Raymond Poincaré

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raymond Poincaré
Raymond Poincaré 1914.jpg

Presidente della Repubblica Francese
Durata mandato 18 febbraio 1913 –
18 febbraio 1920
Predecessore Armand Fallières
Successore Paul Deschanel

Primo ministro della Repubblica francese
Durata mandato 14 gennaio 1912 –
21 gennaio 1913
Predecessore Joseph Caillaux
Successore Aristide Briand

Durata mandato 15 gennaio 1922 –
1º giugno 1924
Predecessore Aristide Briand
Successore Frédéric François-Marsal

Durata mandato 23 luglio 1926 –
26 luglio 1929
Predecessore Édouard Herriot
Successore Aristide Briand
Raymond Poincaré d'Andorra
S.A. Coprincipe d'ufficio del
Principato di Andorra
In carica 18 febbraio 1913 - 18 febbraio 1920
Incoronazione 18 febbraio 1913
Predecessore Armand Fallières d'Andorra
Successore Paul Deschanel d'Andorra
Nome completo Raymond Poincaré
Altri titoli Presidente della Repubblica francese
Nascita Bar-le-Duc, 20 agosto 1860
Morte Parigi, 15 ottobre 1934

Raymond Poincaré (Bar-le-Duc, 20 agosto 1860Parigi, 15 ottobre 1934) è stato un politico francese. Fu Presidente della Repubblica francese durante la prima guerra mondiale e in seguito primo ministro. Era fratello di Lucien Poincaré e parente di Henri Poincaré.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Bar-le-Duc, Lorena, Francia, figlio di Nicolas Antoinin Hélène Poincaré, un distinto funzionario civile e meteorologo. Educato all'Università di Parigi, Raymond venne chiamato all'ordine degli avvocati e fu per qualche tempo editore del Voltaire. Servì per oltre un anno al dipartimento dell'agricoltura, quando nel 1887 venne eletto deputato per la Meuse. Si fece una grande reputazione alla Camera come economista, e sedette alla commissione bilancio del 1890-1891 e 1892. Fu ministro per l'educazione, le belle arti e la religione nel primo gabinetto (aprile-novembre 1893) di Charles Dupuy, e ministro per le finanze nel secondo e nel terzo (maggio 1894- gennaio 1895).

Nel gabinetto di Alexandre Ribot, Poincaré divenne ministro della pubblica istruzione. Anche se venne escluso dal gabinetto radicale che seguì, lo schema revisionato di imposte sulla successione proposto dal nuovo ministro si basava sulle sue proposte dell'anno precedente.
Divenne vicepresidente della Camera nell'autunno del 1895, e nonostante l'aspra ostilità dei Radicali mantenne la sua posizione anche nel 1896 e nel 1897.

Nel 1906 ritornò al ministero delle finanze nel breve governo Sarrien. Nel 1912 divenne Primo Ministro e ministro degli esteri, l'anno dopo succedette ad Armand Fallières come Presidente della Repubblica.

Preoccupato per la sicurezza nazionale, si impegnò a rafforzare la Francia, anche tramite l'alleanza stretta con Regno Unito e Russia (alleanza franco-russa), assistette alle manovre dell'esercito russo e s'intrattenne con Nicola II (luglio 1914). Rimase presidente per tutto il corso della prima guerra mondiale. Al termine del conflitto si batté per una dura punizione della Germania e per ottenere garanzie circa la sicurezza della Francia, al punto da considerare il trattato di Versailles troppo indulgente.

Dopo la fine del mandato presidenziale venne nuovamente nominato primo ministro (1922) e come tale, nel 1923, fece occupare la regione della Ruhr dalle truppe francesi, poiché la Germania non era in grado di pagare le pesantissime riparazioni di guerra. Dopo aver ceduto l'incarico nel 1924, Poincaré tornò di nuovo a occupare la posizione di primo ministro nel 1926, durante un periodo di crisi finanziaria, e si ritirò definitivamente dalla scena politica nel 1929.
Mantenne la sua attività di avvocato per tutta la carriera politica e pubblicò diversi saggi di politica e letteratura.

  • Presidente della Repubblica: 18 febbraio 1913 - 18 febbraio 1920
  • Primo Ministro di Francia:

Suo fratello, Lucien Poincaré (1862), era un famoso fisico, divenne ispettore generale dell'istruzione pubblica nel 1902 e fu l'autore di La Physique moderne (1906) e L'Electricité (1907). Il geniale matematico e fisico Henri Poincaré (1854) appartiene a un altro ramo della stessa famiglia.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze francesi[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine della Legion d'Onore

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro (Spagna)
— 5 maggio 1913[1]
Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea (Impero di Russia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea (Impero di Russia)
Cavaliere dell'Ordine dei Serafini - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Serafini
— 16 aprile 1913
Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata
— 1915
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 1915
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia
— 1915
Cavaliere dell'Ordine della Casata Reale di Chakri - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Casata Reale di Chakri
Gran Cordone dell'Ordine del Dragone di Annam - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine del Dragone di Annam
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale della Cambogia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale della Cambogia
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila bianca (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila bianca (Polonia)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Primo Ministro della Repubblica Francese Successore Flag of France.svg
Joseph Caillaux 1912 - 1913 Aristide Briand I
Aristide Briand 1922 - 1924 Frédéric François-Marsal II
Édouard Herriot 1926 - 1929 Aristide Briand III
Predecessore Presidente della Repubblica Francese Successore Armoiries république française.svg
Armand Fallières 1913 - 1920 Paul Deschanel
Predecessore Coprincipe di Andorra Successore Coat of arms of Andorra 3d.svg
Armand Fallières
con Juan Benlloch y Vivó
1913-1920
con Juan Benlloch y Vivó dal 1913 al 1919
con Jaume Viladrich i Gaspa dal 1919 al 1920
Paul Deschanel
con Justí Guitart i Vilardebó
Predecessore Seggio 34 dell'Académie française Successore
Émile Gebhart 1909 - 1935 Jacques Bainville

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bolletino Ufficiale di Stato

Controllo di autorità VIAF: 29539324 LCCN: n50020442 SBN: IT\ICCU\RAVV\049122