Arnaud Démare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arnaud Démare
Bruxelles et Etterbeek - Brussels Cycling Classic, 5 septembre 2015, départ (A095).JPG
Arnaud Démare alla Brussels Cycling Classic 2015
Nazionalità Francia Francia
Altezza 182[1] cm
Peso 76[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra FDJ
Carriera
Squadre di club
2010-2011CC Nogent-sur-Oise
2011FDJStagista
2012-2017FDJ
2018-Groupama-FDJ
Nazionale
2015-Francia Francia
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Argento Mosca 2009 In linea Jr
Oro Copenaghen 2011 In linea U23
Statistiche aggiornate al 2 giugno 2019

Arnaud Démare (Beauvais, 26 agosto 1991) è un ciclista su strada francese che corre per il team Groupama-FDJ. Velocista, nel 2011 ha vinto la prova in linea Under-23 dei campionati del mondo di Copenaghen. Professionista dal 2012,[1] ha vinto un'edizione della Milano-Sanremo (nel 2016), due titoli nazionali in linea (nel 2014 e 2017), una tappa al Giro d'Italia e due al Tour de France.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Originario della Piccardia, comincia a gareggiare all'età di sei anni, su suggerimento dall'ex pro Hervé Boussard, con il Cyclo Club de Formerie.[2] Nel 2008 debutta nella categoria Juniores, mentre l'anno dopo ottiene l'argento mondiale in linea ai campionati del mondo di categoria svoltisi a Mosca. Nel 2010 passa tra i dilettanti Under-23 con la divisa del Cyclo Club de Nogent-sur-Oise: in quella stagione ottiene il terzo posto ai campionati europei di Ankara e il quinto posto nella prova iridata Under-23 ai Mondiali di Melbourne.

Nel 2011 consegue numerosi successi in corse del calendario nazionale e internazionale Under-23; si aggiudica anche La Côte Picarde e due tappe della Coupe des Nations Ville de Saguenay, competizioni entrambe valide per la Coppa delle Nazioni UCI.[2] In settembre, sulle strade di Copenaghen, si laurea infine campione del mondo in linea Under-23, battendo in volata il connazionale Adrien Petit e il britannico Andrew Fenn.[3] Nell'estate 2011 aveva intanto sottoscritto un contratto professionistico con il team FDJ valido a partire dalla stagione 2012, e già a partire dal 1º agosto aveva debuttato come stagista tra le file della formazione di Marc Madiot.[4]

Nel 2012, al primo anno tra i professionisti proprio con la FDJ-BigMat, ottiene subito la prima vittoria nella massima categoria nell'ultima tappa del Tour of Qatar.[5] La serie di successi prosegue a Le Samyn,[6] in una frazione della Tre Giorni delle Fiandre Occidentali,[7] nella Cholet-Pays de Loire,[8] in una tappa della Route du Sud[9] e infine nella prestigiosa Vattenfall Cyclassics, gara del calendario World Tour, dove sopravanza il forte tedesco André Greipel.[10] Durante l'annata partecipa inoltre al Giro d'Italia, risultando il più giovane ciclista in gara,[11] e alla prova in linea dei Giochi olimpici di Londra.

Affermatosi ormai come uno dei migliori velocisti dell'epoca moderna, in seguito alle nove vittorie del 2013, alle quindici del 2014 (tra cui il titolo nazionale in linea[12]) e alle due del 2015, nel 2016 di Démare spicca, fra i cinque successi totali, la Milano-Sanremo, vinta in volata malgrado fosse rimasto attardato all'inizio della penultima ascesa della Cipressa:[13] è il suo primo successo in una classica monumento.

Nel 2017, pochi giorni dopo essersi laureato campione nazionale in linea per la seconda volta in carriera,[14] prende parte al Tour de France, vincendo la quarta tappa sull'arrivo di Vittel:[15] nella nona frazione tuttavia il francese arriva al traguardo fuori tempo massimo, venendo così escluso dalla corsa.[16] Termina la stagione con dieci vittorie all'attivo, l'ultima alla Brussels Cycling Classic di inizio settembre.[17]

La stagione 2018 inizia con la vittoria nella tappa inaugurale della Parigi-Nizza[18] e con diversi piazzamenti, tra cui i due importanti terzi posti alla Milano-Sanremo e alla Gand-Wevelgem. In vista del Tour de France, a metà giugno si aggiudica la tappa conclusiva del Tour de Suisse;[19] alla Grande Boucle ottiene la vittoria di tappa a Pau,[20] oltre a altre tre terze piazze e alla terza posizione nella classifica a punti finale. Successivamente porta a nove le affermazioni totali dell'annata vincendo tutte e cinque le tappe, e di conseguenza anche la classifica generale, del Tour du Poitou-Charentes: il francese diventa così il secondo corridore, dopo l'italiano Alessandro Petacchi al Giro della Bassa Sassonia 2006, a realizzare questo filotto in una corsa europea.[21]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010 (Cyclo Club de Nogent-sur-Oise)
4ª tappa Coupe des Nations Ville de Saguenay (Chicoutimi > Chicoutimi)
Grand Prix de la ville de Pérenchies
3ª tappa Tour de Moselle (Basse-Ham > Basse-Ham)
  • 2011 (Cyclo Club de Nogent-sur-Oise)
Boucles Catalanes
La Tramontane
Vienne Classic Espoirs
La Côte Picarde
1ª tappa Coupe des Nations Ville de Saguenay (Jonquière > Jonquière)
4ª tappa Coupe des Nations Ville de Saguenay (Chicoutimi > Chicoutimi)
1ª tappa Tour des Cantons Mareuil et Verteillac (Champeau-en-Morvan > Mareuil)
Classifica generale Tour des Cantons Mareuil et Verteillac
GP de Pont-à-Marcq-La Ronde Pévèloise
3ª tappa Tour Alsace (Colmar > Carspach)
1ª tappa Trophée de la Porte Océane (Fécamp > Caudebec-lès-Elbeuf)
2ª tappa Trophée de la Porte Océane (Canteleu > Yvetot)
3ª tappa Tour de Moselle (Basse-Ham > Basse-Ham)
Campionati del mondo, Prova in linea Under-23
  • 2012 (FDJ-BigMat, sei vittorie)
6ª tappa Tour of Qatar (Sealine Beach Resort > Doha Corniche)
Le Samyn
2ª tappa Tre Giorni delle Fiandre Occidentali (Nieuwpoort > Ichtegem)
Cholet-Pays de Loire
2ª tappa Route du Sud (Castres > Saint-Michel)
Vattenfall Cyclassics
  • 2013 (FDJ.fr, nove vittorie)
Grand Prix de Denain
1ª tappa Quatre Jours de Dunkerque (Dunkerque > Courrières)
2ª tappa Quatre Jours de Dunkerque (Lewarde > Douchy-les-Mines)
3ª tappa Quatre Jours de Dunkerque (Oignies > Liévin)
Classifica generale Quatre Jours de Dunkerque
4ª tappa Tour de Suisse (Innertkirchen > Buochs)
RideLondon - Surrey Classic
2ª tappa Eneco Tour (Ardooie > Forest)
Grand Prix d'Isbergues
  • 2014 (FDJ.fr, quindici vittorie)
6ª tappa Tour of Qatar (Sealine Beach Resort > Doha Corniche)
1ª tappa Quatre Jours de Dunkerque (Dunkerque > Coudekerque-Branche)
2ª tappa Quatre Jours de Dunkerque (Hazebrouck > Orchies)
Classifica generale Quatre Jours de Dunkerque
2ª tappa Tour de Picardie (Mouy > Beaurieux-Chemin des Dames)
3ª tappa Tour de Picardie (Cap'Aisne-Chamouille > Bray-sur-Somme)
Classifica generale Tour de Picardie
Halle-Ingooigem
Campionati francesi, Prova in linea
Kampioenschap van Vlaanderen
Grand Prix d'Isbergues
1ª tappa Eurométropole Tour (La Louvière > Courtrai)
2ª tappa Eurométropole Tour (Estaimbourg > Nieuwpoort)
4ª tappa Eurométropole Tour (Mons > Tournai)
Classifica generale Eurométropole Tour
  • 2015 (FDJ, due vittorie)
2ª tappa Giro del Belgio (Knokke-Heist > Herzele)
3ª tappa Giro del Belgio (Lacs de l'Eau d'Heure > Lacs de l'Eau d'Heure)
  • 2016 (FDJ, cinque vittorie)
2ª tappa La Méditerranéenne (Banyuls-sur-Mer > Port-Vendres)
1ª tappa Parigi-Nizza (Condé-sur-Vesgre > Vendôme)
Milano-Sanremo
5ª tappa Route du Sud (Gers > Astarac Arros en Gascogne)
Binche-Chimay-Binche
  • 2017 (FDJ, dieci vittorie)
1ª tappa Étoile de Bessèges (Bellegarde > Beaucaire)
4ª tappa Étoile de Bessèges (Chusclan > Laudun-l'Ardoise)
1ª tappa Parigi-Nizza (Bois-d'Arcy > Bois-d'Arcy)
Grand Prix de Denain
2ª tappa Quatre Jours de Dunkerque (San Quintino > San Quintino)
2ª tappa Critérium du Dauphiné (Saint-Chamond > Arlanc)
Halle-Ingooigem
Campionati francesi, Prova in linea
4ª tappa Tour de France (Mondorf-les-Bains > Vittel)
Brussels Cycling Classic
  • 2018 (FDJ/Groupama-FDJ, nove vittorie)
1ª tappa Parigi-Nizza (Chatou > Meudon)
8ª tappa Tour de Suisse (Bellinzona > Bellinzona)
18ª tappa Tour de France (Trie-sur-Baïse > Pau)
1ª tappa Tour du Poitou-Charentes (Jonzac > Cognac)
2ª tappa Tour du Poitou-Charentes (Segonzac > Melle)
3ª tappa Tour du Poitou-Charentes (Gençay > Couhé)
4ª tappa Tour du Poitou-Charentes (Champagné-Saint-Hilaire > Couhé, cronometro)
5ª tappa Tour du Poitou-Charentes (Brioux-sur-Boutonne > Poitiers)
Classifica generale Tour du Poitou-Charentes
  • 2019 (Groupama-FDJ, cinque vittorie)
10ª tappa Giro d'Italia (Ravenna > Modena)
2ª tappa Route d'Occitanie (Labruguière > Martres-Tolosane)
4ª tappa Route d'Occitanie (Gers > Astarac Arros en Gascogne)
4ª tappa Tour de Wallonie (Villers-le-Bouillet > Lierneux)
3ª tappa Okolo Slovenska (Ružomberok > Hlohovec)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2011 (Cyclo Club de Nogent-sur-Oise)
Classifica generale Coppa delle Nazioni Under-23
Classifica a punti Tre Giorni delle Fiandre Occidentali
Critérium Jean-Renaux
Classifica giovani Quatre Jours de Dunkerque
Classifica a punti Quatre Jours de Dunkerque
Critérium cycliste de Calais
Grote Prijs Beeckman-De Caluwé
Ronde d'Aix-en-Provence
Classifica giovani Quatre Jours de Dunkerque
Classifica a punti Quatre Jours de Dunkerque
Classifica a punti Tour de Picardie
Critérium Guidon d'Or Hellemmois
Classifica giovani Eurométropole Tour
Classifica a punti Eurométropole Tour
1ª tappa La Méditerranéenne (Banyoles > Banyoles, cronosquadre)
Classifica a punti Route du Sud
Classifica a punti Critérium du Dauphiné
Maneblusser Na-Tour Criterium Mechelen
Critérium Jean-Renaux
  • 2018 (FDJ/Groupama-FDJ)
Classifica a punti Tour du Poitou-Charentes
Classifica a punti Route d'Occitanie
Classifica a punti Okolo Slovenska

