Tony Gallopin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tony Gallopin
Tony Gallopin 2016.jpg
Tony Gallopin al Tour of Britain 2016
Nazionalità Francia Francia
Altezza 180 cm
Peso 70 kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra Lotto
Carriera
Squadre di club
2007 Dijon-Team Lapierre
2008-2009 Auber 93
2010-2011 Cofidis
2012-2013 RadioShack
2014- Lotto
Nazionale
2011- Francia Francia
Statistiche aggiornate al maggio 2017

Tony Gallopin (Dourdan, 24 maggio 1988) è un ciclista su strada francese che corre per il team Lotto-Soudal. Professionista dal 2010, ha caratteristiche di passista-velocista, e in carriera ha vinto la Clásica San Sebastián 2013 e una tappa al Tour de France 2014.

Figlio di Joël Gallopin, anch'egli ciclista professionista, è nipote di Guy e Alain Gallopin.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essere passato professionista nel 2010 con la Cofidis, si rivela nel 2013, in maglia RadioShack, vincendo a sorpresa la Clásica San Sebastián: pur essendo al debutto rimane nel gruppo di 13 corridori che evade sulle rampe dello Jaizkibel per poi scattare, a 15 km dall'arrivo, sulla salita di Arkale e andare a imporsi in solitaria con 28" su Alejandro Valverde e Roman Kreuziger.[1]

Nel 2014 passa tra le fila della Lotto-Belisol. Dopo essere arrivato decimo alla Parigi-Nizza, prende il via del Tour de France: durante la nona tappa entra nella fuga di una ventina di corridori che si invola a circa 150 km dal traguardo, e grazie ai 5'01" guadagnati sul gruppo principale sfila la maglia gialla a Vincenzo Nibali. Tuttavia la perde già il giorno successivo, sul duro arrivo de La Planche des Belles Filles; è comunque poi protagonista durante l'undicesima tappa quando vince scattando nel finale e resistendo al rientro del gruppo guidato da John Degenkolb. Conclude la corsa al 29º posto in classifica generale.

Nel 2015 si presenta in gran forma alla Parigi-Nizza: vince la sesta e penultima tappa, conquista la maglia di leader con 36" su Richie Porte, ma deve cederla l'indomani nella cronoscalata al Col d'Èze, concludendo la corsa al sesto posto a 1'03" da Porte. Successivamente si presenta al via del Tour de France con ambizioni di classifica e si mantiene tra i primi 10 della graduatoria fino alla quindicesima tappa, al termina della quale è nono a 8'23" dal leader Chris Froome. A partire dal giorno successivo, però, va in difficoltà e conclude la corsa a tappe francese al 31º posto. In stagione ottiene le prime top ten nelle classiche monumento, piazzandosi nono alla Milano-Sanremo e settimo al Giro di Lombardia. L'anno dopo ottiene altri risultati positivi: conclude secondo all'Etoile de Besseges, terzo alla Freccia del Brabante, terzo ai campionati francesi a cronometro e secondo nellagara in linea, secondo alla Clásica San Sebastián e quarto al Tour of Britain. Conclude il 2016 con la prima vittoria stagionale, imponendosi in volata ristretta al Grand Prix de Wallonie.

Nel 2017 vince la quinta tappa della Etoile de Besseges, la cronometro conclusiva della breve gara a tappa francese. È il suo primo successo professionistico in una prova contro il tempo. Conclude la corsa al secondo posto, a soli 5" da Lilian Calmejane.[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

4ª tappa Grand Prix Rüebliland (Möriken-Wildegg)
2ª tappa Liège-La Gleize (La Gleize > Verviers)
  • 2008 (Auber 93, una vittoria)
Parigi-Tours Espoirs
  • 2010 (Cofidis, una vittoria)
3ª tappa Tour de Luxembourg (Eschweiler > Diekirch)
  • 2011 (Cofidis, due vittorie)
Flèche d'Emeraude
2ª tappa Tour du Limousin (Saint-Hilaire-Peyroux > Allassac)
  • 2013 (Radioshack-Leopard, una vittoria)
Clásica San Sebastián
  • 2014 (Lotto-Belisol, una vittoria)
11ª tappa Tour de France (Besançon > Oyonnax)
  • 2015 (Lotto-Soudal, due vittorie)
4ª tappa Étoile de Bessèges (L'Ardoise > Laudun)
6ª tappa Paris-Nice (Vence > Nizza)
  • 2016 (Lotto-Soudal, una vittoria)
Grand Prix de Wallonie
  • 2017 (Lotto-Soudal, una vittoria)
5ª tappa Étoile de Bessèges (Alès, cronometro)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Cronosquadre Liège-La Gleize (Grand Réchain)
Souvenir Jean Graczyk
Classifica generale Coppa di Francia
  • 2012 (Radioshack-Nissan)
Classifica giovani Tour of Oman

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2011: 79º
2012: ritirato (13ª tappa)
2013: 58º
2014: 29º
2015: 31º
2016: 71º
2017: 21º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

2012: 54º
2014: 35º
2015: 9º
2016: 34º
2017: 46º
2012: 24º
2013: ritirato
2014: 23º
2017: 17º
2012: ritirato
2017: ritirato
2011: 84º
2013: 29º
2014: 35º
2015: 20º
2016: ritirato
2010: ritirato
2014: 87º
2015: 7º
2016: ritirato
2017: ritirato

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni europee[modifica | modifica wikitesto]

Plumelec 2016 - In linea Elite: 7º

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]