Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Comunità economica degli Stati dell'Africa Occidentale
(EN) Economic Community of West African States
(FR) Communauté économique des États de l'Afrique de l'ouest
Comunità economica degli Stati dell'Africa Occidentale

██ Membri attivi

██ Membri sospesi

Abbreviazione ECOWAS - CEDEAO
Tipo organizzazione internazionale
Fondazione 28 maggio 1975
Sede centrale Nigeria Abuja
Area di azione 15 stati membri
Sito web

La Comunità economica degli Stati dell'Africa Occidentale (in inglese: Economic Community of West African States - ECOWAS; in francese: Communauté économique des États de l'Afrique de l'ouest - CEDEAO) è un accordo economico stipulato da sedici stati dell'Africa occidentale nel 1975, e tuttora in vigore. Attraverso l'ECOMOG questi paesi svolgono anche una funzione di cooperazione per la sicurezza dell'Africa occidentale.

Cinque paesi membri del CEDEAO hanno progettato di adottare una moneta comune a partire dal 2015; la moneta dovrebbe chiamarsi Eco. L'unione monetaria verrà detta Zona monetaria dell'Africa occidentale (WAMZ).

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'idea della CEDEAO nacque da un progetto formulato da William Tubman (presidente della Liberia) nel 1964. Nel febbraio del 1965, Costa d'Avorio, Guinea, Liberia e Sierra Leone firmarono un accordo preliminare, a cui non venne però dato seguito.

Nell'aprile del 1972 l'idea fu ripresa dal generale nigeriano Gowon. Un incontro per studiare una bozza di trattato fu organizzato a Lomé tra il 10 e il 15 dicembre 1973. La bozza fu riesaminata da esperti giuristi ad Accra nel gennaio del 1974 e dai primi ministri, riuniti a Monrovia, nel gennaio 1975.

Il 28 maggio 1975, quindici paesi africani firmarono il Trattato di Lagos che diede vita all'ECOWAS. I protocolli d'intesa furono definiti in dettaglio 5 novembre dell'anno successivo, a Lomé. Il trattato fu poi ulteriormente modificato nel 1993.

Tra le priorità cui s'è recentemente rivolta l'organizzazione, vi è quella di interposizione nelle aree regionali di conflitto civile[1], come la missione internazionale di sostegno al Mali.

Struttura[modifica | modifica sorgente]

Presidenti della Commissione[modifica | modifica sorgente]

Dal 1977 al 2006 il nome della carica era segretario esecutivo:

Dalla ristrutturazione:

Presidenti[modifica | modifica sorgente]

Truppe ghanesi dell'ECOMOG

Cooperazione regionale per la sicurezza[modifica | modifica sorgente]

Le nazioni dell'ECOWAS hanno firmato protocolli di non aggressione nel 1978 e nel 1990. Hanno anche firmato un protocollo di assistenza difensiva reciproca a Freetown, Sierra Leone, il 29 maggio 1981, che provvide alla costituzione delle forze armate alleate della Comunità (Economic Community of West African States Monitoring Group - ECOMOG), intervenuti in vari conflitti dell'area, come in Sierra Leone, Guinea Bissau, Liberia e Mali, come forza di peacekeeping.

Membri[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Jaye, Thomas, "The security culture of the ECOWAS: origins, development and the challenge of child trafficking" in Journal of Contemporary African Studies, 26, no. 2 (April 2008): 151-168.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]