Duca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Duca (disambigua).
bussola Disambiguazione – "Duchessa" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Duchessa (disambigua).

Duca, dal latino dux (dal verbo ducere, condurre, da cui anche le parole duce e doge), è un titolo nobiliare, inferiore al titolo di principe e superiore al titolo di marchese.

Italia[modifica | modifica sorgente]

Heraldic Crown of Spanish Dukes (Variant 1).svg

Corona per il titolo nobiliare di duca nell'araldica italiana e spagnola.

Blasonatura
La corona normale di Duca è cimata da otto fioroni d'oro (cinque visibili) sostenuti da punte.[1] Sono tollerate le corone di Duca coi fioroni bottonati da una perla o chiuse col velluto del manto disposto a guisa di tocco.[2]

Le insegne del titolo sono la corona cimata da 8 fioroni d'oro dei quali cinque visibili (uso italiano), l'elmo d'oro arabescato, posto di fronte, semiaperto, e il manto di velluto porpora.

Il titolo di duca in Sicilia e nell'Italia meridionale era inferiore al titolo di principe, mentre nel Sacro Romano impero il titolo ducale era considerato sovrano e superiore a quello di principe sovrano (Fürst), benché inferiore a quello di principe reale (Prinz)[senza fonte]. Tuttavia in Italia convivono tradizioni franche e longobarde, con differenti usi.

Nel Regno di Napoli, al di fuori dei componenti della famiglia reale, ebbero rango di 1º duca del Regno la famiglia Acquaviva che ebbe tale titolo su Atri dal re Ladislao (1401-1404) nella persona di Andrea Matteo I figlio di Antonio. I Del Balzo ebbero il ducato in data anteriore su Andria ottenuta però per matrimonio da Beatrice d'Angiò figlia di re Carlo II.

Nel Regno d'Italia si discusse se collocare i due titoli sullo stesso livello, cioè con la stessa importanza; infatti nella relazione alla Consulta Araldica del Biscaro in Boll. Uff. della Consulta Araldica, n. 40, febb. 1929, pag. 39-51, è affermato che la proposta di equiparazione dei due titoli è dovuta alla considerazione che nella storia, la superiorità di ciascuno di essi si alterna secondo i tempi e gli stati, con l’altro, senza che si possa accertare una effettiva preminenza del titolo di principe su quello di duca. La soluzione adottata è stata che come titoli nobiliari (non quindi sovrani) il titolo di principe precede quello di duca[3], anche in probabile armonia con la tradizione delle principali monarchie europee (Gran Bretagna e Spagna) che vedono come maggiore titolo nobiliare quello di duca, essendo quello di principe attribuito esclusivamente ai componenti della famiglia reale.

Per quanto riguarda i titoli sovrani, invece, nel resto d'Europa erano catalogati secondo la seguente gerarchia: imperatore, re, arciduca, granduca, duca, principe, marchese, conte[senza fonte].

Principali famiglie ducali sovrane italiane[modifica | modifica sorgente]

Belgio[modifica | modifica sorgente]

Rangkronen-Fig. 04.svg

Corona per il titolo nobiliare di duca nel Regno del Belgio.








Francia[modifica | modifica sorgente]

Crown of a Duke of France.svg

Corona per il titolo nobiliare di Duca e Pari di Francia non della famiglia reale, ma membro della parìa francese (rispetto ad un duca comune ha il tocco blu sormontato da un fiocco d'oro)

Crown of a Duke of France (variant).svg

Corona per il titolo nobiliare di Duca nel Regno di Francia

Dopo la morte accidentale che causò l'estinzione della famiglia di Louis Jean Marie de La Trémoille (8 febbraio 1910– 9 dicembre 1933), Principe e 12º duca de La Trémoïlle, 13º duca di Thouars, 13º principe di Taranto e 17º principe di Talmond, che godeva del rango di premiere duc de France, questo titolo è passato ai duchi di Uzès della famiglia Crussol, Conti di Crussol e Principi di Soyons. Anteriormente ai De La Trémoille, avevano goduto di questo titolo fino al 1632 i titolari del ducato di Montmorency.











Gran Bretagna[modifica | modifica sorgente]

Coronet of a British Duke.svg

Corona per il titolo nobiliare di duca nel Regno Unito.

Il primo ducato inglese non appartenente a membri della famiglia reale fu quello di Norfolk attribuito nel 1397 da Re Riccardo II a Thomas Mowbray (discendente in linea materna da Riccardo I d'Inghilterra) passato poi per eredità alla famiglia cattolica Howard che fino ad oggi ne conserva il titolo e l'onore di I Pari del Regno







Paesi Bassi[modifica | modifica sorgente]

Rangkronen-Fig. 04.svg

Corona per il titolo nobiliare di duca nei Paesi Bassi.








Spagna[modifica | modifica sorgente]

Heraldic Crown of Spanish Grandee.svg

Corona per il titolo nobiliare di duca e Grande di Spagna.

Heraldic Crown of Spanish Dukes (Variant 1).svg

Corona per il titolo nobiliare di duca nel Regno di Spagna.

La prima famiglia del regno ad avere il titolo di duca di Medina Sidonia furono i Guzman nel 1445 poi Perez de Guzman per passare alla famiglia Alvarez de Toledo estinta nel 2008 nei González de Gregorio.













Sacro Romano Impero[modifica | modifica sorgente]

L'importanza che assunsero in seno all'organizzazione dell'impero è rivelata dal fatto che fecero parte del Collegio dei Grandi Elettori ben 3 duchi su 8/9 membri che lo composero (Sassonia, Baviera, Brunswick-Hannover). Il titolo di duca (Herzog) aveva nella gerarchia feudale tedesca il più alto livello dopo l'imperatore ed i principi di sangue imperiale. Il titolo era concesso a nobili sovrani e non sovrani, laici ma talvolta anche ecclesiastici - come nel caso del principe-vescovo di Wuerzburg che si fregiava del titolo di "duca di Franconia". Nell'ambito dei collegi che componevano il Reichstag, oltre che nel collegio dei Grandi Elettori, vi erano famiglie ducali anche nel Collegio dei Principi con diritto di voto e di seggio alla Dieta. Nel corso dei secoli numerose furono le famiglie che ebbero il rango di duca.

Duchi sovrani del Sacro Romano Impero[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Regolamento Tecnico della Regia Consulta Araldica, art. 20.
  2. ^ Regolamento Tecnico della Regia Consulta Araldica, art. 21.
  3. ^ Da ultimo, nell'Ordinamento dello stato nobiliare italiano, approvato con regio decreto 651 del 1943, all'articolo 3 Ordinamento dello Stato Nobiliare - R.D.7 giugno 1943 n.651

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • E. Genta, Titolo nobiliari in Enciclopedia del diritto, Varese, 1992, Vol. XLIV, pp. 674-684.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Titoli nobiliari Successore
marchese duca granduca
storia di famiglia Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia di famiglia