SISA (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sisa
Logo
Stato Italia Italia
Forma societaria Società per Azioni
Fondazione 22 maggio 1975 a Carpi (MO)
Sede principale Funo di Argelato (BO)
Filiali 1558
Persone chiave Aldo Pettorino (Presidente)
Settore Grande distribuzione organizzata
Prodotti Alimentari e beni di largo consumo
Fatturato 2 Miliardi di (2015)
Dipendenti 3000
Slogan «I Supermercati italiani»
Sito web

SISA, acronimo di Società Italiana Supermercati Associati, è un'azienda della grande distribuzione organizzata nata nel 1975 dall'idea di un gruppo di piccoli commercianti che trasformarono i propri negozi in superette o supermercati e che volevano costituire un gruppo per fare acquisti in comune. È oggi una realtà consolidata nell'ambito della distribuzione organizzata italiana .E così venivano poste le basi che ancora oggi animano il gruppo, coesione e spirito di squadra, confronto aperto nel rispetto reciproco tra i soci. Il numero dei Soci cresce rapidamente e con lo sviluppo progressivo dei vari Cedi, con maggior potere contrattuale con l’industria e approvvigionamenti tempestivi consentono un miglioramento delle performance dei supermercati. Passo successivo l’adozione di una insegna comune; nel contempo il lancio sul mercato dei primi prodotti a marchio SISA. Una evoluzione continua e un ammodernamento del marchio SISA fino all’introduzione del claim che caratterizza l’insegna: I Supermercati Italiani.

Il gruppo inoltre è aperto anche per chi si volesse affiliare, infatti la società Cedi SISA CENTRO SUD S.p.A[1]., ha costituito una società controllata da essa chiamata Gestioni commerciali s.r.l. o anche detta GE.COM. s.r.l[2].

Nel 2011 i punti vendita di Nuoro sono diventati Nonna ISA mentre nel 2014 il centro distributivo della Sardegna è stato chiuso e tutti i supermercati della regione, compreso lo stesso centro distributivo, sono passati alla Sigma. Nell'anno 2015 ha raddoppiato il suo patrimonio societario passando da 5.000.000.00 € a 10.000.000.00 €.

Nel luglio 2015, Cedi Sisa Centro Nord ha presentato, insieme a Sigma Sardegna, istanza di ammissione alle procedure di concordato preventivo di bilancio nel tribunale fallimentare di Vicenza.

La compagnia Ernst&Young ha provato a rimettere in sesto il bilancio ma purtroppo non ha permesso a Sisa di rimettersi in piedi. Il buco di bilancio e i debiti verso creditori, fornitori e banche, ammontano a oltre 18 milioni.[3]

SISA conta oltre 1.000 soci ed è attiva sul mercato con insegne che abbracciano ogni tipologia di negozio: IperSISA, SISA Superstore, SISA, Issimo, Negozio Italia e Quick. Attraverso una rete di 1558 punti di vendita. A fine 2014 la rete di vendita era composta da:

Tipologia Insegna
Minimarket Negozio Italia o Quick
Piccoli Supermercati Issimo
Supermercati Sisa
Superstore Sisa Superstore
Ipermercati Iper Sisa

Centri distributivi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cedi SISA Centro Sud, su www.sisacentrosud.it. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  2. ^ Home, su www.issimocampania.it. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  3. ^ Crisi del Gruppo Sisa: tra licenziamenti e scelte commerciali, ilcittadinoonline.it, 30 marzo 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende