Benedetta di Braganza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Infanta Benedetta
Benedetta ritratta da Miguel António do Amaral
Benedetta ritratta da Miguel António do Amaral
Principessa del Brasile
Duchessa di Braganza
In carica 21 febbraio 1777 –
11 settembre 1788
Predecessore Marianna Vittoria di Borbone-Spagna
Successore Carlotta Gioacchina di Borbone-Spagna
Nome completo Maria Francisca Benedita Ana Isabel Antónia Lourença Inácia Teresa Gertrudes Rita Joana Rosa de Bragança
Nascita Lisbona, Regno del Portogallo, 25 luglio 1746
Morte Lisbona, Regno del Portogallo, 18 agosto 1829
Luogo di sepoltura Pantheon Reale del Casato di Braganza
Dinastia Braganza
Padre Giuseppe I del Portogallo
Madre Marianna Vittoria di Spagna
Consorte Giuseppe, Principe di Beira
Religione Cattolica

Benedetta del Portogallo (nome completo in portoghese: Maria Francisca Benedita Ana Isabel Antónia Lourença Inácia Teresa Gertrudes Rita Joana Rosa de Bragança; 25 luglio 174618 agosto 1829) fu una infanta portoghese e la più giovane delle figlie di Re Giuseppe I del Portogallo e di sua moglie Marianna Vittoria di Spagna.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Infanzia[modifica | modifica sorgente]

Benedetta nacque a Lisbona e il suo nome le fu imposto in onore di Papa Benedetto XIV. Fu ben educata alla musica da Davide Perez e alla pittura da Domingos Sequeira: un pannello realizzato da lei e sua sorella è ancora visibile nella Basilica della Estrela.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Il 21 febbraio 1777 sposò suo nipote, Giuseppe, Principe di Beira, legittimo erede al trono del Portogallo al trono , in quanto figlio maggiore della futura Regina Maria I. Benedetta e Giuseppe non ebbero figli, tuttavia ella abortì due volte: la prima nel 1781 e la seconda volta nel 1786.

Tre giorni dopo le nozze, il padre delle due sorelle, Giuseppe I, morì e Maria gli successe diventando regina regnante. L'Infante Giuseppe diventò il nuovo principe ereditario, avendo ricevuto i titoli di Principe del Brasile e XVI Duca di Braganza. Benedetta diventò la nuova principessa ereditaria con il titolo di Principessa del Brasile.

Vita successiva e morte[modifica | modifica sorgente]

l'ospedale militare Asilo de Inválidos Militares de Runa.

Nel 1788 Giuseppe morì e Benedetta diventò la Principessa vedova del Brasile, come fu nota durante il resto della sua lunga vita. In contrasto con altre vedove, che fondavano conventi e chiese, scelse di fondare l'ospedale militare Asilo de Inválidos Militares de Runa. Seguì la famiglia reale nel loro esilio in Brasile nel 1808.

Benedetta morì a Lisbona e venne sepolta nel pantheon della dinastia nel Monastero di São Vicente de Fora.


Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Benedetta del Portogallo Padre:
Giuseppe I del Portogallo
Nonno paterno:
Giovanni V del Portogallo
Bisnonno paterno:
Pietro II del Portogallo
Trisnonno paterno:
Giovanni IV del Portogallo
Trisnonna paterna:
Luisa di Guzmán
Bisnonna paterna:
Maria Sofia del Palatinato-Neuburg
Trisnonno paterno:
Filippo Guglielmo del Palatinato
Trisnonna paterna:
Elisabetta Amalia d'Assia-Darmstadt
Nonna paterna:
Maria Anna d'Asburgo
Bisnonno paterno:
Leopoldo I d'Asburgo
Trisnonno paterno:
Ferdinando III d'Asburgo
Trisnonna paterna:
Maria Anna d'Asburgo
Bisnonna paterna:
Eleonora del Palatinato-Neuburg
Trisnonno paterno:
Filippo Guglielmo del Palatinato
Trisnonna paterna:
Elisabetta Amalia d'Assia-Darmstadt
Madre:
Marianna Vittoria di Borbone-Spagna
Nonno materno:
Filippo V di Spagna
Bisnonno materno:
Luigi, il Gran Delfino
Trisnonno materno:
Luigi XIV di Francia
Trisnonna materna:
Maria Teresa d'Asburgo
Bisnonna materna:
Maria Anna Vittoria di Baviera
Trisnonno materno:
Ferdinando Maria di Baviera
Trisnonna materna:
Enrichetta Adelaide di Savoia
Nonna materna:
Elisabetta Farnese
Bisnonno materno:
Odoardo II Farnese
Trisnonno materno:
Ranuccio II Farnese
Trisnonna materna:
Isabella d'Este
Bisnonna materna:
Dorotea Sofia di Neuburg
Trisnonno materno:
Filippo Guglielmo del Palatinato
Trisnonna materna:
Elisabetta Amalia d'Assia-Darmstadt

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa - nastrino per uniforme ordinaria Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 78253552 LCCN: n2008049987