Maria Teresa di Braganza (1855-1944)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Teresa di Braganza
Maria Teresa di Braganza, infanta di Portogallo e arciduchessa d'Austria
Maria Teresa di Braganza, infanta di Portogallo e arciduchessa d'Austria
Arciduchessa d'Austria
Nome completo portoghese: Maria Teresa da Imaculada Conceição Fernanda Eulália Leopoldina Adelaide Isabel Carolina Micaela Rafaela Gabriela Francisca de Assis de Paula Gonzaga Inês Sofia Bartolomeu dos Anjos de Bragança e Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Altri titoli infanta di Portogallo
Nascita Kleinheubach, Regno di Baviera, 24 agosto 1855
Morte Vienna, 12 febbraio 1944
Luogo di sepoltura Cripta Imperiale
Dinastia Braganza
Padre Michele I del Portogallo
Madre Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Consorte Carlo Ludovico d'Asburgo-Lorena
Figli Maria Annunziata
Elisabetta Amalia
Religione Cattolicesimo

Maria Teresa di Braganza, (portoghese: Maria Teresa da Imaculada Conceição Fernanda Eulália Leopoldina Adelaide Isabel Carolina Micaela Rafaela Gabriela Francisca de Assis de Paula Gonzaga Inês Sofia Bartolomeu dos Anjos de Bragança e Löwenstein-Wertheim-Rosenberg) (Kleinheubach, 24 agosto 1855Vienna, 12 febbraio 1944), nata infanta di Portogallo, divenne arciduchessa d'Austria per matrimonio.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suo padre era il re deposto del Portogallo Michele I (1802-1866), figlio del re Giovanni VI di Portogallo e della regina Carlotta Gioacchina di Borbone-Spagna; sua madre era la principessa Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg[1], figlia del principe Costantino di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg e della principessa Maria Agnese di Hohenlohe-Langenburg.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Descritta come una delle donne più belle d'Europa, Maria Teresa sposò, il 23 luglio 1873 a Kleinheubach, l'arciduca Carlo Ludovico d'Austria (1833-1896), figlio di Francesco Carlo d'Asburgo-Lorena e di Sofia di Baviera e fratello minore dell'imperatore Francesco Giuseppe. Lo sposo era di ventidue anni più vecchio di lei, era già due volte vedovo e padre di famiglia.
Da questa unione nacquero due figlie:

Orfana di padre dall'età di undici anni, Maria Teresa è descritta come una donna di buon cuore e devota, avendo ricevuto un'educazione cattolica esigente. Appena diciottenne divenne madre di una famiglia numerosa occupandosi dei figli del suo sposo, il maggiore dei quali ha solo otto anni in meno di lei, guadagnandosi il loro affetto e le loro confidenze.

Maria Teresa riuscì ad ottenere una notevole influenza alla corte austriaca, quando l'imperatrice Elisabetta si ritirò dalla scena sociale di Vienna, dopo il suicidio del suo unico figlio, il principe ereditario Rodolfo, nel gennaio del 1889. Maria Teresa prese il posto dell'imperatrice e realizzava gli onori presso il Palazzo Imperiale insieme all'imperatore fino alla morte del marito nel 1896, quando l'etichetta di corte stabiliva che doveva andare in pensione[2].

Vedovanza[modifica | modifica wikitesto]

Lei rimase una figura così influente dietro le quinte della corte dopo la morte del marito che, quando si sparse la voce che era avrebbe sposato il maestro della sua famiglia, il conte Cavriani, nessuno osava dire una parola contro di lei. Alla fine le indiscrezioni si rivelarono false.

Beneficiò della considerazione e della stima del cognato l'imperatore Francesco Giuseppe. Sostenne il figliastro Francesco Ferdinando allorché, a causa del suo matrimonio morganatico con Sophie Chotek von Chotkowa, corse il rischio di perdere il diritto al trono. Dopo l'assassinio di Sarajevo del 1914, Maria Teresa si occupò dei figli della coppia rimasti orfani.
In seguito essa accordò il suo sostegno anche al nuovo imperatore Carlo I, nipote di suo marito, seguendolo nell'esilio sull'Isola di Madera, fino alla sua morte prematura avvenuta nel 1922.

Durante la prima guerra mondiale Maria Teresa aveva prestato servizio come infermiera.

Nel 1929, a seguito di un crollo delle sue finanze, Maria Teresa impegnò due agenti di vendere la collana di diamanti di Napoleone, un pezzo ereditato dal marito, negli Stati Uniti. Dopo una serie di raffazzonati tentativi di vendita, la coppia finalmente vendette la collana per 60 000 dollari con l'aiuto del pronipote di Maria Teresa, l'arciduca Leopoldo d'Austria, principe di Toscana, ma egli ha sostenuto quasi il 90% del prezzo di vendita come "spese ". Maria Teresa si appello ai tribunali americani, che si traduce nel recupero della collana, la prigionia del suo pronipote e la fuga dei due agenti.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Maria Teresa morì il 12 febbraio 1944, a Vienna. Fu sepolta nella Cripta Imperiale.

Antenati[modifica | modifica wikitesto]

Michele di Braganza Padre:
Michele del Portogallo
Nonno paterno:
Giovanni VI del Portogallo
Bisnonno paterno:
Pietro III del Portogallo
Trisnonno paterno:
Giovanni V del Portogallo
Trisnonna paterna:
Maria Anna d'Austria
Bisnonna paterna:
Maria I del Portogallo
Trisnonno paterno:
Giuseppe I del Portogallo
Trisnonna paterna:
Marianna Vittoria di Borbone-Spagna
Nonna paterna:
Carlotta Gioacchina di Borbone-Spagna
Bisnonno paterno:
Carlo IV di Spagna
Trisnonno paterno:
Carlo III di Spagna
Trisnonna paterna:
Maria Amalia di Sassonia
Bisnonna paterna:
Maria Luisa di Borbone-Parma
Trisnonno paterno:
Filippo I di Parma
Trisnonna paterna:
Elisabetta di Borbone-Francia
Madre:
Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Nonno materno:
Costantino, Principe Ereditario di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Bisnonno materno:
Carlo Tommaso, Principe di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Trisnonno materno:
Domenico Costantino, Principe di Löwenstein-Wertheim-Rochefort
Trisnonna materna:
Maria Leopoldina di Hohenlohe-Bartenstein
Bisnonna materna:
Sofia di Windisch-Grätz
Trisnonno materno:
Giuseppe Nicola di Windisch-Grätz
Trisnonna materna:
Leopoldina di Arenberg
Nonna materna:
Agnese di Hohenlohe-Langenburg
Bisnonno materno:
Carlo Ludovico I di Hohenlohe-Langenburg
Trisnonno materno:
Cristiano Alberto di Hohenlohe-Langenburg
Trisnonna materna:
Carolina di Stolberg-Gedern
Bisnonna materna:
Amalia Enrichetta di Solms-Baruth
Trisnonno materno:
Giovanni Cristiano II di Solms-Baruth
Trisnonna materna:
Federica di Reuss-Köstritz

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Radziwill Catherine The Austrian Court From Within 1916, Cassell and Company

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanach de Gotha, 179th, Justus Perthes, 1942, pp. 37.
  2. ^ Radziwill, p 59