Consiglio turco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Consiglio di cooperazione dei Paesi turcofoni
(TR) Türk Konseyi
(AZ) Türk Şurası
(KY) Түрк кеңеш
(KK) Түрік кеңесі
(EN) Turkic Council
Consiglio di cooperazione dei Paesi turcofoni

██ Membri ufficiali

██ Possibili futuri membri

██ Repubblica Turca di Cipro del Nord

Abbreviazione CCTS
Tipo organizzazione internazionale
Fondazione 3 ottobre 2009
Area di azione Quattro stati membri
Segretario generale Turchia Halil Akıncı
Lingue ufficiali azero, kazako, chirghiso, turco, inglese[1]
Sito web

Il Consiglio di cooperazione dei Paesi turcofoni o Consiglio turco (azero Türk Şurası, kazako Түрік кеңесі, chirghiso Түрк кеңеш, turco Türk Konseyi) è un'organizzazione di nazioni di lingua turca, ne fanno parte Azerbaigian, Kazakistan, Kirghizistan e Turchia.

I rimanenti due stati turcofoni, Turkmenistan e Uzbekistan, attualmente non sono membri ufficiali a causa della loro posizione neutrale, tuttavia è possibile che in futuro entrino nel Consiglio.[1]

Il Consiglio turco ha uno stile operativo simile a organizzazioni come Lega Araba, Organisation internationale de la Francophonie e British Commonwealth.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il primo a proporre l'istituzione di questo consiglio cooperativo fu il presidente kazako Nursultan Nazarbayev nel 2006.

A partire dal 1992 si sono tenuti vertici tra paesi turcofoni, il 3 ottobre 2009 quattro di questi paesi hanno firmato l'Accordo di Nakhchivan con il quale è stato fondato il Consiglio turco.

Strutture[modifica | modifica sorgente]

I principali organi del Consiglio turco sono:

  • Segretariato generale, a İstanbul, che ne coordina e supporta le attività;
  • Consiglio dei Capi di Stato, a İstanbul, che è il principale organo decisionale, si riunisce due volte all'anno;
  • Consiglio dei ministri degli Esteri, a İstanbul;
  • Comitato di alti funzionari, a İstanbul;
  • Consiglio dei Saggi (Aksakallar Konseyi), a İstanbul.

Il Consiglio turco funziona anche come organizzazione ombrello per meccanismi di cooperazione preesistenti, quali:

Membri[modifica | modifica sorgente]

Nazione Popolazione Area
(km²)
PIL nominale
(miliardi di $)
PIL pro capite
nominale 2011[2]
Proiezione al 2015 del
PIL pro capite nominale[2]
Azerbaigian Azerbaigian 9.165.000[3] 86.600 86,03 $10.340 $11.758
Kazakistan Kazakistan 16.600.000 2.724.900 182,3 $ 13.484 $ 17.946
Kirghizistan Kirghizistan 5.356.869 199.900 10,8 $ 2.363 $3.005
Turchia Turchia 73.722.988 783.562 735,3 $ 10.106[4] $ 16.778

Possibili futuri membri[modifica | modifica sorgente]

Nazione Popolazione Area
(km²)
PIL nominale
(miliardi di $)
PIL pro capite
nominale 2011[2]
Uzbekistan Uzbekistan 27.606.007 447.400 86,1 $ 3.248
Turkmenistan Turkmenistan 5.110.000 488.100 31,966 $ 7.357

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b turkkon.org. Vedi collegamenti esterni.
  2. ^ a b c International Monetary Fund. Vedi collegamenti esterni.
  3. ^ (AZ) The International Population Day, The demographic situation in Azerbaijan, The State Statistical Committee of the Republic of Azerbaijan, 11 luglio 2011
  4. ^ (EN) Gross domestic product 2010, PPP

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Turchia Portale Turchia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Turchia