Augusto di Sassonia-Coburgo-Kohary

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Augusto di Sassonia-Coburgo-Gotha-Kohary
Augusto di Sassonia-Coburgo-Kohary in un ritratto di Franz Xaver Winterhalter
Augusto di Sassonia-Coburgo-Kohary in un ritratto di Franz Xaver Winterhalter
Principe di Sassonia-Coburgo-Kohary
Altri titoli Duca in Sassonia
Nascita Vienna, 13 giugno 1818
Morte Ebenthal, 26 luglio 1881
Dinastia Sassonia-Coburgo-Gotha-Kohary
Padre Ferdinando di Sassonia-Coburgo-Kohary
Madre Maria Antonia di Koháry
Consorte Clementina d'Orléans
Religione Cattolicesimo

Augusto di Sassonia-Coburgo-Kohary (nome completo in tedesco: August Ludwig Viktor Prinz von Sachsen-Coburg-Saalfeld[1]) (Vienna, 13 giugno 1818Ebenthal, 26 luglio 1881) principe di Sassonia-Coburgo-Saalfeld[1], principe di Sassonia-Coburgo-Gotha[1] e duca di Sassonia[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Augusto era il figlio secondogenito del principe Ferdinando di Sassonia-Coburgo-Kohary e di Maria Antonia di Koháry[1]. Egli era pertanto fratello di Ferdinando II, coregnante del Portogallo.
I suoi nonni paterni erano il duca Francesco Federico di Sassonia-Coburgo-Saalfeld e la duchessa Augusta di Reuss-Ebersdorf; quelli materni Federico Giuseppe Kohary di Csabrag, principe Kohary di Csabrag e Maria Antonietta di Waldstein-Wartenberg. Quando il padre di Maria Antonia morì nel 1826, ella ereditò le sue proprietà in Slovacchia ed Ungheria che lo stesso Augusto ereditò poi divenendo uno dei principali proprietari terrieri della regione. Tra le proprietà paterne vi era invece il Bürglaß di Coburgo.[2]

Egli fu membro onorario della Società Geologica Ungherese.[3] L'Imperatore Francesco Giuseppe I d'Austria gli conferì il titolo di Altezza dal momento che egli si trovava ad essere il suocero della sorella di Stefania del Belgio, moglie del principe ereditario Rodolfo d'Asburgo-Lorena.

Chiesa di Sant'Agostino a Coburgo

Il principe Augusto fece costruire la chiesa cattolica di Coburgo, appunto dedicata al suo santo patrono Sant'Agostino. La consacrazione ebbe luogo nel 1860 e contestualmente alla progettazione dell'edificio egli fece realizzare anche una cripta ove venne sepolto assieme alla moglie, ai tre figli, alla nuora Leopoldina ed ai di lei quattro figli.

Matrimonio e figli[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 aprile 1843[1] sposò Clementina d'Orléans, figlia del re Luigi Filippo di Francia e della regina Maria Amelia, nata principessa di Borbone-Napoli.
Dal matrimonio nacquero cinque figli:[1]

Il memoriale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1885 lo scultore ungherese Viktor Oskar Tilgner ottenne la commissione dalla vedova realizzare un memoriale per il principe Augusto. La scultura si trova ancora oggi a Ebenthal ed è di proprietà della famiglia ducale dei Sassonia-Coburgo-Gotha. La base della scultura contiene l'iscrizione latina e francese: (in francese: Auguste Louis Victor Duc de Saxe Prince de Saxe Cobourg Gotha. A mon mari bien aimè. 1843 - 1881. Clémentine. ("Augusto Luigi Vittorio, Duca di Sassonia, Principe di Sassonia-Coburgo-Gotha. Al mio beneamato marito." — 1843 non è l'anno in cui Augusto nacque (quello era il 1818), bensì l'anno in cui sposò Clementina).

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze sassoni[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Casata Ernestina di Sassonia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Casata Ernestina di Sassonia

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore
Gran Croce dell'Ordine della Torre e della Spada - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine della Torre e della Spada
Cavaliere d'onore e devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere d'onore e devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Darryl Lundy, Genealogia del principe Augusto di Sassonia-Coburgo-Kohary, thePeerage.com, 31 dicembre 2008. URL consultato il 14 dicembre 2009.
  2. ^ Friedrich Maximilian Oertel: Genealogische Tafeln zur Staatengeschichte des neunzehnten Jahrhunderts, F.A. Brockhaus, 1857, p. 96
  3. ^ Ferenc von Kubinyi and Imre Vahot: Ungarn und Siebenbürgen in Bildern, G. Emich, 1834, S. 31

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ralph Braun: in Zwanzig Jahre internationale Coburger Johann Strauss Begegnungen [1] S. 7, 17, 23, Coburg 2007

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 74939389