Camille Chautemps

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Camille Chautemps

Camille Chautemps (Parigi, 1º febbraio 1885Washington, 1º luglio 1963) è stato un politico francese.

È stato il Primo Ministro della Francia per quattro volte: la prima dal 21 febbraio al 2 marzo 1930, la seconda dal 26 novembre 1933 al 30 gennaio 1934, la terza dal 22 giugno 1937 al 18 gennaio 1938 e la quarta dal 18 gennaio al 13 marzo 1938.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Deputato dal 1919 al 1934, poi senatore dal 1934 al 1940, si schierò con il partito radical - socialista. Più volte ministro, durante il difficile periodo che attraversò la Francia dal 1932 al 1940 si rese abbastanza impopolare tra la destra. Nel 1936, con l'avvento del Fronte Popolare (denominazione della coalizione dei partiti di sinistra) Chautemps ebbe dal Primo ministro Léon Blum la nomina a ministro di Stato. Vicepresidente del Consiglio nel gabinetto di Édouard Daladier dal 1938 al 1940, e successivamente in quello di Paul Reynaud (21 marzo - 16 giugno 1940), durante l'invasione nazista della Francia si rifugiò con il governo a Bordeaux. Chautemps mantenne i suoi incarichi anche durante il governo Pétain, controfirmando il Secondo armistizio di Compiègne del 22 giugno. Fu poi incaricato di una missione ufficiosa a Washington, dove restò durante l'occupazione e la Seconda Guerra mondiale; dopo il conflitto dovette rinunciare ad ogni attività politica. Morì nella capitale americana il 1º luglio 1963, a 78 anni.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Presidente del Consiglio dei ministri francese Successore Flag of France.svg
André Tardieu 1930 André Tardieu I
Albert Sarraut 1933 - 1934 Édouard Daladier II
Léon Blum 1937 - 1938 Léon Blum III

Controllo di autorità VIAF: 44288973 LCCN: n2005008500

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie