San Pietro Clarenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Pietro Clarenza
comune
San Pietro Clarenza – Stemma San Pietro Clarenza – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Sicily.svg Sicilia
Provincia Provincia di Catania-Stemma.png Catania
Amministrazione
Sindaco Giuseppe Bandieramonte (lista civica) dal 10-6-2013
Territorio
Coordinate 37°34′N 15°01′E / 37.566667°N 15.016667°E37.566667; 15.016667 (San Pietro Clarenza)Coordinate: 37°34′N 15°01′E / 37.566667°N 15.016667°E37.566667; 15.016667 (San Pietro Clarenza)
Altitudine 463 m s.l.m.
Superficie 6,27 km²
Abitanti 7 588[1] (1-1-2015)
Densità 1 210,21 ab./km²
Comuni confinanti Belpasso, Camporotondo Etneo, Catania, Mascalucia, Misterbianco
Altre informazioni
Cod. postale 95030
Prefisso 095
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 087044
Cod. catastale I098
Targa CT
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti clarentini (o sanpietresi)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Pietro Clarenza
San Pietro Clarenza
Posizione del comune di San Pietro Clarenza nella città metropolitana di Catania
Posizione del comune di San Pietro Clarenza nella città metropolitana di Catania
Sito istituzionale

San Pietro Clarenza (San Petru Clarenza in siciliano) è un comune italiano di 7 588 abitanti della città metropolitana di Catania in Sicilia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu insediamento della città di Catania e fu proprietà delle famiglie nobili dei Massa, dei Reitano (con l'assunzione del titolo di Principe nel 1648), quindi venne in potere della famiglia Pietrasanta e, nel XVIII secolo, alla casata dei Paternò dei principi di Biscari. Fu soggetto come molti dei paesi limitrofi, alla eruzione vulcanica che nel 1669 distrusse gran parte del paese,modificandone radicalmente la conformazione geografica. Successivamente al nome San Pietro si aggiunse Clarenza a seguito dell'acquisto del paese, nel 1779, da parte del nobile Giuseppe Mario Clarenza o Chiarenza che assunse il titolo di Barone di San Pietro.

Trovandosi alle falde dell'Etna, il paese venne distrutto dall'eruzione vulcanica del 1669 e dal terremoto del 1693.

Il Caseggiato Mannino:

Sulla piazza della Vittoria si affaccia il Caseggiato Mannino, l'edificio più antico di San Pietro Clarenza. È una spaziosa costruzione comprendente 14 stanze, un grande salone ed un cortile con una caratteristica cisterna. Sembra che questo caseggiato sia stato di proprietà dei Clarenza. Nessuna testimonianza storica lo può dimostrare con certezza ma, dall'esame di antichi documenti comunali, risulta che nel 1816, gli eredi del Principe Giuseppe Clarenza erano titolari di una rendita annua relativa ad alcuni locali siti nel caseggiato della piazza centrale, un tempo adibiti a carcere comunale, è dunque possibile che si tratti proprio del caseggiato Mannino.

Questi locali furono in seguito acquistati dai Mannino, una nobile famiglia catanese di proprietari terrieri. Colui che vi abitò fu il Cavaliere Antonio Mannino, che rimase scapolo e visse sempre da solo. I paesani lo ricordano perché intorno agli anni 50 divenne sindaco, anche se per poco. Egli visse in questo caseggiato per molto tempo, fino al momento in cui le nipoti non ne reclamarono la proprietà, poiché in realtà questa costruzione apparteneva al fratello del Cavaliere, che fine a quel momento gli aveva permesso di soggiornarvi. Il Cavaliere si trasferì nel luogo ove oggi sorge la sede comunale, un tempo di sua proprietà. Durante il suo soggiorno, egli permise che si svolgesse un duello nei maestosi saloni della sua residenza. L'evento, com'è facile immaginare, fu motivo di molte discussioni e curiosità tra gli abitanti del paese. La causa del duello è purtroppo sconosciuta, l'unica cosa nota è che uno dei padrini fu l'avvocato Panzera, ormai deceduto da tempo.

La Torre

Nel 1779 i territori dell'attuale comune di San Pietro Clarenza vennero acquisiti dal nobile catanese Giuseppe Mario Clarenza o Chiarenza. Egli faceva parte di una nobile famiglia di origine greca ed era titolare di uno stemma con lo sfondo d'argento raffigurante un braccio armato tendente una spada ed accompagnato a destra da una cometa e a sinistra da due stelle a sei raggi, il tutto di colore rosso. Quando venne acquistato il Casale, seguendo una consuetudine in vigore a quei tempi, e cioè che il compratore dava il proprio cognome alla terra acquistata, Giuseppe Mario Clarenza, aggiunse al nome di San Pietro, il proprio cognome per cui il Casale venne da allora chiamato San Pietro Clarenza. La torre pare fosse usata come vedetta perché era il punto più alto del feudo dei Clarenza.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

L'etimologia del nome è determinata dalla devozione e dal culto che gli abitanti avevano per San Pietro nonché il vescovo Marco Antonio Gussio nel 1650-1660 censì sei Chiese fra queste la Chiesa di San Pietro (la Maggiore o Chiesa Madre) distrutta dalla colata lavica del 1669 di cui il sobborgo prese il nome e successivamente si aggiunse il nome della famiglia dei Chiarenza o Clarenza, feudatari locali.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

Nel paese di San Pietro Clarenza viene celebrata la vergine e martire Caterina con una festa molto significativa per i paesani.

Molto sentiti dai paesani, sono anche importanti i culti dedicati alla Madonna delle Grazie,a San Giuseppe e a S.Gaetano.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

A San Pietro Clarenza si trova una Scuola di Formazione della Polizia Penitenziaria.[3]

Persone legate a San Pietro Clarenza[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

È una cittadina ad attività agricola, con una cospicua produzione di agrumi, olio di oliva, vino, frutta; vanta un'apprezzata produzione artigianale di ricamo.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
6 giugno 1985 22 maggio 1990 Orazio Borgia Democrazia Cristiana Sindaco [4]
22 maggio 1990 27 dicembre 1993 Orazio Borgia Democrazia Cristiana Sindaco [4]
27 giugno 1994 25 maggio 1998 Luigi Rosario Santonocito lista civica Sindaco [4]
25 maggio 1998 27 maggio 2003 Luigi Rosario Santonocito centro-destra Sindaco [4]
27 maggio 2003 17 giugno 2008 Vincenzo Santonocito centro-destra Sindaco [4]
17 giugno 2008 12 giugno 2013 Vincenzo Santonocito centro Sindaco [4]
12 giugno 2013 in carica Giuseppe Bandieramonte lista civica Sindaco [4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 1º gennaio 2015.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Sito della Polizia Penitenziaria
  4. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia