Chris Merritt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Chris Merritt (Oklahoma City, 27 settembre 1952) è un tenore statunitense, specialista del repertorio operistico italiano della prima metà del XIX secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha studiato pianoforte, canto, danza e drammaturgia alla "Oklahoma City University", dove è apparso per la prima volta in un allestimento-saggio de Les contes d'Hoffmann di Jacques Offenbach. Il debutto ufficiale è avvenuto nel 1975 alla Santa Fe Opera come Fenton nel Falstaff di Giuseppe Verdi.

Nel 1978 è apparso a Salisburgo ne L'italiana in Algeri e nel 1981, dopo una audizione presso il Metropolitan Opera di New York, ha ottenuto una scrittura ne I puritani di Vincenzo Bellini, la cui interpretazione lo ha portarlo alla ribalta internazionale.

Sono seguiti il debutto alla Carnegie Hall nel Tancredi (accanto a Marilyn Horne) nel 1983, alla Royal Opera House di Londra ne La donna del lago nel 1985 e alla San Francisco Opera in Maometto secondo nel 1988. Nello stesso anno ha debuttato alla Scala nel Guglielmo Tell, diretto da Riccardo Muti. Nel teatro milanese, sempre con la direzione di Muti, è apparso anche l'anno successivo ne I vespri siciliani e La donna del lago nel 1992 con June Anderson, Rockwell Blake e Giorgio Surian ripreso dalla RAI.

Del 1990 è l'interpretazione di Semiramide al Metropolitan, seguita da I puritani, accanto a Edita Gruberova. È stato presente anche al Rossini Opera Festival di Pesaro. Nel 2006 ha interpretato la prima americana di The Tempest di Thomas Adès alla Santa Fe Opera.

La voce estremamente estesa, oltre alla tecnica di emissione agguerrita e all'agilità, ne hanno fatto uno dei più notevoli tra i non numerosi interpreti tenorili del "Rossini serio" del secolo scorso. In particolare il potente registro grave e l'emissione di acuti e sovracuti in falsettone gli hanno permesso di riprodurre, secondo quanto è possibile desumere dai testi di storia della vocalità, la voce dell'antico tenore da opera seria, sul modello di Andrea Nozzari e Domenico Donzelli.

Repertorio[modifica | modifica wikitesto]

Repertorio operistico
Ruolo Titolo Autore
Alonso The Tempest Adès
Pollione Norma Bellini
Arturo Talbo I puritani Bellini
Capitano Wozzeck Berg
Benvenuto Cellini Benvenuto Cellini Berlioz
Mephistofeles Doktor Faust Busoni
Federico Emilia di Liverpool Donizetti
Colonnello Villars L'eremitaggio di Liverpool Donizetti
Riccardo Percy Anna Bolena Donizetti
Nemorino L'elisir d'amore Donizetti
Edgardo Ravenswood Lucia di Lammermoor Donizetti
Il Principe Rusalka Dvořák
Bogdan Sobinin Una vita per lo Zar Glinka
Admeto Alceste Gluck
Faust Faust Gounod
Éleazar
La Juive Halévy
Lilaque Boulevard Solitude Henze
Clemente Venus und Adonis Henze
Tichon Kabanov Kát'a Kabanová Janáček
Peter Le grand macabre Ligeti
Rodrigue Le Cid Massenet
Lebbroso Saint Francoise d'Assise Messiaen
Idomeneo Idomeneo Re di Creta Mozart
Ferrando Così fan tutte Mozart
Tamino Die Zauberflote Mozart
Tito La clemenza di Tito Mozart
Shujsky Boris Godunov Musorgskij
Il fuggitivo Intolleranza 1960 Nono
Imperatore Altoum Turandot Puccini
Sigurd Sigurd Reyer
Argirio Tancredi Rossini
Lindoro L'italiana in Algeri Rossini
Leicester Elisabetta, regina d'Inghilterra Rossini
Iago
Otello
Otello Rossini
Rinaldo Armida Rossini
Oreste
Pirro
Ermione Rossini
Uberto di Snowdon
Rodrigo di Dhu
La donna del lago Rossini
Contareno Bianca e Falliero Rossini
Paolo Erisso Maometto secondo Rossini
Antenore Zelmira Rossini
Idreno Semiramide Rossini
Conte di Libenskof Il viaggio a Reims Rossini
Aménophis Moïse et Pharaon Rossini
Arnoldo Guglielmo Tell Rossini
Aron Moses und Aron Schönberg
Herodes Salomè Strauss
Aegisth Elektra Strauss
Bacchus Ariadne auf Naxos Strauss
Arrigo I vespri siciliani Verdi
Dottor Cajus Falstaff Verdi
Loge Das Rheingold Wagner
Hüon di Bordeaux Oberon Weber
Fatty der Prokurist Aufstieg und Fall der Stadt Mahagonny Weill

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 113883759 LCCN: n83175309