, "C'mon and Get My Love" di D Mob (1989), "Strike it up" dei Black Box (1990) e "Get ready for this" degli 2 Unlimited (1991) hanno tutti il duetto caratteristico dell'eurodance, e "Everybody's free (To feel good)" di Rozalla (1991) ha il caratteristico riff del sintetizzatore.

Non tutta la musica house europea venne assorbita nel genere eurodance. Dai primi anni 2000, rimase uno stile distinto dall'eurodance con più sintesi ed un tempo più lento, per esempio "Satisfaction" di Benny Benassi (2003).

La musica hip-hop[modifica | modifica sorgente]

I versi rap sono stati uno dei principali elementi distintivi dell'eurodance. Anche se l'eurodance fa uso di voci rap, non contiene i temi testuali da "gangster rap", né segue molte delle convenzioni strumentali della musica rap, come i giradischi che si graffiano o linee di basso pesanti. Che tuttavia fa concentrandosi sulla ballabilità simile alla musica funk che fu una base fondamentale per il genere hip hop in quanto molte canzoni di quel genere sono state campionate da artisti hip hop.

L'eurodance, tuttavia, servì a rendere popolare la musica rap in Europa. Sebbene il rap era stato fatto in Europa almeno sin dai tempi dell'album di Falco, Einzelhaft (1982), la varietà americana guadagnò maggior consenso soltanto quando i Technotronic lanciarono la loro hit "Pump up the jam", e Snap! creò il singolo di successo con "The Power" (I've got the power). La combinazione dell'house music con le voci rap in generale venne riferito come hip house oppure "house rap".

Reggae[modifica | modifica sorgente]

Alla fine degli anni novanta, divenne anche una tendenza nella musica eurodance fondere l'elemento del reggae. L'origine fu All That She Wants degli Ace of Base. Il successo di questa canzone causò molti seguaci come Coco Jamboo dei Mr. President, Sweet sweet smile di Tatjana, It's my life di DJ Bobo, Ole ole singin' ole ola di Rollergirl, We're Going to Ibiza dei Vengaboys e Fat Boy dei Max-A-Million.

Gli anni 2000[modifica | modifica sorgente]

La techno ha sempre avuto un'influenza importante sulla musica eurodance, che a volte era fondamentalmente la sua controparte più commerciale. Contemporaneamente all'ascesa della seconda generazione di artisti eurodance alla fine degli anni novanta e all'inizio degli anni 2000, la trance cominciò a prendere una maggiore influenza anche dall'eurodance e, dal 2006, iniziò lentamente a perdere popolarità così come diminuì la qualità delle canzoni. L'interesse per l'eurodance si riaccese alla fine degli anni 2000, intorno al 2008-2009, e questa volta il ritorno fu largamente aiutato dall'interesse verso la musica e i siti web di video musicali, che include un sostegno significativo dalla condivisione di contenuti multimediali e dai siti di networking online.

Gruppi come Basic Element (attivo anche negli anni novanta), Alcazar, Scooter, Ian Van Dahl, Milk Inc., Merzedes Club, Infernal, Special D, Groove Coverage, Santamaria, Cascada, Sylver, Danijay, Eiffel 65, Roxy, e solisti come Madonna (es. singolo Hung Up), Kate Ryan, Luca Zeta, Gabry Ponte, DJ Aligator, Máni Svavarsson, Lucas Prata ed O-Zone, rappresentano alcuni tra gli artisti eurodance di seconda generazione di maggior successo. La maggior parte di loro hanno pubblicato singoli di successo o album negli States.

Alcuni musicisti statunitensi sono ora fortemente influenzati dall'eurodance, in rilievo Lady Gaga e Rihanna.

Gli anni 2010[modifica | modifica sorgente]

Poiché la dance-pop è tornata alla ribalta in America nel 2009 e nel 2010, molte canzoni presero in prestito elementi dall'eurodance. La musica house è ritornata attorno al 2012 e al 2013. La canzone del 2013 "Walking on air" di Katy Perry era dello stile deep house/eurodance e divenne un successo commerciale e di critica.[7] Nel 2014, il DJ inglese Route 94 ha pubblicato "My love" con la voce di Jess Glynne, che era anch'essa dello stile eurodance degli anni 90.

Popolarità[modifica | modifica sorgente]

In Europa[modifica | modifica sorgente]

Nella prima metà degli anni novanta, l'eurodance fu molto popolare in Europa, grazie all'esteso airplay radiofonico dato dalle radio e dagli show televisivi, portando a vedere molti singoli nelle classifiche. Per esempio, in Italia c'erano sette singoli nella top ten della classifica alla fine di maggio del 1995.[8] La popolarità, che era simile a quella della disco nella seconda metà degli anni settanta, portò molti artisti non eurodance, come ad esempio Ivana Spagna,[9] a creare questo tipo di musica.

Dalla fine degli anni novanta, la popolarità di questo genere cominciò a diminuire lentamente. Oggi l'eurodance è generalmente un genere underground, e non riceve airplay nelle radio mainstream.

Australia[modifica | modifica sorgente]

L'eurodance fu popolare in Australia all'inizio degli anni 90, in particolare durante l'emergere dei warehouse party e dei raves. La sua popolarità nel paese diminuì alla fine degli anni 90 e all'inizio degli anni 2000, tuttavia l'interesse ritornò intorno al 2009 grazie agli artisti come il DJ di Melbourne Havana Brown, che poi ha raggiunto il successo internazionale.

America del Nord[modifica | modifica sorgente]

Canada[modifica | modifica sorgente]

Il Canada fu un mercato importante dell'eurodance, il più grande al di fuori dell'Europa, che ha prodotto la sua variante chiamata candance. Da circa il 1992 al 2000 progetti musicali come Capital Sound, Jacynthe, Shauna Davis, Emjay, Love Inc., Temperance, Jefferson Project, Big Bass, DFS, Kim Esty, The Boomtang Boys, Solina, Joée, Roxxy e BKS, tra gli altri; provenienti principalmente dalle maggiori città del Canada centrale come Toronto, Montreal e Ottawa raggiunsero le onde radio. Il sound di Toronto era più orientato verso il pop, mentre quello di Montreal era più orientato verso l'house. L'eurodance ricevette un airplay significativo nelle stazioni radio della Greater Toronto Area come Power 88.5, Energy 108 e Hot 103.5. Montreal fu anche un mercato importante dell'eurodance, con il famoso programma radiofonico di MC Mario su Mix 96, chiamato "Party Mix" e "Bouge de là", un popolare show televisivo su MusiquePlus.

Dalla fine degli anni novanta la popolarità di questo genere fu in declino. Oggi, l'eurodance viene trasmessa per poco tempo sulle stazioni radio canadesi, tuttavia Z103.5 suona il genere in rotazione quasi ogni giorno. Alcuni locali notturni hanno comunque dedicato delle serate a questo genere includendo la lunga diretta. Su Z103.5, "Wayback Wednesdays" suona questo tipo di musica dall'aprile del 2002. L' eurodance a Toronto è spesso indicata come nickname: Euro oppure Gino Beats.

Dall'inizio degli anni 2010, alcuni produttori di Montreal riportarono il genere con le cover delle classiche hit e le produzioni originali. Anthony Simons (Think About the Way) e Vito V (Close to You, Love is Paradise) hanno prodotto successi internazionali con la cantante Anna Berardi.

Stati Uniti[modifica | modifica sorgente]

L'eurodance non è ben conosciuta negli Stati Uniti al di fuori delle maggiori città come New York City, Los Angeles, Chicago, Miami, Houston, ecc. Un esempio di questo è il classico eurodance "Scatman (Ski Ba Bop Ba Dop Bop)" di Scatman John, un artista americano; nonostante abbia raggiunto la cima della classifica in diversi paesi europei, raggiunse solo la posizione #60 nella Hot 100.[10]

Pochi artisti eurodance (tra cui La Bouche, 2 Unlimited, Real McCoy, e gli Ace of Base) raggiunsero la Rhythmic Top 40, la Top 40 Mainstream e la Billboard Hot 100 durante la prima metà degli anni novanta. Tuttavia, il sound tendeva ad essere più house e gli artisti orientati verso il rap ricevevano airplay. Per esempio, sia il gruppo hip-house tedesco degli Snap! che il gruppo techno dance olandese L.A. Style ricevettero un bel po' di airplay nella fase iniziale.

Gli artisti più orientati verso l'hi-NRG furono tipicamente suonati nel corso degli show, solamente tramite "mix" speciali, e fu spesso necessario andare in un club per ascoltare musica eurodance. Sebbene l'eurodance diventò popolare con i locali dei DJ negli Stati Uniti, le stazioni radio erano caute nel suonare qualsiasi cosa che suonava troppo simile alla disco durante la maggior parte degli anni ottanta e novanta. Verso la fine degli anni novanta, tuttavia, alcuni dei successivi artisti come il gruppo italiano degli Eiffel 65 con "Blue (Da Ba Dee)" e il gruppo danese degli Aqua con "Barbie Girl" ricevettero un esteso airplay radiofonico.

