10 Hygiea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Igea
(10 Hygiea)
In blu l'orbita di 10 Hygiea, in rosso l'orbita dei pianeti interni e di GioveIn blu l'orbita di 10 Hygiea, in rosso l'orbita dei pianeti interni e di Giove
Scoperta 12 aprile 1849
Scopritore Annibale de Gasparis
Classificazione Fascia principale
Famiglia Igea
Classe spettrale C
Parametri orbitali
(all'epoca JD 2453200,5)
Semiasse maggiore 469 345 000 km
3,137 UA
Perielio 413 378 000 km
2,763 UA
Afelio 525 311 000 km
3,511 UA
Periodo orbitale 2079,776 giorni
(5,56 anni)
Velocità orbitale

16,76 km/s (media)

Inclinazione
sull'eclittica
3,842°
Eccentricità 0,119
Longitudine del
nodo ascendente
283,646°
Argom. del perielio 313,557°
Anomalia media 273,788
Par. Tisserand (TJ) 3,197 (calcolato)
Dati fisici
Dimensioni 500×385×350 km
Massa
9,0 × 1019 kg
Densità media 2,6 × 103 kg/m³
Acceleraz. di gravità in superficie 0,096 m/s²
Velocità di fuga 220 m/s
Periodo di rotazione 1,1510 giorni
Temperatura
superficiale
~164 K (media)
247 K (max)
Albedo 0,072
Dati osservativi
Magnitudine ass. 5,43

Igea (10 Hygiea) è un grande asteroide della fascia principale, il quarto in ordine di grandezza, con un diametro pari a circa 400 km ed una massa stimata pari al 4% di quella totale della fascia di asteroidi. La superficie scura rende l'asteroide meno visibile di quanto le dimensioni implicherebbero.

Igea si compone di materiale primitivo carbonioso, simile alle condriti; è il prototipo della famiglia Igea.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Igea fu scoperto da Annibale de Gasparis il 12 aprile 1849, presso l'Osservatorio di Capodimonte, Napoli. Fu il primo di nove asteroidi da lui scoperti (per l'elenco completo vedi la voce dedicata a de Gasparis).

L'astronomo lo chiamò come Igea, la dea greca della salute, figlia di Asclepio, su suggerimento di Ernesto Capocci di Belmonte, amico di de Gasparis e direttore dell'Osservatorio, come ringraziamento per i suoi incoraggiamenti. De Gasparis (entrato all'Osservatorio nel 1840 come alunno) volle inizialmente battezzare il nuovo asteroide Igea Borbonica, in onore di Ferdinando I delle Due Sicilie, evitando in questo modo nel 1850 la repressione da parte dei Borboni (partecipò infatti ai moti liberali del 1848), che invece colpì Capocci, allontanato per ragioni politiche fino al 1860. Negli anni seguenti il termine Borbonica fu abbandonato.

Osservazione dalla Terra[modifica | modifica wikitesto]

Il telescopio spaziale Hubble è stato puntato più volte verso l'asteroide, mostrandone la forma pressoché sferica. Finora sono state osservate cinque occultazioni stellari da parte di Igea.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Asteroidi del sistema solare L'asteroide 951 Gaspra

Precedente: 9 Metis      Successivo: 11 Parthenope


Gruppi principali NEAFascia principaleTroianiCentauriTNO (Fascia di Kuiper) • Pianeti nani
Vedi anche Asteroidi principaliLista completaFamiglie asteroidaliClassi spettrali
Stub astronomia.png Questo box:     vedi · disc. · mod.
sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare