Regione ecclesiastica Puglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Regione ecclesiastica Puglia
Regione ecclesiastica della Chiesa cattolica in Italia
Arcidiocesi metropolitane delle Province ecclesiastiche
Arcidiocesi di Bari-Bitonto (5 suffraganee)
Arcidiocesi di Lecce (4 suffraganee)
Arcidiocesi di Foggia-Bovino (4 suffraganee)
Arcidiocesi di Taranto (2 suffraganee)
Conferenza episcopale
Presidente Donato Negro, arcivescovo di Otranto
Vicepresidente Michele Seccia, arcivescovo metropolita di Lecce
Segretario generale Luigi Renna, vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano e amministratore apostolico di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo
Regione ecclesiastica Puglia.PNG
Parrocchie 1.060
Sacerdoti 1.765 secolari e 789 regolari
Diaconi 254 permanenti
Abitanti 4.224.534
Superficie 19.763 km²
Dati dall'Annuario pontificio

La Regione ecclesiastica Puglia è una delle sedici regioni ecclesiastiche in cui è suddiviso il territorio della Chiesa cattolica in Italia. Il suo territorio coincide con quello dell'omonima regione della Repubblica Italiana.

Suddivisione[modifica | modifica wikitesto]

Questa regione ecclesiastica comprende 19 diocesi che formano 4 province ecclesiastiche, secondo la seguente articolazione:

Conferenza Episcopale Pugliese (C.E.P.)[modifica | modifica wikitesto]

La Conferenza Episcopale Pugliese (C.E.P.) è un organo collegiale che riunisce tutti i vescovi delle diocesi afferenti alla Regione ecclesiastica Puglia. La sede dell'assemblea è nella città di Bari. La sede legale è Molfetta, presso il Seminario regionale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Con la Circolare della Congregazione dei Vescovi e Regolari del 24 agosto 1889 vennero istituite le Conferenze Episcopali Regionali[1]. Il contenuto della circolare riportava un riferimento di Papa Leone XIII in cui invitata l'episcopato italiano a riunirsi

« ...almeno una volta l’anno per appianare e risolvere con mutuo consiglio le difficoltà che incontrano nel governo delle rispettive diocesi, per promuovere in tutto la regolarità e la uniformità della ecclesiastica disciplina, e per emettere, ove le circostanze lo richiedessero, atti collettivi di qualsiasi specie. »

(Leone XIII[2])

Secondo la circolare del 1889, le «Puglie» comprendevano «le provincie ecclesiastiche di Bari, Brindisi, Manfredonia, Otranto, Taranto, Trani-Barletta, più le sedi immediatamente siggette di Foggia, Gravina e Montepeloso (Irsina), Molfetta-Giovinazzo e Terlizzi, Monopoli, Nardò, Troia e l'Abazia nullius di Altamura e Acquaviva[3]». La Puglia ecclesiastica non coincideva con quella amministrativo-civile, poiché alla conferenza dei vescovi pugliesi non partecipavano le diocesi di Capitanata facenti parte della provincia beneventana. La prima conferenza dell'episcopato pugliese si tenne a Bari il 14 ottobre 1892, a tre anni dalla circolare romana e dopo che si erano riuniti già in Conferenza i vescovi sardi (1890), veneti (1890), umbri (1891), siciliani (1891) e piceni (nel marzo del 1892). La prima conferenza fu presieduta dall'allora arcivescovo di Bari-Canosa, Ernesto Mazzella e ebbe come segretario Casimiro Gennari, vescovo di Conversano[4][5][6].

Presidenti della Conferenza Episcopale Pugliese[modifica | modifica wikitesto]

Dall'11 giugno 2018 è presidente Donato Negro, arcivescovo di Otranto, vicepresidente Michele Seccia, arcivescovo metropolita di Lecce, e segretario Luigi Renna, vescovo di Cerignola- Ascoli Satriano e amministratore apostolico di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo.

Membri principali[modifica | modifica wikitesto]

Arcivescovi metropoliti[modifica | modifica wikitesto]

Arcivescovi[modifica | modifica wikitesto]

Vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Arcivescovi emeriti[modifica | modifica wikitesto]

Vescovi emeriti[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi pugliesi soppresse[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. G. Feliciani, Le Conferenze Episcopali, Bologna 1974
  2. ^ Il testo della istruzione è in Leonis XIII, P.M., Acta, IV,1890, pp. 184-190 e in Il monitore ecclesiastico, 1899, I, pp. 173-175.
  3. ^ S. Palese, Seminari, cit. p. 370.
  4. ^ Cfr. Francesco Sportelli, Cultura ecclesiastica ed episcopato pugliese (1892-1908), pag. 421
  5. ^ Vescovi e regione in cento anni di storia (1892-1992) Raccolta di testi della Conferenza Episcopale Pugliese, a cura di S. Palese e F. Sportelli, (Società e religione, 16), Galatina 1984, doc. 4, pag. 22-23
  6. ^ Vito Angiuli, La catechesi nella diocesi di Bari: dagli inizi dell'Ottocento al Vaticano II (1823-1962), Edipuglia, Bari 1997, ISBN 88-7228-177-6

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]