Rendezvous

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine, vedi Rendez-vous.

Il rendezvous è una manovra effettuata da due oggetti in volo nello spazio, solitamente una navicella spaziale ed una stazione orbitante intorno alla Terra (indicati rispettivamente come "veicolo attivo" e "veicolo passivo", ovvero nella terminologia inglese come "chaser" e "target"), avente come obiettivo l'avvicinamento degli stessi. Spesso tale termine è impropriamente utilizzato per indicare il raggiungimento di un pianeta da parte di una sonda spaziale.

La difficoltà di tale operazione è assai alta poiché la velocità orbitale e l'orbita devono coincidere perfettamente.

Fine primario di una manovra rendezvous è l'aggancio (docking) all'altro veicolo, reso possibile dalla presenza su entrambi i veicoli di meccanismi compatibili atti alla realizzazione dell'agganciamento. Una volta agganciati i due oggetti, utilizzando appositi tunnel di collegamento diventa possibile il passaggio di astronauti e/o materiale da un veicolo verso l’altro.

Strategie di avvicinamento[modifica | modifica wikitesto]

In genere due tipi di approcci sono usati dal veicolo attivo nell'avvicinamento verso quello passivo:

  • V-bar ovvero lungo la direzione della velocità del "Target";
  • R-bar ovvero lungo la congiungente ideale tra il "Target" ed il centro di massa del pianeta attorno al quale esso sta orbitando.

Entrambe le strategie possono essere usate nella stessa manovra; ad esempio nel caso dello Space Shuttle, dopo la tragedia del Columbia, si eseguiva prima un avvicinamento lungo la R-bar, per posizionare lo Shuttle in modo tale che potesse essere comodamente osservato dalla ISS per verificare l'integrità dei pannelli termici posti sulla pancia dello Shuttle. In seguito si attuava una manovra per portare la navicella sulla V-bar e il docking finale si svolgeva in questa modalità.

Breve cronologia storica delle manovre rendezvous e di aggancio[modifica | modifica wikitesto]

Agena poco prima del rendezvous con la Gemini 12
Rendezvous dell'Apollo 9
Rendezvous dello Space Shuttle Endeavour
  • 13 agosto 1962: Vostok 3 e Vostok 4 si avvicinano a 6,5 km. Tale distanza viene raggiunta grazie a precisi calcoli di traiettoria nella fase di lancio.
  • 16 giugno 1963: Vostok 5 e Vostok 6 ripetono questa manovra.
  • 15 dicembre 1965: primo rendezvous pilotato di due navicelle spaziali con equipaggio: Gemini 6 e Gemini 7. La distanza minima tra le due capsule è di 30 cm.
  • 16 marzo 1966: primo aggancio nella storia dei voli umani nello spazio: Gemini 8 si aggancia ad un satellite senza equipaggio.
  • 19 luglio 1966: Gemini 10 si aggancia ad un satellite senza equipaggio e utilizza il congegno propulsore di questo per modificare la sua traiettoria. In questa seconda traiettoria viene eseguita un'ulteriore manovra rendezvous con un satellite diverso dal primo.
  • 30 ottobre 1967: primo aggancio di due navicelle senza equipaggio del tipo Sojuz denominate Cosmos 186 e Cosmos 188.
  • 26 ottobre 1968: Rendezvous di Sojuz 3 con la Sojuz 2 priva di equipaggio. L’aggancio delle due navicelle fallisce.
  • 16 gennaio 1969: aggancio di Sojuz 4 con Sojuz 5. Due cosmonauti lasciano la loro navicella per passare all’altra. Si tratta del primo passaggio di cosmonauti eseguito tra due navicelle spaziali.
  • 3 marzo 1969: Apollo 9 esegue il primo aggancio di un modulo di comando Apollo con il modulo lunare. Due giorni più tardi segue il passaggio degli astronauti dal modulo di comando al modulo lunare tramite l’apposito tunnel di collegamento.
  • 23 maggio 1969: primo rendezvous ed aggancio nell’orbita lunare eseguito da Apollo 10: il modulo lunare Snoopy esegue la manovra con il modulo di comando Charlie Brown.
  • 20 luglio 1969: rendezvous in orbita lunare tra modulo comando di Michael Collins, e modulo lunare di Buzz Aldrin e Neil Armstrong.
  • 13 ottobre 1969: primo rendezvous di tre navicelle spaziali: Sojuz 6, Sojuz 7 e Sojuz 8. L’aggancio programmato delle tre navicelle fallisce.
  • 23 aprile 1971: Sojuz 10 si aggancia alla stazione spaziale Saljut 1. Non viene eseguito alcun passaggio dei cosmonauti.
  • 6 giugno 1971: Sojuz 11 si aggancia alla stazione spaziale Saljut 1. Viene eseguito il primo passaggio in una stazione spaziale.
  • 26 maggio 1973: primo aggancio di una navicella Apollo alla stazione spaziale americana Skylab
  • 17 luglio 1975: primo aggancio internazionale di due navicelle nell’ambito della missione e progetto Apollo-Sojuz
  • 22 gennaio 1978: prima navicella di trasporto priva di equipaggio Progress 1 che si aggancia alla stazione spaziale Saljut 6
  • 11 aprile 1987: dopo diversi tentativi durati più giorni, riesce l’aggancio del modulo Kvant 1 con la stazione spaziale Mir. Per la prima volta nella storia, una stazione spaziale era stata ampliata direttamente nell’orbita intorno alla Terra.
  • 26 febbraio 1995: lo Space Shuttle americano Discovery esegue una manovra rendezvous con la stazione spaziale russa Mir, girando intorno alla stessa al fine di ispezionarla. Non viene comunque eseguito un aggancio.
  • 29 giugno 1995: lo Space Shuttle americano Atlantis si aggancia alla stazione spaziale russa Mir.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica