UK garage

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
UK garage
Origini stilistiche Garage house, Drum and Bass, R&B, Breakbeat
Origini culturali primi anni novanta nel Regno Unito
Strumenti tipici sintetizzatore, drum machine, sequencer, tastiera, campionatore, computer portatile.
Popolarità a cavallo tra gli anni novanta e gli anni duemila
Sottogeneri
2-step garage, Bassline house, Breakstep, Dubstep, UK Funky, Grime, Speed garage
Categorie correlate

Gruppi musicali UK garage · Musicisti UK garage · Album UK garage · EP UK garage · Singoli UK garage · Album video UK garage

UK garage (anche noto come UKG) è un genere di electronic dance music, sottogenere del breakbeat, nato nel Regno Unito all'inizio degli anni novanta.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La UKG non va confusa con la Garage house, nata nel locale Paradise Garage di New York, ad opera del dj Larry Levan.

La UK garage vede le sue origini nei primi anni novanta, nei party serali dei club londinesi. Armand Van Helden è il dj che più di tutti dà l'impulso al successo ed allo sviluppo della UKG e, intorno al 1996 e il 1997, artisti come Double 99 e 187 Lockdown ne seguono l'opera, suonando il bassline tipico della musica soul e R&B fondendolo alla classica garage house. Ne è derivata una miscela melodica molto raffinata sensuale, una risposta britannica all'hip hop ed all'R&B di origine americana.

Artisti[modifica | modifica sorgente]

I principali esponenti della UKG sono: The Artful Dodger, Grant Nelson, So Solid Crew, Heartless Crew, The Streets, Shanks & Bigfoot, DJ Luck and MC Neat, Oxide & Neutrino.

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica