Collettività d'oltremare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il termine Collettività d'oltremare (in francese Collectivités d'outre-mer) o COM è utilizzato a partire dalla revisione costituzionale del 28 marzo 2003 per designare alcuni territori della Repubblica francese il cui statuto è retto dall'articolo 74 della Costituzione. La loro lista raggruppa i vecchi TOM e le altre collettività territoriali a statuto particolare.

Esistono cinque collettività d'Oltremare:

  • la Polinesia Francese, retta da uno statuto di grande autonomia, di cui due manifestazioni simboliche sono il titolo dato al presidente del governo locale (presidente della Polinesia Francese) e la denominazione specifica di paese d'Oltremare accordato solo a questa collettività locale dalla legge del 27 febbraio 2004;
  • Saint-Pierre e Miquelon, nell'Oceano Atlantico al largo del Canada. Ha anch'essa un'organizzazione simile a quella di un dipartimento, con un consiglio generale dove siedono i rappresentanti di ciascun comune, ma è priva di un consiglio regionale; tuttavia, la personalità giuridica specifica della collettività in certi trattati economici internazionali d'interesse regionale non le permette d'essere considerata come un DOM, benché la collettività non disponga sempre della specialità legislativa; ciò è simbolicamente affermato dalla denominazione specifica di collettività territoriale della Repubblica francese, conferita dalla legge del 21 febbraio 2007;

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(FR) sito ufficiale

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia