Balcari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Popolo}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

I Balcari (in lingua karachay-balkar:. малкъар - malqar, plurale: малкъарла - malqarla) sono un gruppo etnico di origine turca della regione del Caucaso, in particolare rappresenta il terzo gruppo etnico della repubblica di Kabardino-Balkaria con oltre 100.000 individui (circa l'11% della popolazione).

Il termine "Balkar" deriva da Bolgar o Bulgar. I Balcari erano quei bulgari che vivevano in Onoghur e nella Grande Bulgaria. Nel 1944, Stalin accusò i Balcari di collaborare con la Germania nazista e deportò l'intera popolazione con l'Operazione Lentil. Il territorio fu denominato Repubblica Socialista Sovietica Autonoma Cabardina fino al 1957, quando ai Balcari fu permesso di ritornare nelle loro terre ed il nome originario fu restaurato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Robert Conquest, The Nation Killers: The Soviet Deportation of Nationalities (Londra: MacMillan, 1970) (ISBN 0-333-10575-3)
  • Alexander Nekrich, The Punished Peoples: The Deportation and Fate of Soviet Minorities at the End of the Second World War (New York: W. W. Norton, 1978) (ISBN 0-393-00068-0).