REWE Group

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
REWE Group
Logo
StatoGermania Germania
Forma societariaSocietà cooperativa
Fondazione1927 a Colonia
Sede principaleColonia
Filiali
Persone chiaveAlain Caparros (AD)
Heinz-Bert Zander (Presidente)
Settoregrande distribuzione organizzata
Prodottialimentari, farmaci, vestiario, cosmetici, casalinghi, elettronica di consumo, attrezzi per il bricolage
Fatturato50,6 miliardi [1][2] (2008)
Dipendenti329.418[2] (2013)
Sito web

REWE Group è un'azienda tedesca che opera nei settori della grande distribuzione organizzata e del turismo.

È attualmente presente in modo diretto o indiretto (attraverso vari marchi, fra cui Billa e Penny Market in 14 Paesi: Germania, Francia, Austria, Svizzera, Italia, Croazia, Polonia, Ungheria, Bulgaria, Romania, Ucraina, Slovacchia, Repubblica Ceca, Russia.

Condusse una nota battaglia giudiziaria contro la Bundesmonopolverwaltung für Branntwein (ente federale amministrativo delle acquaviti in Germania). Nel 1979, la Germania aveva proibito la vendita del liquore francese Crème de cassis (o Cassis de Dijon) dato che il suo tenore alcoolico era inferiore a quello prescritto dal diritto tedesco. Contro la decisione insorse la REWE Group: la Corte di giustizia dell'Unione europea sancì la libera circolazione del liquore con la celebre sentenza Cassis de Dijon.[3]

Comparti[modifica | modifica wikitesto]

Grande distribuzione organizzata[modifica | modifica wikitesto]

Logo Billa, una delle principali insegne del gruppo Rewe

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

  • REWE Touristik: ITS, Jahn Reisen, Tjaereborg e clevertours.com
  • Deutsches Reisebüro: Dertour, Meier's Weltreisen e ADAC Reisen

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Arriva Billa, dal 4 marzo 21 nuovi supermercati a Milano e Provincia, mi-lorenteggio.com.
  2. ^ a b (DE) Geschäftsbericht 2013, su rewe-group-geschaeftsbericht.de, 2013. URL consultato il 13 luglio 2015 (archiviato il 12 luglio 2014).
  3. ^ admin, su bag.admin.ch (archiviato dall'url originale il 6 dicembre 2013).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN128870993 · ISNI (EN0000 0004 0462 139X · GND (DE10355096-3