Riunione (isola)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Reunion)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Reunion" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Reunion (disambigua).
Riunione
Regione e dipartimento d'oltremare
(FR) La Réunion
Riunione – Stemma Riunione – Bandiera
(dettagli)
Localizzazione
StatoFrancia Francia
Amministrazione
CapoluogoSaint-Denis
Presidente del Consiglio regionaleDidier Robert (UMP) dal 26-3-2010
Presidente del Consiglio generaleNassimah Dindar (DVG) dal 23 marzo 2004
Lingue ufficialiFrancese
Territorio
Coordinate
del capoluogo
20°52′44.04″S 55°26′53.16″E / 20.8789°S 55.4481°E-20.8789; 55.4481 (Riunione)Coordinate: 20°52′44.04″S 55°26′53.16″E / 20.8789°S 55.4481°E-20.8789; 55.4481 (Riunione)
Superficie2 512 km²
Abitanti833 944 (2012)
Densità331,98 ab./km²
Dipartimenti1
Arrondissement4
Altre informazioni
Prefisso+262
Fuso orarioUTC+4
ISO 3166-2FR-RE
Codice INSEE04
Targa974
Nome abitanti(FR) réunionnais(e)
Cartografia
Riunione – Localizzazione
Riunione – Mappa
Sito istituzionale

L'isola della Riunione[1] o semplicemente la Riunione[2] (in francese Île de la Réunion[2] o, ufficialmente, La Réunion) è un'isola dell'arcipelago delle isole Mascarene che si trova nell'oceano Indiano. È situata ad est del Madagascar e non lontano dalla Repubblica di Mauritius, circa 200 km a sud-ovest. Amministrativamente costituisce sia una regione sia un dipartimento d'oltremare della Francia. Il capoluogo è Saint-Denis.

Sono inclusi nella regione 4 arrondissement, 49 cantoni e 24 comuni. Ha come dominio di primo livello: .re, .fr e .eu.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Prime esplorazioni[modifica | modifica wikitesto]

I marinai arabi erano soliti chiamare quest'isola, un tempo disabitata, Dina Morgabin (“isola dell'occidente”). Il portoghese Pedro de Mascarenhas fu il primo europeo a visitarla nel 1513.

Occupazione francese[modifica | modifica wikitesto]

Quando venne occupata dai francesi nel 1642, il re di Francia Luigi XIII la soprannominò Île Bourbon (dal nome della famiglia regnante, i Borbone). Fu ribattezzata Réunion durante la rivoluzione francese (1793), per ricordare la riunione dei federati di Marsiglia con la guardia nazionale parigina durante la marcia sul palazzo delle Tuileries, nella storica giornata del 10 agosto 1792.

Dal XVII al XIX secolo, le immigrazioni di francesi, africani, cinesi, malesi e indiani del Malabar diedero all'isola l'eterogeneità etnica che la caratterizza. L'apertura del canale di Suez nel 1869 ridusse l'importanza della Riunione quale tappa verso le Indie orientali.

Dipartimento d'oltremare francese[modifica | modifica wikitesto]

Divenne un dipartimento d'oltremare francese il 19 marzo 1946. A seguito del Referendum del 2009, la Riunione è considerata parte integrante del territorio metropolitano della Repubblica francese, e in quanto tale è rappresentata all'Assemblea nazionale (con 5 deputati), al Senato (3 senatori) e nel Consiglio economico e sociale francese, elegge i membri del Parlamento europeo e usa l'euro come valuta.

Per via della posizione strategica nell'Oceano Indiano, l'isola ospita una base navale della Marine National, con lo scopo di tutelare gli interessi della Zona Economica Esclusiva francese.

Il Capo Méchant a Saint-Philippe
Manapany

Società[modifica | modifica wikitesto]

Religione[modifica | modifica wikitesto]

La religione prevalente è quella cattolica. La Chiesa cattolica è organizzata in un'unica diocesi, la diocesi di Saint-Denis-de-La Réunion (in latino Dioecesis S. Dionysii Reunionis) che è una sede della Chiesa cattolica immediatamente soggetta alla Santa Sede. Nel 2010 contava 644 000 battezzati su 806 000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Gilbert Guillaume Marie-Jean Aubry. Sede vescovile è la città di Saint-Denis-de-La Réunion, dove si trova la cattedrale di San Dionigi. Il territorio è suddiviso in 71 parrocchie.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'Isola della Riunione è situata circa 420 km ad est del Madagascar, circa 200 km ad ovest di Mauritius, più di 700 km a sud delle Seicelle e pochi gradi a nord del Tropico del Capricorno.

È un'isola montuosa di origine vulcanica; il punto più alto è il Piton des Neiges, con i suoi 3 069 metri.

L'intera linea costiera dell'isola è di 207 km.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima è caldo e umido caratteristico della fascia tropicale, con la stagione delle piogge che va da novembre ad aprile. Durante la stagione secca il clima è mite, ma sulle alture del centro la temperatura può scendere sottozero. Negli altopiani centrali il clima è quasi alpino. Non è raro assistere a precipitazioni di carattere nevoso. Nella stagione delle piogge il clima è umido.

Sebbene le temperature massime siano attorno ai 30°, la temperatura soggettiva percepita è elevata a causa dell'umidità. Nella parte orientale dell'isola le precipitazioni sono abbondanti e spesso ricorrenti durante le ore centrali della giornata; nella regione occidentale il clima è relativamente più secco e le precipitazioni scarse.

L'isola della Riunione si trova nella pericolosa fascia dei cicloni tropicali, la cui stagione va da dicembre a marzo. Sono caratterizzati da forti venti e precipitazioni estreme; il ciclone Gamede nel 2007 ha stabilito nuovi record mondiali di pluviometria (3929 mm in 72 ore).

Fuso orario[modifica | modifica wikitesto]

Tra La Riunione e l'orario UTC ci sono +4 ore di differenza tutto l'anno; rispetto all'Italia, ci sono +3 ore (+2 quando in Italia vige l'ora legale).

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia del dipartimento è dominata dalla produzione di canna da zucchero. I principali prodotti esportati sono lo zucchero, il rum, la vaniglia e varie essenze profumate. Il settore turistico ancora poco sviluppato è in espansione, grazie agli incontaminati paesaggi naturali tra cui le numerose cascate e canyon, meta ideale per gli appassionati di rafting e torrentismo. La Riunione non è un'isola autosufficiente, per cui nella bilancia economica hanno un grande peso gli aiuti finanziari francesi, soprattutto tramite contributi per la disoccupazione e detassazioni.

Cucina[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Cucina della Riunione.

La cucina riunionese o creola è il risultato di una miscela di influenze delle cucine malgascia, francese, indiana, est africana e cinese, portate nell'isola dalle immigrazioni successive e modificate dalla cultura creola locale: pesce, cacciagione, formaggi, salumi tipici, paté particolari, e inoltre frutta, marmellate, cioccolato, spezie molto profumate, vini francesi di importazione. Il cari (una salsa di pomodori, cipolle, peperoncino e spezie con cui si condisce pollo, gamberi o altro tipo di pesce) è il piatto che la popolazione indigena, ma non solo, cucina abitualmente. Si dice che alle ore 19, quando tutti accendono i bollitori elettrici, i consumi di corrente salgano alle stelle. Il cari si accompagna con riso bollito, lenticchie e verdure varie. La cucina della Riunione è particolarmente piccante.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN131337096 · ISNI: (EN0000 0001 2156 3951 · GND: (DE4049639-9 · BNF: (FRcb11865432v (data)