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2012: ritirato (13ª tappa)
2016: ritirato (14ª tappa)
2019: 123º
2014: 159º
2015: 138º
2017: fuori tempo massimo (9ª tappa)
2018: 141º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

2013: 129º
2014: 34º
2015: 127º
2016: vincitore
2017: 6º
2018: 3º
2019: 32º
2013: 24º
2014: ritirato
2015: 23º
2016: ritirato
2017: 56º
2018: 15º
2019: 28º
2013: 90º
2014: 12º
2015: 37º
2017: 6º
2018: 61º
2019: 17º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni europee[modifica | modifica wikitesto]

Hooglede 2009 - In linea Juniores: 3º
Ankara 2010 - In linea Under-23: 3º
Alkmaar 2019 - In linea Elite: 9º

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (FR) Arnaud Démare, su equipecycliste-groupama-fdj.fr.
  2. ^ a b Danilo Viganò, Mondiali. Démare, il francese scoperto dall'ex pro Boussard, su tuttobiciweb.it, 23 settembre 2011.
  3. ^ Mondiali. Doppietta francese tra gli Under-23, su tuttobiciweb.it, 23 settembre 2011.
  4. ^ (FR) Nicolas Gachet, Arnaud Démare stagiaire à la FDJ, su directvelo.com, 24 giugno 2011.
  5. ^ (EN) Mark Robinson, Démare opens professional account in Doha, su cyclingnews.com, 10 febbraio 2012.
  6. ^ (EN) Démare sprints to Samyn victory, su cyclingnews.com, 29 febbraio 2012.
  7. ^ (EN) Peter Hymas, Vermote victorious at Driedaagse van West-Vlaanderen, su cyclingnews.com, 4 marzo 2012.
  8. ^ (EN) Démare wins for FDJ at Cholet - Pays de Loire, su cyclingnews.com, 18 marzo 2012.
  9. ^ (EN) Démare dashes to stage win in Saint Michel, su cyclingnews.com, 15 giugno 2012.
  10. ^ Démare sfreccia ad Amburgo. Battuti Greipel e Nizzolo, su gazzetta.it, 19 agosto 2012.
  11. ^ Giro. Démare si racconta ai lettori di lequipe.fr, su tuttobiciweb.it, 5 maggio 2012.
  12. ^ (FR) Gaétan Scherrer, Arnaud Démare champion de France, su sport.francetvinfo.fr, 29 giugno 2014.
  13. ^ Ciro Scognamiglio, Milano-Sanremo, trionfo di Arnaud Démare, su gazzetta.it, 19 marzo 2016.
  14. ^ (FR) Cyclisme: Arnaud Démare sacré champion de France, su leparisien.fr, 25 giugno 2017.
  15. ^ Gianluca Santo, Tour de France 2017: Arnaud Démare vince tra le cadute di Vittel, Sagan squalificato, su oasport.it, 4 luglio 2017.
  16. ^ Gianluca Bruno, Tour de France 2017: una corsa ad eliminazione. Tra ritiri e tempo massimo, fuori anche Trentin e Démare, su oasport.it, 10 luglio 2017.
  17. ^ Arnaud Démare vince la Brussels Cycling Classic; quattro italiani nei dieci, su cicloweb.it, 2 settembre 2017.
  18. ^ Parigi-Nizza, Démare vince al fotofinish, su gazzetta.it, 4 marzo 2018.
  19. ^ Ciro Scognamiglio, Giro di Svizzera: Démare a segno allo sprint, su gazzetta.it, 16 giugno 2018.
  20. ^ Ciro Scognamiglio, Démare vince a Pau su Laporte, 5º Colbrelli, Thomas in giallo, su gazzetta.it, 26 luglio 2018.
  21. ^ Arnaud Démare riesce nel filotto: 5 tappe su 5 e generale al Tour du Poitou Charentes, su cicloweb.it, 24 agosto 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]