Crème de cassis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crème de cassis
Creme de Cassis.jpg
Origini
Altri nomi
  • Cassis de Dijon
  • Crème de cassis de Dijon
Luogo d'origineFrancia Francia
RegioneBorgogna
Diffusionemondiale
Dettagli
Categoriabevanda

Crème de cassis (detto anche Crema di cassis o Cassis de Dijon o Crème de cassis de Dijon) è la denominazione ufficiale di un liquore rosso, dolce, ricavato dal ribes nero. È una specialità della Borgogna, tuttavia questo liquore si produce anche in altre città della Francia, così come nel Lussemburgo e nel Québec.[1]

La versione moderna della bevanda apparve per la prima volta in Borgogna nel 1841, soppiantando il "ratafià de cassis".[2]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il ribes viene raccolto e messo in infusione in alcol e sciroppo di zucchero, ma vi sono diverse ricette, sia nella produzione industriale che in quella casalinga.[3]

La produzione annuale è di circa 16 milioni di litri, il prodotto viene consumato soprattutto in Francia.[4] La sua esportazione diede adito alla famosa sentenza Cassis de Dijon, importante per il diritto commerciale europeo.[5]

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

La Crème de Cassis è l'ingrediente principale del Kir, un cocktail che si beve come aperitivo.[6]

Trova spazio anche nel cocktail Russian Spring Punch, cocktail ufficiale dell'IBA dal 2011 con la seguente ricetta: 2,5 cl di vodka, 2,5 cl di succo di limone fresco, 1,5 cl di Crème de Cassis, 1 cl di sciroppo di zucchero, prosecco.[7]

Entra anche nella preparazione di un dolce brasiliano, la creme de papaya.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Coup de coeur. St-Pierre : un cassis de charme, su cassismonna.com. URL consultato il 15 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2013).
  2. ^ (EN) Creme de cassis, su easy-french-food.com. URL consultato il 10 ottobre 2020.
  3. ^ Creme de cassis de ma maman, su lesfoodies.com. URL consultato il 15 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2014).
  4. ^ Boissons[collegamento interrotto]
  5. ^ Università degli studi di Milano[collegamento interrotto]
  6. ^ vomfass[collegamento interrotto]
  7. ^ justonedesign.eu, RUSSIAN SPRING PUNCH | International Bartenders Association, su iba-world.com. URL consultato il 19 marzo 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]