Nonostante la mancanza di diffusione radiofonica, molte canzoni hi-NRG ed eurodance sono popolari agli eventi sportivi professionali negli Stati Uniti, specialmente nell'hockey su ghiaccio e nel basket.

Le compilation, come ad esempio la serie di compilation DMA Dance: Eurodance (1995-1997) da Interhit Records e la rivista Dance Music Authority,[11] furono popolari e aiutarono a definire il genere e a renderlo accessibile negli Stati Uniti e in Canada.[12]

Le canzoni "S&M" e "Only Girl (In the World)" della cantante barbadiana Rihanna sono fortemente influenzate dall'eurodance. Entrambe le canzoni raggiunsero la vetta della Billboard Hot 100 nel 2010 e nel 2011. Nel 2012, un gran numero di canzoni di artisti americani evidenziarono gli elementi essenziali dell'eurodance (in particolare il sintetizzatore e i forti battiti durante il ritornello, mischiati con il rap o le voci per i versi). Esempi sono Chris Brown, Usher, Nicki Minaj, Jennifer Lopez ed altri che sono tradizionalmente attribuiti a generi americani più consolidati come l'R'n'B, il soul e il pop.

America Latina[modifica | modifica sorgente]

L'eurodance fu popolare in Messico a metà degli anni novanta. XHFAJ-FM, la stazione che all'epoca fu la più valutata in Messico, ebbe un formato che incluse per il 60 per cento musica eurodance. Il genere musicale acquisì grande popolarità dal 1992 al 1998, soprattutto in città come Monterrey, Guadalajara, Tijuana e Città del Messico. Oltre al Messico, l'eurodance di tutto il mondo ebbe un grande apprezzamento durante gli anni 90 anche in Argentina, Brasile, Cile ed Uruguay. I gruppi eurodance più importanti in lingua spagnola che ottennero un enorme successo in Messico ed IberoAmerica furono la musicista Lynda Thomas (precedentemente nota come Lynda), che ebbe diversi singoli eurodance e bubblegum dance di successo a metà degli anni 90, tra cui "Gira que gira", "Blue jeans", "Bang bang", "Corazón" e "Dile" (numero uno IberoAmericana)[13] e il gruppo eurodance belga Paradisio, che andò in testa alle classifiche con le hit come Bailando e Vamos a la discoteca.[14] Altre importanti hit eurodance in spagnolo e portoghese in Messico ed IberoAmerica furono "Duro de pelar" di Rebeca (1996), "Sex machine" di Katrina, "Ritmo de la noche" dei The Sacados (1990), "Chiquitere" del DJ Rafa Villalba, "Fiesta de espuma" (versione originale degli anni 90), "Eclipse total del amor" (1995) di Marianne, "Me haces tanto bien" degli Amistades Peligrosas, "Angel boy" di Sabrina Salerno, "Pedro infante murio" dei Memo Rios (cover dei L.A. Style), "Mi vicio eres tu" di Venus, "No cambies" degli ASAP, "Eu sei, tu és" (1998) dei Santamaria, "No hagas el indio, haz el Cherokee" dei Cherry Coke e "Llorando por ti" (1995) di K.U Minerva, tra molti altri.[15][16]

Artisti eurodance di rilievo[modifica | modifica sorgente]

Alcuni esempi di progetti musicali eurodance "originali" che emersero dalla fine degli anni 80 alla metà degli anni 90 sono 2 Brothers on the 4th Floor, 2 Unlimited, Ace of Base, Alexia, Bad Boys Blue, Blue System, Cappella, Captain Hollywood Project, Centory, Colonia, Corona, Culture Beat, Dee Monk, Double You, DJ Bobo, Dr. Alban, E-rotic, E-Type, Electro Team, First Base, Fun Factory Ice MC, Imperio, Indra, J.K., La Bouche, Lobby, Le Click, Lynda Thomas, Magic Affair, Marky Mark and the Funky Bunch, Masterboy, Maxx, Mr. President, N-Trance, Nicki French, No Mercy, Paradisio, Playahitty, Real McCoy, Scatman John, Snap!, Technotronic e Whigfield.

Questi gruppi inclusero l'enfasi della combinazione tra la voce femminile e la performance rap maschile, che porta direttamente alla rinascita del duo. Ogni gruppo inserì la propria firma sul suono, la personalità, l'immagine visiva e l'approccio vocale.

Gli artisti solisti che realizzarono eurodance sono Amber ed Haddaway. Rozalla supportò Michael Jackson durante il suo tour europeo di "Dangerous". Nel 1994, Amber ha fatto la storia diventando la prima cantante nella storia dell'eurodance ad avere firmato per un'etichetta musicale come artista solista,[17] e non come una cantante legata ad un produttore.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Dopo i primi anni novanta, la musica eurodance si è divisa in alcune categorie:

  • Eurodance "Classica" (anni 90) - Come notato, spesso una cantante femminile ed un rapper maschile sono stati utilizzati per le canzoni all'interno di questo genere. La musica è caratterizzata da una produzione più spessa e dettagliata, ed è leggermente più lenta della maggior parte dell'eurodance che apparve in seguito. Questo suono è dotato di accordi, tocchi di produzione, sintetizzatori e linee di basso unici della prima metà degli anni novanta, ed è fortemente preferita da coloro che erano appassionati di eurodance in quel periodo.
  • Bubblegum dance - Essenzialmente la versione eurodance danese della bubblegum pop. Mentre lo stile strumentale è simile all'eurodance "classica", i testi tendono verso un humor tongue-in-cheek molto diverso dai tipici testi "disco". Gli argomenti tendono ad essere elementi come giocattoli, cartoni animati o videogiochi, con doppi sensi e motivi fiabeschi (per esempio, Barbie Girl degli Aqua). La bubblegum può utilizzare sia un coro, sia un duetto rapper maschile/cantante femminile, anche se tende a non fare uso di rapper americani come l'eurodance classica.
  • Euro-Trance - Ha una struttura più aperta rispetto alle voci strettamente a maglia e le melodie dell'eurodance "classica". Le parti vocali sono a volte vaghe o ripetitive senza la struttura strofa/ritornello, spesso con l'eco ed altri effetti. Spesso l'euro-trance ha una forte linea di sintetizzatore con accordi eterei ed una forte percussione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e Bogdanov, Vladimir, All Music Guide to Electronica: The Definitive Guide to Electronic Music, 4th, Backbeat Books, 2001, x, ISBN 978-0879306281.
  2. ^ Elixic.de: Genrelexikon: Dance Click on "weiterlesen" to see full article. Requires Javascript.
  3. ^ Allmusic: Euro-Dance
  4. ^ About.com Top 10 Lists - Eurodance Artists
  5. ^ a b c d e f Eurodance Dominates Charts 06/24/95 in Billboard, vol. 107, nº 25, Nielsen Business Media, 24 giugno 1995, p. 82, ISSN 0006-2510.
  6. ^ The Eurodance Encyclopaedia – FAQ: What is Eurodance?
  7. ^ Sam Lansky, Katy Perry Goes Deep House In New ‘Prism’ Track "Walking On Air" in Idolator, Buzz Media, September 30, 2013. URL consultato il September 23, 2013.
  8. ^ http://www.hitparadeitalia.it/hp_weeks/95/hp950527.htm Hit Parade Italia - settimana del 27/05/95
  9. ^ http://www.discogs.com/Spagna-I-Always-Dream-About-You/master/139976 Spagna - I always dream about you at Discogs
  10. ^ Billboard Allmusic.com (Retrieved July 9, 2014)
  11. ^ Discogs.com: DMA Dance Vol. 1: Eurodance
  12. ^ Bob Gajarsky, Review: Various Artists, DMA Dance Volume 3 in Consumable Online, nº 109, Hoboken, NJ, 19 maggio 1997.
  13. ^ The EuroDance Encyclopaedia-Lynda Thomas(Mexico)-EuroDance Group, eurokdj.com. URL consultato il February 26, 2014.
  14. ^ (ES) Paradisio, lastfm.es. URL consultato il 2014-02-26.
  15. ^ Aguilera, Teresa. "Mexican Radio." Billboard 108.39 (1996): 39. ProQuest Research Library. 4 March 2012.]
  16. ^ (ES) 90'S DANCE MUSIC FOREVER, wordpress.com. URL consultato il 2014-02-26.
  17. ^ Amber, The Eurodance Encyclopaedia

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica