François-Auguste-Ferdinand Donnet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
François-Auguste-Ferdinand Donnet
cardinale di Santa Romana Chiesa
Donnet.jpg
CardinalPallium PioM.svg
Ad finem fortiter omnia suaviter
Nato 16 novembre 1795, Bourg-Argental
Creato cardinale 15 marzo 1852 da papa Pio IX
Deceduto 23 dicembre 1882, Bordeaux

François-Auguste-Ferdinand Donnet (Bourg-Argental, 16 novembre 1795Bordeaux, 23 dicembre 1882) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Bourg-Argental il 16 novembre 1795, François-Auguste-Ferdinand Donnet studiò al Collegio di Annonay (1806-1813), passando poi al Seminario di Sant'Irené di Lione ed infine alla Maison des Hautes Études nella medesima città.

Ordinato sacerdote il 7 marzo 1819 nella cattedrale di Lione, divenne professore di belle arti al Collegio di Belley nel 1813. Vicario nella Guillotière (1819), divenne pastore a Irigny, nella diocesi di Lione. Lavorò quindi come missionario a Saint-Etienne, Annonay, Bourg, Villefranche, Pont-de-Vaux, Chrlien, Tournon, Saint-Chamond ed in altri villaggi dal 1821 al 1827. Canonico onorario del capitolo della cattedrale di Blois, divenne pastore nella città di Villefranche-sur-Saône nell'ottobre del 1827 e successivamente venne promosso al rango di vicario generale della diocesi di Tours. Dal maggio al luglio del 1829 fu a Roma ad accompagnare l'arcivescovo di Tours e successivamente divenne vicario generale dell'arcidiocesi di Lione.

Nominato vescovo titolare di Roso e coadiutore del vescovo di Lione, ottenne i diritti di successione a Nancy dal 6 aprile 1835. Venne consacrato vescovo il 31 maggio 1835 nella chiesa delle Dames du Sacré-Coeur di Parigi da Charles-Joseph-Marie-Auguste de Forbin-Janson, vescovo di Nancy, assistito da Romain Gallard, vescovo di Meaux, e da Louis Blanquart de Bailleul, vescovo di Versailles. Malgrado le speranze, il suo sogno di succedere all'episcopato di Nancy venne vanificato dalla sua promozione, il 19 maggio 1837, alla sede metropolitana di Bordeaux, che gli portò il titolo di arcivescovo. I 2 febbraio 1840 venne nominato commendatore dell'Ordine di San Gregorio Magno, ottenendo anche il titolo di conte da papa Gregorio XVI, il quale il 21 febbraio di quello stesso anno lo nominò tra i suoi assistenti al soglio pontificio.

Papa Pio IX lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 15 marzo 1852; ricevette la berretta cardinalizia ed il titolo di Santa Maria in Via il 27 giugno dell'anno successivo. In patria venne nominato senatore dell'Impero e poté partecipare al Concilio Vaticano I dal 1869-1870. Prese parte al conclave del 1878 che elesse papa Leone XIII.

Morì il 23 dicembre 1882 all'età di 87 anni. La sua salma venne esposta alla pubblica venerazione e poi sepolta nella cattedrale metropolitana di Bordeaux.

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Commendatore della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore della Legion d'Onore
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Carlo III (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Carlo III (Spagna)
Commendatore dell'Ordine di San Gregorio Magno (Stato Pontificio) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine di San Gregorio Magno (Stato Pontificio)

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vescovo titolare di Roso Successore BishopCoA PioM.svg
Aeneas Bernard MacEachern 1835 - 1837 Antonio Burbano
Predecessore Arcivescovo di Bordeaux Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Jean-Louis Anne Madelain Lefebvre de Cheverus 1837 - 1882 Aimé-Victor-François Guilbert
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria in Via Successore CardinalCoA PioM.svg
Luigi Amat di San Filippo e Sorso 1853-1882 François-Marie-Benjamin Richard de la Vergne

Controllo di autorità VIAF: 182379 LCCN: no98089566