Raddusa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raddusa
comune
Raddusa – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Sicily.svg Sicilia
Provincia Provincia di Catania-Stemma.png Catania
Amministrazione
Sindaco Cosimo Marotta (PD) dal 14-5-2007
Territorio
Coordinate 37°28′N 14°32′E / 37.466667°N 14.533333°E37.466667; 14.533333 (Raddusa)Coordinate: 37°28′N 14°32′E / 37.466667°N 14.533333°E37.466667; 14.533333 (Raddusa)
Altitudine 350 m s.l.m.
Superficie 23,39 km²
Abitanti 3 174[1] (31-12-2014)
Densità 135,7 ab./km²
Comuni confinanti Aidone (EN), Assoro (EN), Piazza Armerina (EN), Castel di Judica, Ramacca
Altre informazioni
Cod. postale 95040
Prefisso 095
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 087036
Cod. catastale H154
Targa CT
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti raddusani
Patrono san Giuseppe
Giorno festivo 19 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Raddusa
Raddusa
Posizione del comune di Raddusa nella città metropolitana di Catania
Posizione del comune di Raddusa nella città metropolitana di Catania
Sito istituzionale

Raddusa è un comune italiano di 3 174 abitanti della città metropolitana di Catania in Sicilia.

Situato a 38 km da Caltagirone, a 40 km da Enna e a 71 da Catania al confine con la provincia di Enna, nella Sicilia centrale, si trova a 350 metri s.l.m. sulle colline confinanti con la piana di Catania ed i Monti Erei. L'attività economica prevalente è l'agricoltura, in particolare la coltivazione di grano duro.

Festa patronale[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Raddusa nella provincia di Catania

A Raddusa San Giuseppe si festeggia due volte l'anno, il giorno della festa liturgica il 19 marzo e il 19 settembre, giorno scelto come festa patronale.

Il 19 settembre si festeggia tradizionalmente come ringraziamento al Santo per il grano raccolto nella passata stagione. Durante la giornata si celebrano due Messe nella Chiesa Immacolata Concezione una la mattina e una la sera dopo la processione. È d'uso dopo le celebrazioni religiose passeggiare per la via Regina Margherita piena di bancarelle e con tutte le serrande dei negozi e bar aperte. In tarda serata di solito si svolge anche uno spettacolo musicale sul palcoscenico allestito in piazza Umberto I, centro del paese posto tra la Chiesa Madre e la via Regina Margherita.

Il 19 marzo è invece consolidata tradizione realizzare gli altari votivi. Alcuni abitanti infatti preparano questi grandi altari ricoperti di cibo, distribuito tradizionalmente ai più poveri del paese, per una grazia ricevuta o come impegno affinché il Santo risolva un problema.
Recentemente è diventata usanza invitare più persone possibili a mangiare quel cibo dopo la benedizione del prete locale, dando vita a delle vere e proprie feste in cui scambiare quattro chiacchiere e commentando la squisitezza di quanto mangiato. Tra i piatti tradizionali c'è la pasta di San Giuseppe, una minestra a base di legumi con pasta fatta in casa. La preparazione di questa pietanza avviene in una grande pentola, chiamata quadara, e distribuita con dei mestoli nei piatti o nelle pentole che gli invitati hanno portato dalla propria casa.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Persone legate a Raddusa[modifica | modifica wikitesto]

  • Modestina Cicero, Grande Fratello 13

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
18 giugno 1988 23 giugno 1992 Giovanni Allegra Partito Comunista Italiano Sindaco [3]
5 novembre 1989 5 settembre 1990 Sebastiano Soprano Partito Comunista Italiano Sindaco [3]
7 giugno 1993 5 maggio 1994 Angelo Stefano Moschetto Democrazia Cristiana Sindaco [3]
5 maggio 1994 1º dicembre 1997 Elio Cigna Partito Socialista Democratico Italiano Sindaco [3]
1º dicembre 1997 28 maggio 2002 Giovanni Allegra lista civica Sindaco [3]
28 maggio 2002 15 maggio 2007 Giovanni Allegra Forza Italia Sindaco [3]
16 maggio 2007 9 maggio 2012 Cosimo Marotta Democratici di Sinistra Sindaco [3]
9 maggio 2012 in carica Cosimo Marotta Sindaco [3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2014.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN248740490 · GND: (DE4716949-7
Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia