Andrea Cordero Lanza di Montezemolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrea Cordero Lanza di Montezemolo
cardinale di Santa Romana Chiesa
Coat of arms of Andrea Cordero Lanza di Montezemolo.svg
Iustitia et pax
Titolo Cardinale diacono di Santa Maria in Portico Campitelli
Incarichi attuali Arciprete emerito della Basilica Papale di San Paolo fuori le mura
Nato 27 agosto 1925 (89 anni)
Ordinato presbitero 13 marzo 1954 dall'arcivescovo Luigi Traglia (poi cardinale)
Consacrato arcivescovo 4 giugno 1977 dal cardinale Jean-Marie Villot
Creato cardinale 24 marzo 2006 da papa Benedetto XVI

Andrea Cordero Lanza di Montezemolo (Torino, 27 agosto 1925) è un cardinale italiano. È stato nunzio apostolico in molti paesi tra i quali Italia e San Marino.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È figlio di Giuseppe Cordero Lanza di Montezemolo, martire alle Fosse Ardeatine[1] e cugino del padre di Luca Cordero di Montezemolo. Dal 5 aprile 1977 al 13 aprile 1991 è stato arcivescovo titolare di Anglona; successivamente è stato nominato arcivescovo titolare di Tuscania.

È stato nunzio apostolico in Papua Nuova Guinea, Nicaragua, Honduras, Uruguay, Israele e per l'Italia e la Repubblica di San Marino dal 5 aprile 1977 al 17 aprile 2001. Come vescovo è anche stato rappresentante dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. È l'ideatore dello stemma papale di Benedetto XVI, stemma che ha descritto in un articolo apparso sull'Osservatore Romano il 28 aprile 2005.

È stato arciprete della basilica papale di San Paolo fuori le mura dal 31 maggio 2005 al 3 luglio 2009, giorno in cui papa Benedetto XVI ha accettato le sue dimissioni. Il pontefice ha designato come nuovo arciprete Francesco Monterisi. Papa Benedetto XVI lo ha innalzato alla dignità cardinalizia nel concistoro del 24 marzo 2006. Il 27 marzo 2011 ha accompagnato, in qualità di figlio di una delle vittime, papa Benedetto XVI durante la sua visita alle Fosse Ardeatine.

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme
Balì cavaliere di gran croce di onore e devozione del S.M. Ordine di Malta - nastrino per uniforme ordinaria Balì cavaliere di gran croce di onore e devozione del S.M. Ordine di Malta
Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 19 gennaio 1999[2]
Balì cavaliere di gran croce di giustizia ecclesiastico del Sacro militare ordine costantiniano di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Balì cavaliere di gran croce di giustizia ecclesiastico del Sacro militare ordine costantiniano di San Giorgio
«In occasione della sua elevazione alla dignità cardinalizia, essendo già cavaliere di gran croce di grazia ecclesiastico del Sacro militare ordine costantiniano di San Giorgio (ordine equestre dinastico di collazione della real casa di Borbone delle Due Sicilie) è stato promosso al grado spettante ai cardinali.»
Cavaliere di gran croce dell'Ordine di Santo Stefano papa e martire - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine di Santo Stefano papa e martire
— Firenze, 15 marzo 1999

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Card. Andrea Cordero Lanza di Montezemolo
  2. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Segretario del Pontificia commissione "Justitia et pax" Successore Coat of arms of the Vatican City.svg
- 15 dicembre 1976 - 5 aprile 1977 Roger Joseph Heckel, S.J.
Predecessore Vescovo titolare di Anglona
(titolo personale di arcivescovo)
Successore BishopCoA PioM.svg
- 5 aprile 1977 - 13 aprile 1991 Carles Soler Perdigó
Predecessore Nunzio apostolico in Papua Nuova Guinea Successore Emblem Holy See.svg
- 5 aprile 1977 - 25 ottobre 1980 Francesco De Nittis
Predecessore Nunzio apostolico in Nicaragua Successore Emblem Holy See.svg
Gabriel Montalvo Higuera 25 ottobre 1980 - 1º aprile 1986 Paolo Giglio
Predecessore Nunzio apostolico in Honduras Successore Emblem Holy See.svg
Gabriel Montalvo Higuera 25 ottobre 1980 - 1º aprile 1986 Francesco De Nittis
Predecessore Nunzio apostolico in Uruguay Successore Emblem Holy See.svg
Franco Brambilla 1º aprile 1986 - 28 aprile 1990 Francesco De Nittis
Predecessore Delegato apostolico a Gerusalemme e in Palestina Successore Emblem Holy See.svg
 ? 28 aprile 1990 - 7 marzo 1998 Pietro Sambi
Predecessore Pro-nunzio apostolico a Cipro Successore Emblem Holy See.svg
Carlo Curis 28 maggio 1990 - 7 marzo 1998 Pietro Sambi
Predecessore Vescovo titolare di Tuscania
(titolo personale di arcivescovo)
Successore BishopCoA PioM.svg
- 13 aprile 1991 - 24 marzo 2006 Aníbal Nieto Guerra
Predecessore Nunzio apostolico in Israele Successore Emblem Holy See.svg
- 28 giugno 1994 - 7 marzo 1998 Pietro Sambi
Predecessore Nunzio apostolico in Italia
e nella Repubblica di San Marino
Successore Emblem Holy See.svg
Francesco Colasuonno 7 marzo 1998 - 17 aprile 2001 Paolo Romeo
Predecessore Arciprete di San Paolo fuori le mura Successore Monastergen.png
Edmund Power 31 maggio 2005 - 3 luglio 2009 Francesco Monterisi
Predecessore Cardinale diacono di Santa Maria in Portico Campitelli Successore CardinalCoA PioM.svg
Corrado Bafile dal 24 marzo 2006 in carica

Controllo di autorità VIAF: 88763110