SPAR

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
SPAR
Logo
Stato Paesi Bassi Paesi Bassi
Forma societaria Società cooperativa
Fondazione 1932
Sede principale Amsterdam
Settore Grande distribuzione organizzata
Prodotti Alimentari e beni di largo consumo
Fatturato 29,7 miliardi di (2010)
Sito web

SPAR (in Italia: DESPAR) è una società cooperativa fondata nei Paesi Bassi nel 1932, con la finalità di unire in un'unica catena commerciale numerosi negozi al dettaglio, con lo stesso nome e con l'unico marchio, nonostante essi rimangano giuridicamente indipendenti.

Nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal motto olandese "Door Eendrachtig Samenwerken Profiteren Allen Regelmatig" (it.: Dalla cooperazione armoniosa tutti traggono vantaggio in egual modo), ossia "De Spar", che in olandese significa tra l'altro "l'abete", da questo deriva il simbolo del marchio, ossia tale albero.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

SPAR International[modifica | modifica wikitesto]

"Superspar" a Johannesburg, Sudafrica

La SPAR è stata fondata nel 1932 da Adriaan van Well nei Paesi Bassi a Zoetermeer. Commercianti all'ingrosso e al dettaglio indipendenti si unirono per formare una catena commerciale su base volontaria.

Dai Paesi Bassi il modello si sviluppò e si espanse velocemente negli anni 1950 in Europa. Successivamente vennero formate organizzazioni SPAR anche in Africa, Estremo Oriente, in Sudamerica, Australia e recentemente anche a Mosca.

È un'organizzazione commerciale che opera con lo stesso nome e con l'unico marchio, sebbene ogni associato mantenga gestionalmente la propria autonomia e giuridicamente ognuno sia una società indipendente.

DESPAR Italia[modifica | modifica wikitesto]

L'Eurospar di Lucera (FG)

Il marchio SPAR in Italia venne introdotto nel 1959 dalla società Miatello, Giordani e Puggina guidata da Marino Puggina di Padova. Nel 1960 nasce il consorzio DESPAR Italia insieme alla SADAS Orsenigo di Seveso, nel 1961 aderisce al consorzio anche l'azienda Amonn di Bolzano. Nel 1960 fu aperto il primo supermercato ad insegna DESPAR.

DeSPAR in Italia è formata dalle seguenti società:

  • L'ALCO operante in Lombardia.
  • ASPIAG (Austria SPAR International AG) operante in Emilia-Romagna (Provincia di Ferrara), Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige e Veneto. La stessa società, con sede legale in Svizzera per conto di Spar Austria e filiali nazionali (per l'Italia sede legale a Bolzano e sede operativa a Padova), opera anche in Slovenia, Croazia, Ungheria e Repubblica Ceca.
  • Maiora srl, operante in Puglia, Basilicata, Campania e Calabria, Molise e Abruzzo nasce nel 2012 dall'accordo tra le società Ipa Sud s.p.a. di Barletta e Cannillo s.r.l. di Corato e, dal 21 luglio 2014, anche GAM SpA (Gruppo Alimentare Meridionale) di San Marco Argentano.
  • Fiorino operante in Sicilia.
  • Ergon, operante in Sicilia dal 2013. Con questa nuova gestione, Despar acquisirà anche i supermercati DiMeglio siciliani.
  • S.C. Sardegna S.c. a r.l., operante in Sardegna, dove gestisce il marchio DESPAR ed EUROSPAR, con sede a Selargius.

In pratica, queste società sono concessionarie dei vari marchi SPAR nelle diverse aree del territorio italiano.

DESPAR Servizi

Despar Servizi è una società consortile formata da 5 aziende, aderenti a Despar Italia.

Le 5 società aderenti a Despar Servizi sono: L’Alco, Maiora, Ergon, Fiorino e SCS.

Despar Servizi dal 2015, dopo lo scioglimento di Centrale Italiana, aderisce ad Aicube mentre Aspiag aderisce alla centrale Esd.

Da ottobre 2015 Presidente di Despar Servizi è Pippo Cannillo già Presidente e Amministratore delegato di Maiora, azienda concessionaria del marchio Despar in cinque regioni d’Italia (Abruzzo, Puglia, Basilicata, Campania e Calabria), Vice Presidente è Gianni Cavalieri (Presidente di Ergon, Despar Sicilia) mentre la funzione di Direttore Commerciale è ricoperta da Antimo Cefarelli.

Affiliazioni cedute

  • Aligrup, operante in Sicilia. Questa sede disponeva anche di un sito di e-commerce, SpesaSicilia.
  • Gruppo 6 GDO operante in Sicilia, posto sotto amministrazione controllata, dopo l'arresto dell'imprenditore Giuseppe Grigoli per concorso esterno in associazione mafiosa. Dal 2014 è in fase di liquidazione.
  • C.a.d.l.a., nel Lazio, che ha ceduto i suoi punti vendita a Coop.
  • DueGi, in Toscana, che ha ceduto i suoi supermercati a Conad.

SPAR Svizzera[modifica | modifica wikitesto]

SPAR Svizzera ha sede a San Gallo/Gossau e opera con il marchio SPAR dal 1989, ad oggi gestisce circa 150 mercati a marchio SPAR.

SPAR Slovenia[modifica | modifica wikitesto]

Anche SPAR Slovenia viene gestito dal 1992 dalla struttura sovranazionale di ASPIAG come nel Triveneto.

SPAR Croazia[modifica | modifica wikitesto]

Il marchio SPAR è sbarcato in Croazia grazie alla struttura di ASPIAG nel 2005 con l'apertura di un ipermercato a Zara. Altre aperture hanno riguardato le città di Sisak e Zagabria.

Nel 2009 Spar Hrvatska rileva i 4 ipermercati croati di Hipermarketi Coop (gruppo Coop Consumatori Nordest).

L'espansione SPAR in breve
Anno Paese Anno Paese Anno Paese
1932 Paesi Bassi Paesi Bassi 1963 Sudafrica Sudafrica 1992 Ungheria Ungheria
1947 Belgio Belgio 1963 Irlanda Irlanda 1992 Rep. Ceca Rep. Ceca
1953 Germania Germania 1966 Zimbabwe Zimbabwe 1994 Australia Australia
1954 Danimarca Danimarca 1969 Grecia Grecia 1995 Polonia Polonia
1954 Austria Austria 1977 Giappone Giappone 1997 Lituania Lituania
1955 Francia Francia 1982 Argentina Argentina 2000 Russia Russia
1956 Regno Unito Regno Unito 1984 Norvegia Norvegia 2000 Mauritius Mauritius
1959 Spagna Spagna 1989 Svizzera Svizzera 2002 Cipro Cipro
1959 Italia Italia 1990 Svezia Svezia 2002 Ucraina Ucraina
1962 Finlandia Finlandia 1992 Slovenia Slovenia 2005 Cina Cina
2005 Croazia Croazia

[modifica | modifica wikitesto]

La tipica insegna SPAR con il logo ad Helsinki, Finlandia

Il logo dell'azienda è composto da un abete verde all'interno di un cerchio che corrisponderebbe al significato di "De Spar" in olandese. Il logo è stato più volte modificato.

L'attuale forma del logo fu creata dal designer Raymond Loewy nel 1968. Il marchio è formato da tre elementi base:

  • una fascia rossa (con la scritta SPAR)
  • seguita dal logo verde
  • su sfondo bianco

Come colori base furono scelti il rosso, il verde e il bianco, poiché questi colori esprimerebbero pulizia e freschezza.

Tipi di esercizi in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Interspar a Bagnolo Cremasco (CR)
  • "Despar Express": negozi di dimensioni particolarmente ridotte presenti nelle stazioni ferroviarie del Triveneto e del Lazio.
  • "Despar": negozi alimentare di vicinato o piccoli supermercati di quartiere con superficie fino a circa 800 m². Spesso sono punti vendita in franchising o affiliati.
  • "Eurospar": supermercati e superstore con superficie che varia fra gli 800-1.000 e 2.500 m², solitamente sopra i 1.500 m² sono considerati superstore. La loro collocazione è generalmente all'interno di centri urbani o in prima periferia. In Sicilia, dal 2011, gli Eurospar più piccoli furono convertiti in Despar.
  • "Interspar": ipermercati con superficie superiore ai 2.500 m² con una grande offerta e situati nelle periferie delle città, nei centri commerciali e fuori dai centri urbani.
  • "Iperspar": identifica gli ipermercati di maggiori dimensioni del Gruppo. Oggi è usato solo al Sud ma fino a qualche anno fa anche alcuni Interspar del Triveneto avevano questo marchio.
  • "Eurocash": i punti vendita all'ingrosso del Gruppo, presenti solo in territorio siciliano (e fino agli inizi del 2000 presente un punto anche a Bolzano). Attualmente sono acquisiti dai F.lli Arena del gruppo Decò (in precedenza da Sidis fino al 2013).

Dati di struttura 2005[modifica | modifica wikitesto]

Paese Volume d'affari
(migliaia di €)
Esercizi Superficie
(m²)
superficie media
m²/esercizio
Austria 4.156.400 1.434 949.114 662
Germania 3.519.925 1.549 747.750 483
Gran Bretagna 3.393.612 2.707 368.351 136
Italia 3.304.738 1.801 684.202 380
Sudafrica 2.729.358 732 650.843 889
Norvegia 1.134.644 348 173.311 498
Giappone 1.131.351 723 148.201 205
Spagna 1.093.944 1.476 379.489 257
Irlanda 1.092.000 428 109.201 255
Danimarca 840.279 522 140.181 269
Finlandia 735.000 292 166.163 569
Ungheria 797.519 168 201.801 1.201
Francia 657.125 788 195.935 249
Belgio 626.307 373 141.037 378
Grecia 554.960 162 113.906 703
Slovenia 493.263 55 88.597 1.611
Paesi Bassi 362.012 311 89.632 288
Repubblica Ceca 361.835 139 120.526 867
Svizzera 279.634 148 54.523 370
Russia 201.792 41 29.850 718
Svezia 130.353 32 25.250 789
Botswana 70.846 24 16.896 704
Namibia 61.286 23 18.806 818
Polonia 52.671 47 12.016 256
Australia 34.119 40 15.685 392
Ucraina 30.045 12 10.520 877
Croazia 20.003 1 4.065 4.065
Zimbabwe 19.891 83 35.137 423
Mauritius 17.482 5 4.500 900
Zambia 8.597 2 4.500 2.25
Cina 7.155 3 17.000 5.667
India 2.069 1 251 251
Totale 27.920.206 14.470 5.717.539 395

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN224352327
Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende