Oberon (opera)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oberon
Titolo originale Oberon
Lingua originale inglese
Genere melodramma romantico
Musica Carl Maria von Weber
Libretto James Robinson Planché
Fonti letterarie Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare e Oberon di Christoph Martin Wieland
Atti tre
Epoca di composizione 1824-1826
Prima rappr. 12 aprile 1826
Teatro Covent Garden di Londra
Personaggi
  • Oberon, re degli elfi (tenore)
  • Puck, elfo (mezzosoprano)
  • Rezia, figlia di Hārūn al-Rashīd (soprano)
  • Fatima, ancella di Reiza (mezzosoprano)
  • Hüon di Bordeaux, duca di Aquitania (tenore)
  • Scherasmin, cavaliere di Hüon (baritono)
  • Droll, elfo (contralto)
  • Due Naiadi, mezzosoprani
  • Hārūn al-Rashīd, califfo di Bagdad (ruolo parlato)
  • Babekan, principe saraceno (ruolo parlato)
  • Abdallah, corsaro (ruolo parlato)
  • Roshana, sposa di Almanzor (ruolo parlato)
  • Almanzor, emiro di Túnez (ruolo parlato)
  • Titania, moglie di Oberon (ruolo parlato)
  • Carlo Magno, Guardiano dell'harem, Giardiniere, Schiavi, Ospiti, Ninfe, Seguito del califfo e di Carlo Magno

Oberon o "Oberon or The Elf King's Oath" J.306/WEV.C.10, opera romantica in 1 prologo, 3 atti, 8 scene e 21 numeri di Carl Maria von Weber, libretto del compositore e James Robinson Planché che ha avuto la prima assoluta il 12 aprile 1826 al Royal Opera House, Covent Garden di Londra con Lucia Elizabeth Bartolozzi e John Braham.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]